Warzone, per alcuni i pro sarebbero tutti “imbroglioni” con l’aim assist: vediamo perchè non è vero!

Warzone, per alcuni i pro sarebbero tutti “imbroglioni” con l’aim assist: vediamo perchè non è vero!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Pro Imbroglioni – Non è raro partecipare in discussioni all’interno della community in cui alcuni giocatori mettono costantemente in dubbio le capacità e le abilità dei professionisti, ovvero di tutti quei giocatori che giocano e si impegnano su Warzone per lavoro (quindi sia i content creator, sia i giocatori del circuito competitivo).

I content creator sono certamente quelli maggiormente “criticati” nell’ambiente, con numerosi detrattori che giornalmente mettono in discussione i record ed anche le singole performance di giocatori del calibro di Aydan o Swagg, parlando sempre di “lobby facili” (in alcuni casi è davvero cosi comunque), o di aiuti illegali che “sicuramente questi giocatori utilizzano“, pur non avendone mai avuta la minima prova.

Una delle accuse più frequenti è poi quella secondo la quale i professionisti utilizzerebbero dei consistenti aiuti alla mira, grazie ai quali riuscirebbero a colpire la sagoma del nemico con molta più facilità del normale.

Ovviamente non c’è nulla di più falso, considerato che la stragrande maggioranza dei professionisti non imbroglia (non si può essere assolutamente sicuri dell’onestà di tutti, anche perchè in passato alcuni CC sono stati effettivamente colti in “flagrante” con dei cheat, ma sono casi estremamente rari), e non ricorre ad alcun mezzuccio per riuscire a tenere cosi alta la performance.

In merito si è anche espresso recentemente JGod, che ha voluto fornire alcuni spunti “tecnici” forse capaci di azzerare, una volta per tutte, ogni genere di polemica riguardo alla mira assistita ed alla “troppa” precisione che caratterizzerebbe i content creator.

JGod ha quindi mostrato come fondamentalmente il rinculo di Warzone sia più gestibile di quello di altri giochi fps come CS:Go o RUST: la meccanica che porta il fucile ad alzarsi in fase di fuoco è molto contenuta nello sparatutto Activision, ed è anche molto molto “gestibile”.

Il rinculo dell’arma “libera” disegna una caratteristica linea sul muro, in questo caso una sorta di S che sposta l’arma a destra, a sinistra e poi nuovamente a destra ed a sinistra verso l’alto.

I migliori giocatori di Verdansk (quindi non solo i Content Creator, ma tutti quelli che superano il K/D di 1.20/1.50), riescono a memorizzare il tipo di rinculo che caratterizza l’arma, e sono cosi in grado di compensare, e quindi contenere, il movimento verso l’alto con il mouse o la levetta del joystick con una serie di piccoli movimenti.

Lo stesso JGod ha consigliato di provare a sparare su di un muro con il proprio fucile, cosi da vederne l’esatto movimento dato dal rinculo per poter imparare a “contenere” l’instabilità dell’arma.

Il rinculo presente nelle armi di Warzone è sicuramente più gestibile di quello su giochi come CS:Go, dove i giocatori sono invece chiamati a fare degli spostamenti più netti con il mouse, e questo spiegherebbe perchè molti dei professionisti di Call of Duty riescono a sparare con un’incredibile precisione.

Ecco il video con le varie spiegazioni del noto analyst di Warzone: 

Cosa ne pensate community?

MuTeX e Booya chiudono con 100 Kill con delle classi armate di Bullfrog: ecco come giocare questa fortissima SMG su Warzone

Siete ancora convinti che i pro siano tutti degli imbroglioni? O le osservazioni che abbiamo condiviso in questo articolo vi hanno convinto che questi ragazzi sono effettivamente caratterizzati da una notevole dose di abilità?
La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Meta delle armi di Warzone: STG ancora al TOP, Moonryde mostra un’ottima versione “ZERO RECOIL”

Meta delle armi di Warzone: STG ancora al TOP, Moonryde mostra un’ottima versione “ZERO RECOIL”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Armi – A pochi giorni dal rilascio della nuova patch, è tempo di tirare le prime somme su quali sono le armi attualmente migliori da giocare su Warzone.

Attraverso questo speciale non andremo a riportare “classifiche” definite, è ancora troppo presto.

Andremo però a vedere, per ognuna delle categorie maggiori, quali sono le armi consigliate per essere “certi” di avere tra le mani i giusti mezzi competitivi.

