warzone gas

Warzone: il gas di Caldera è meno punitivo rispetto a quello di Verdansk!

Profilo di Stak
 WhatsApp

GAS Warzone – Durante lo scorso weekend ci siamo imbattuti in alcune discussioni dei giocatori di Warzone circa il nuovo importante aggiornamento voluto dagli sviluppatori per il gas, uno dei contenuti “centrali” di un battle royale come questo.

Come per ogni altro gioco della medesima categoria, anche su Warzone le partite vengono scandite in modo preciso dai vari cerchi che rimpiccioliscono l’area in cui possono muoversi gli operatori…più avanti andremo nella partita, più piccoli saranno i cerchi che andranno a chiudersi nelle nuove “zone”.

Di tutti i cerchi che caratterizzano una partita di Warzone, il primo è certamente uno tra i più temuti, visto che la velocità con cui si muove il gas è elevatissima e le chance di salvarsi da questo sono pressoché nulle.

Con un intervento simile a quello dei loadout, quindi finalizzato al rendere il gioco “più lento” e meno problematico per i giocatori alle prime armi, gli sviluppatori di Activision hanno però deciso di modificare uno dei tratti più caratteristici del gioco, andando ad abbassare la velocità del Gas al primo cerchio.

L’update è andato online 2 settimane fa, insieme alla nuova mappa di Pacific Caldera (non sono stati molti i giocatori ad averlo notato), e di fatto rende il primo cerchio un qualcosa di assolutamente affrontabile anche dai giocatori più inesperti: vi basterà correre (senza armi non sarà necessario neanche scivolare o fare lo scatto) per riuscire a restare tranquillamente (magari non troppo, però a meno di strane situazioni dovreste cavarvela senza alcun problema) davanti alla ondata di gas.

Su Verdansk invece, se alla chiusura del primo cerchio non ci si trovava nei pressi della safe zone era morte sicura, al 100%.

Ecco di seguito l’estratto delle note dei devs in cui viene menzionata questa situazione:

The greatest Call of Duty sandbox ever! In this version of Caldera, anything goes. Access Vehicles, Weapons, Operators, Killstreaks, new Contracts, new Public Events and more from every timeline!

Whilst the overall game time for Battle Royale remains aligned with the Verdansk experience, we have used our learnings and findings from the past two years of Warzone development to refine the circle speeds to better reflect the size and topography of Caldera, with slower Circle closing speeds but a faster time between Circles to give players more time to traverse the peak!

 

Cosa ne pensate community? Siete contenti del fatto che il gas sia più lento rispetto al passato? Quante tragiche morti ci saremmo risparmiati in passato con questa modifica? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Warzone, introduzione alle fasi delle partite: dal lancio, fino al lategame del gas e la vittoria!

warzone 2

Warzone 2 POTREBBE sbarcare anche prima del previsto!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Da quando è stata data la prima grande notizia relativa a Warzone 2, l’hype della community ha toccato vette veramente esagerate. L’idea che il capolavoro Warzone si presenterà presto sotto vesti del tutto nuove è certamente un’informazione che non passa inosservata.

Seppur popolare e amato in tutto il mondo, Warzone ha avuto spesso bug e problemi che hanno complicato la vita dei player.

La notizia relativa ad un titolo completamente “nuovo” (i leaker hanno parlato di vera e propria “tabula rasa”), è quindi per molti motivo di “speranza” rispetto al fatto che avremo a disposizione un engine/gameplay migliore dell’attuale.

Secondo i primi rumors (anche se confermato da più esperti, Warzone 2 non è ancora stato rivelato “ufficialmente”), l’uscita di questo nuovo titolo era fissata al 2023. Oggi però Tom Henderson torna nuovamente a parlare dell’argomento, svelando nuove succose (e sempre “presunte”, lo ricordiamo) novità.

Il secondo capitolo del BR potrebbe infatti sbarcare nel mercato già a partire dalla fine di quest’anno. Secondo Henderson in Activision Blizzard hanno identificato nella fine di Dicembre il periodo ideale per questo nuovo lancio, e lo hanno fatto ormai da quasi due mesi.

Tom Henderson ha anche anticipato che questa non sarà la fine del vecchio Warzone. Il nuovo Warzone non andrà quindi a sostituire Legacy, ma sarà un gioco del tutto parallelo.

Warzone 2 e “Clean Slate”

L’affidabile dataminer è del tutto convinto che a Dicembre di quest’anno scatterà la fase “lavagna pulita” (o tabula rasa, che dir si voglia) di cui avevamo parlato anche in un precedente post.

Qualcosa di molto grosso bolle in pentola, e sinceramente speriamo di saperne qualcosa in più molto presto. Il mese di Febbraio, ed i primi dettagli in arrivo con questo sulla season 2, speriamo che riescano a placare la nostra “fame” di informazioni.

Warzone 2 e altri leak

Tra gli ultimi leak rivelati dai dataminer e dagli insider vi sono poi almeno altre due notizie di cui discutere. La prima è quella per la quale, sempre per Henderson, le console vecchie gen non vedranno MAI un aggiornamento alla questione FOV. La questione è “tecnicamente impossibile“, e certamente il FOV modificabile sarà qualcosa riservato alle nuove console.

Non è tutto, perché Activision ha aperto i recruit per dei nuovi sviluppatori per un “nuovo titolo” su mobile.

Per molti esperti questa è una chiara indicazione rispetto all’intento di portare Warzone anche sui dispositivi mobile. Questa è una speculazione attualmente per nulla verificabile, dovremo solamente aspettare e vedere come si evolverà la situazione.

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

migliori loadout c58 warzone

Il C58 l’arma con K/D maggiore su Warzone: tra le “vecchie” luce anche sul Bullfrog

Profilo di Stak
 WhatsApp

C58 Warzone – Da diverse settimane è iniziato un lento ma costante “ritorno” alle armi del passato, che nel contorto universo di Call of Duty sono in realtà quelle più “moderne” e contemporanee.

Le armi più recenti di Warzone sono infatti quelle di COD Vanguard, ultimo titolo del franchise uscito lo scorso Novembre. Come noto Vanguard è ambientato nella seconda guerra mondiale, e di quell’epoca sono anche le armi introdotte su Warzone meno di 2 mesi fa.

Non appena disponibili, anche grazie ai loro 10 accessori (rispetto ai soli 5 a disposizione delle armi di Black Ops e Modern Warfare), le armi di Vanguard hanno conquistato tutti i giocatori di COD. I “nostalgici” delle armi dei precedenti titoli non sono però mai mancati, con alcuni che non hanno mai abbandonato le loro classi con C58, OTs9 e compagnia.

Nei giorni passati abbiamo già affrontato l’argomento in almeno 3 speciali, oggi torniamo a parlare di “armi vintage” grazie a nuove interessanti informazioni riguardo al meta. Secondo WZRanked infatti, il C58 sarebbe l’arma attualmente utilizzata dai giocatori più forti del gioco.

Questo celebre AR, pur essendo scelto solo nell’1% dei casi, viene giocato da giocatori il cui K/D medio è di 1.27. L’arma svetta su Welgun, Bren e Owen Gun (ne abbiamo parlato ieri), che seguono in 3°, 4° e 5° posizione.

L’affidabile C58 non è tuttavia l’unica protagonista di questo speciale, visto che anche un’altra vecchia conoscenza del passato è tornata sotto le luci della ribalta. Stiamo parlando della piccola ma solidissima Bullfrog, smg dell’epoca di Black Ops.

In questo caso è Booya il grande “sponsor” dell’arma, con lo streamer di FaZe che ha firmato una performance eccellente su Rebirth. Andiamo a vedere i dettagli di entrambe queste versioni:

Loadout per Bullfrog e C58 Warzone 

Loadout per C58 consigliato da JGOD Warzone
Loadout per Bullfrog consigliato da Booya

Cosa ne pensate di queste due versioni community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Warzone, per Henderson: “REBIRTH “sostituita” con la Season 2″

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone – Un nuovo clamoroso leak giunge direttamente da Twitter, dove il noto insider Tom Henderson ha rilasciato un’informazione molto importante sul futuro di Rebirth Island.

Da diversi mesi la maggior parte dei giocatori di Warzone si è riversata sulla meravigliosa, e molto piccola, Rebirth Island. Perchè? Perché Rebirth ha un gameplay decisamente diverso rispetto a Verdansk/Caldera, più simile al multiplayer che non al BR classico.

Le sfide su Rebirth sono molto più veloci (in tutti i sensi, quindi ideali per i casual) del normale BR, e poi moltissimi giocatori amano il fatto che vi sia il rischieramento automatico invece del gulag. Infine, c’è anche da considerare il fatto che per tanti giocatori Rebirth è più accessibile a livello di lag grafica rispetto a Verdansk, altro importante aspetto che ha determinato la popolarità della piccola mappa.

Tutto questo potrebbe però presto cambiare. Almeno stando a quanto riferito dall’insider Tom Henderson.

Nel corso di una diretta andata in onda ieri sera, Tom ha infatti affermato che con la Season 2 assisteremo ad una “sostituzione” di Rebirth. Abbiamo riportato le virgolette perché non è sicuro il come questa “sostituzione” si concretizzerà.

Tom Henderson ha specificatamente parlato di una “Nuova Rebirth“, mentre l’altro noto leakers HOPE ha chiarito che la “nuova” mappa dovrebbe sbarcare con l’Anniversario del gioco (10 Marzo, ndr). Al momento queste sono ovviamente “rumors”, ma l’affidabilità di queste fonti è notevole e vale la pena discuterne.

Warzone, “Nuova Rebirth”: restyling o totale sostituzione? 

E’ certo che la prossima  stagione (o al massimo la season 3 successiva) servirà per introdurre delle novità alle mappe. Questo “fatto” lo hanno già assicurato i devs di Activision su Twitter (fonte). Come questo “fatto” si svilupperà è invece ben diverso, e richiede una riflessione.

Rebirth potrebbe ricevere un pesante restyling, simile a quello che ha registrato nel passaggio dal Warzone di Modern Warfare a quello di Black Ops, che ce la proporrà in tema “anni 40”. Allo stesso modo si stanno però anche concretizzando le ipotesi per le quali la mappa verrà del tutto sostituita da una completamente nuova.

Solamente quattro giorni fa abbiamo infatti riportato, sempre grazie a dei leak, della mappa “a tema Alpi” scovata da ZestyLeaks e Hydra. Al momento quindi le maggiori possibilità sono due: che Rebirth “invecchi” di circa 40 anni, o che Rebirth venga direttamente sostituita da una nuova piccola mappa dell’Europa Centrale.

Rotazione mappe? 

Vista la concreta possibilità di arrivare presto ad avere ben 6 mappe a disposizione (Caldera, Rebirth Originale, Verdansk Originale, Verdansk 84, Rebirth 2 + l’eventuale “sostituta” di cui abbiamo parlato nel presente articolo), cresce il numero di giocatori che vorrebbero un sistema a rotazione.

rebirth
In Rebirth Originale, precedente all’attuale versione, Control Center era ancora “in costruzione”

L’ispirazione viene da Apex Legends, BR dove le mappe ruotano per più volte al giorno. I giocatori vorrebbero quindi una rotazione simile anche su Warzone.

Al momento tutte queste restano ipotesi, certo. Ma è assolutamente positivo che dei leaker diversi da ZestyLeaks e Hydra abbiano sostanzialmente “confermato” che è in arrivo per Rebirth una fase di cambiamenti.

Warzone: e se ci fosse una “rotazione mappe” come su Apex?

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: