Warzone, ora i cheaters verranno segnalati sul kill feed!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Warzone, lotta ai cheaters – Con l’update proposto ieri sera da Activision è stato aggiunto un piccolo ma importante dettaglio per la lotta ai cheaters, che non è passato inosservato ai giocatori più attenti di Verdansk.

Fino alla patch di ieri sera, quando un giocatore veniva bannato per cheating semplicemente si assisteva alla sua “disconnessione” dalla lobby, senza che venisse specificato il motivo della sua esclusione. Era quindi semplicemente impossibile distinguere una disconnessione dovuta ad un problema di rete, con una vera e propria esclusione dalla lobby per ban di un imbroglione.

Con l’ultimo update però, sembra che nel kill feed ufficiale della partita sia stata aggiunta una nuova, e decisamente più “precisa“, voce per questi casi specifici.

Giocando una normale partita in battle royale, si potrà infatti leggere nel kill feed “Username has been banned” invece di “disconnected“, ed in questo modo non si potranno più avere assolutamente dubbi sulla natura di un’esclusione o sull’eventuale esito di una nostra segnalazione.

Ai più potrà sembrare una piccola, e forse anche insignificante modifica, ma questa operazione, unita certamente all’introduzione del sistema anti-cheat (che è ormai una certezza, bisogna solo avere un altro pochino di pazienza prima di vederlo finalmente rilasciato sui server live), sarà estremamente preziosa per dare un’idea chiara ai giocatori dei risultati (anche immediati) ottenuti dalla permanente “pulizia” delle lobby dagli imbroglioni.

Il messaggio che appare nel Kill Feed, e che mostra in modo inequivocabile il fatto che il giocatore è stato bannato dal gioco

Resta inteso che solo con l’anti-cheat la questione dei cheaters potrà dirsi una volta per tutte risolta…ma è assolutamente positivo vedere gli sviluppatori impegnati anche su questi dettagli rispetto alle settimane e settimane di assoluto silenzio che hanno caratterizzato il periodo tra Luglio ed inizio Agosto su Warzone.

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701