Iniziamo ovviamente dagli AR, i fucili più popolari tra quelli usati nel BR. Passiamo poi alle SMG, le LMG ed ai fucili da cecchino.

Al momento abbiamo preferito non inserire gli shotgun visti i recenti nerf che hanno colpito questa categoria.

Le armi più consigliate, e l’ultima versione dell’STG di Moonryde

Loadout per STG44 consigliato da Moonryde

Per quanto riguarda invece gli AR, segnaliamo anche l’ultima versione di quest’arma proposta da Moonryde.

Con un accessorio specifico (l’impugnatura in resina vegetale), sembra che l’arma goda di ancor più precisione e controllo, di fatto diventando una “Zero Recoil” a tutti gli effetti.

Miglior AR Warzone

Migliori SMG 

Migliori LMG

Migliori Sniper

Cosa ne pensate community? Pensate che qualche altra arma di Warzone meriti sicuramente una menzione qui sopra?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Per Jgod la Carl Gustaf è arma meta: “sbloccatela il prima possibile”

Per Jgod la Carl Gustaf è arma meta: “sbloccatela il prima possibile”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Carl Gustaf Warzone – Torniamo a parlare della nuova Carl Gustaf (o H4 Blixen), e delle versioni più consigliate in questo momento per la piccola SMG.

Aggiunta su Warzone solamente una manciata di giorni fa, la Carl Gustaf (sbloccabile eseguendo 3 uccisioni in scivolata con una SMG in almeno 15 partite, ndr) è indubbiamente già entrata nel cuore di molti giocatori.

Rapidissima, con un TTK assolutamente di vertice ed una precisione che la rendono ideale anche in midrange, la Carl Gustaf aspira a piazzarsi al vertice del meta delle armi. Secondo l’esperto JGOD quest’arma è già “meta”, e pertanto l’analyst ha consigliato ai giocatori di “affrettarsi” a sbloccarla, e di giocarla in BR.

In questo speciale, andiamo quindi a focalizzarci sia sugli accessori consigliati da JGOD, sia a quelli su cui ha invece optato il noto Booya. Anche il giocatore e CC dei FaZe è rimasto stregato dalla Gustaf, utilizzandola come arma supporto per la sua classe sniper.

Già ieri abbiamo visto in uno speciale alcune versioni molto interessanti della H4 Blixen, troverete qui i dettagli.

Loadout consigliati per Carl Gustaf – Warzone

Loadout consigliato per H4 Blixen (Carl Gustaf) da JGOD
Loadout consigliato per H4 Blixen (Carl Gustaf) da Booya

Cosa ne pensate di queste versioni community? Ne avreste altre da consigliare agli altri giocatori?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Warzone, il perk Serpentine delude le aspettative: “non fa la differenza”

Warzone, il perk Serpentine delude le aspettative: “non fa la differenza”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Uno dei contenuti più attesi dell’ultima patch è stato certamente il nuovo perk Serpentine, presentato al mondo come nuova ricetta “anti-sniper” e probabilmente già dimenticato nelle armerie di molti giocatori.

Quando è stato annunciato, Serpentine ha letteralmente mandato nel panico i camper di tutto il mondo. Il suo potere permette infatti ai giocatori di avere uno “scudo”, una vera e propria “protezione” mentre si sta utilizzando lo scatto.

Il perk è stato pensato proprio per evitare che i giocatori in open venissero killati con facilità da altri player appostati. Il “problema” però è che il perk non sembra funzionare al meglio, e non garantisce praticamente alcuna protezione.

Ancora una volta è stato JGOD a riportare questo interessante punto di vista su Twitter. Il noto analyst,  rispondendo al pro dei Subliners MavriqGG, ha infatti mostrato come fattivamente opera Serpentine sulle nostre armature…

Il perk entra in funzione non appena vengono rotte tutte le armature. Di fatto però non fa altro che assorbire 1/2 proiettili al massimo, non garantendo assolutamente quella protezione che in molti avevano immaginato.

Al momento il perk non è nemmeno tra i più scelti della sua categoria, e non è considerato un “perk meta”.

Di sicuro si comporterà in modo diverso in modalità come Iron Trials (o Prove di Ferro), dove l’elevato numero di punti vita può effettivamente valorizzare una specialità come Serpentine.

Voi avete provato il nuovo perk? Avete riscontrato degli effetti particolarmente positivi o negativi utilizzandolo?

Il post di JGOD sulla reale forza del perk Serpentine

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: