Warzone: i giocatori lamentano problemi con il ping per segnalare i nemici, e con un bug che rende “killer” i camion fermi

Warzone: i giocatori lamentano problemi con il ping per segnalare i nemici, e con un bug che rende “killer” i camion fermi

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone PING – Nel corso delle ultime ore abbiamo letto diverse segnalazioni di giocatori relative ad alcuni, ancora presunti, malfunzionamenti del sistema del ping, probabilmente la funzione più “importante” di tutto Warzone.

Pingare ci serve per indicare rapidamente (e precisamente) una posizione da raggiungere ai nostri avversari, ma molto più spesso può essere utile per “marcare” un nemico avvistato, che resterà con un bel segnalino rosso sulla testa cosi da permettere anche ai nostri compagni di conoscere la sua esatta posizione.

A seguito degli ultimi update di metà stagione però, alcuni giocatori hanno evidenziato uno strano comportamento da parte del ping sul nemico…sembra infatti che il segnalino scompaia nel momento in cui un nemico si posiziona dietro ad un riparo, o comunque quando non è più nella nostra “linea di tiro”.

Il ping sul nemico ha sempre funzionato per un tot numero di secondi dalla sua attivazione, anche quando gli operatori bersaglio si andavano a riparare dietro un muro o un fossato. Ora invece sembra che il ping non abbia più quello stesso “uptime“, e scompare pochi istanti dopo che il nemico ha trovato riparo.

Ecco il video che ci mostra questo dettaglio:

Didn’t see this mentioned anywhere, but I think live pings were nerfed. Now they disappear when when you loose line of sight on the enemy? from CODWarzone

A seguito della pubblicazione del post, diversi giocatori hanno effettivamente confermato di aver sofferto lo stesso problema in svariate occasioni in questi ultimi giorni (e sono tutti sicuri che non si tratti di casi in cui il ping viene accidentalmente rimosso o altro), anche se secondo alcuni potrebbe trattarsi di un bug, e non di altro.

Se una parte dei giocatori è convinta che Raven Software risolverà la cosa con un rapido hotfix, per altri invece questo “nerf” potrebbe non essere “casuale“, e sarebbe invece da spiegare come una precisa decisione dei devs di togliere forza alla meccanica del ping, evidentemente ritenuto “troppo forte”.

Non appena scopriremo notizie ufficiali in merito, non esiteremo a riportare tutti gli aggiornamenti qui su Powned.

I Camion Killer

Un altro problema che sta riguardando i giocatori di Warzone è invece da ricondurre ai mezzi, in particolar modo ai camion.

Come abbiamo discusso anche in un altro approfondimento (che troverete cliccando qui), al momento esiste un bug per colpa del quale si può morire per il fuoco amico di un mezzo (guidato quindi da uno dei nostri compagni di squadra), ma non è tutto, perché sembra che un nuovo bug vada ad uccidere istantaneamente i giocatori che si trovano fermi su di un camion (anche questo fermo), anche se si è in possesso dell’autoress

Ecco il video pubblicato sui social:

Trucks are randomly killing players. Even with Self-revive. Is it a bug or intentional? from CODWarzone

In risposta a questa discussione, un giocatore ha addirittura aggiunto che recentemente il suo camion è esploso in modo del tutto casuale e che tuttora non ha scoperto cosa è accaduto nel corso della sua sessione di gioco (neanche il killfeed indicava alcun giocatore nemico responsabile della sua dipartita).

Cosa ne pensate community?
Al momento non è chiaro come questi due aspetti verranno trattati (anche se quelli del camion sono certamente un bug, e quindi possiamo attendere un fix già a partire dalle prossime ore), ma consigliamo di fare ancor più attenzione del solito quando siete nei paraggi di un camion.

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Warzone, il perk Serpentine delude le aspettative: “non fa la differenza”

Warzone, il perk Serpentine delude le aspettative: “non fa la differenza”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Uno dei contenuti più attesi dell’ultima patch è stato certamente il nuovo perk Serpentine, presentato al mondo come nuova ricetta “anti-sniper” e probabilmente già dimenticato nelle armerie di molti giocatori.

Quando è stato annunciato, Serpentine ha letteralmente mandato nel panico i camper di tutto il mondo. Il suo potere permette infatti ai giocatori di avere uno “scudo”, una vera e propria “protezione” mentre si sta utilizzando lo scatto.

Il perk è stato pensato proprio per evitare che i giocatori in open venissero killati con facilità da altri player appostati. Il “problema” però è che il perk non sembra funzionare al meglio, e non garantisce praticamente alcuna protezione.

Ancora una volta è stato JGOD a riportare questo interessante punto di vista su Twitter. Il noto analyst,  rispondendo al pro dei Subliners MavriqGG, ha infatti mostrato come fattivamente opera Serpentine sulle nostre armature…

Il perk entra in funzione non appena vengono rotte tutte le armature. Di fatto però non fa altro che assorbire 1/2 proiettili al massimo, non garantendo assolutamente quella protezione che in molti avevano immaginato.

Al momento il perk non è nemmeno tra i più scelti della sua categoria, e non è considerato un “perk meta”.

Di sicuro si comporterà in modo diverso in modalità come Iron Trials (o Prove di Ferro), dove l’elevato numero di punti vita può effettivamente valorizzare una specialità come Serpentine.

Voi avete provato il nuovo perk? Avete riscontrato degli effetti particolarmente positivi o negativi utilizzandolo?

Il post di JGOD sulla reale forza del perk Serpentine

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Dal PlayStation Store: “sul prossimo Modern Warfare 2 si parla di visore VR”

Dal PlayStation Store: “sul prossimo Modern Warfare 2 si parla di visore VR”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Modern Warfare VR – Una notizia clamorosa quella giunta pochi minuti fa direttamente dallo store di PlayStation.

Dai file trovati dai dataminer è infatti comparso un avviso di sicurezza relativo ai visori per la realtà virtuale. Si tratta ovviamente di un “leak”, di una informazione che non è ancora ufficiale o in alcun modo confermata.

La cosa interessante però, è che controllando gli altri titoli presenti sul PlayStation Store, è stato notato che nessuno di questi ha la voce sulla sicurezza con questa tipologia di dispositivi.

Questo ha portato gli esperti a convincersi della reale concretezza della questione “Modern Warfare 2 e VR“.

La voce relativa ai dispositivi VR è rintracciabile nella sezione  “Health / Ratings / Privacy / Terms”, dove un avviso raccomanda di utilizzare il VR (su COD, anche se non è esplicitato) in modo “sicuro”.

Quale motivo ci sarebbe di inserire questa voce, se non fosse assodata la possibilità di utilizzo del VR sul nuovo COD? Nessuno secondo il nostro punto di vista.

Questo vuol dire che avremo il VR sul prossimo Call of Duty? 

E’ a questo punto molto probabile, considerando anche la precedente esperienza maturata da Call of Duty con i dispositivi VR.

Come molti di voi ricorderanno, nel 2016 era disponibile su Infinite Warfare l’esperienza Jackal Assault, di cui potrete avere un assaggio cliccando qui.

Non ci resta che attendere eventuali novità nei prossimi giorni, ricordandovi che tra l’8 ed il 9 di Giugno dovremmo scoprire una notevole quantità di informazioni sul nuovo MW2.

Restate sintonizzati con noi per non perdervi neanche un aggiornamento!

Articoli correlati: 

L’AX 50 non è più un segreto su Warzone: è oggettivamente lo sniper migliore del gioco!

L’AX 50 non è più un segreto su Warzone: è oggettivamente lo sniper migliore del gioco!

Profilo di Stak
 WhatsApp

AX 50 WarzoneA neanche 24 ore dal primo annuncio di Jgod relativo all’AX50, ci ritroviamo in una situazione che non vedevamo da tempo, con un’arma che è totalmente “sovrana” di un’intera categoria.

In questo momento infatti, qualsiasi altra arma cecchino non sembra assolutamente reggere il controllo con questo “cannone”. La principale peculiarità di quest’arma, oltre al fatto che esegue uccisioni in one shot anche a 4/500 o più metri di distanza, è che è una hitscan pura al 100%.

Quando parliamo di “hitscan“, ci riferiamo alla capacità dell’arma di far arrivare il proiettile a bersaglio solo pochi millesimi di secondo dopo lo “sparo”.

Stiamo parlando di una frazione di centesimo di secondo, cosi insignificante da far pensare che sia del tutto assente il “tempo di viaggio” che il proiettile impiega a percorrere dal fucile fino al bersaglio.

La cosa più interessante di tutto questo, è che i devs hanno effettivamente “nerfato” la velocità dei proiettili del fucile, e lo hanno fatto lo scorso 25 Maggio. Si erano quindi accorti che “qualcosa” non quadrava, ed hanno deciso di optare per un lievissimo nerf del 4% alla velocità dei colpi.

Il nerf all’AX 50 c’ già stato, ma l’arma è ancora hitscan

Questo però ci porta a pensare che i devs sono ben consapevoli del funzionamento di quest’arma, e che questo comportamento “hitscan” è del tutto “voluto”.

Al momento l’AX50 ha visto raddoppiare il numero di pick nelle partite. Questo significa che chi sta riprovando l’arma, ne resta colpito e continua a giocarla. Non possiamo che consigliarla ancora una volta, questa volta vedendo le versioni proposte da altri due mostri sacri della scena.

Di seguito le versioni preferite al momento da Zlaner (giocatore PAD) e Metaphor (giocatore mouse e tastiera):

Loadout consigliati per AX50 – Warzone

Loadout consigliato da Zlaner per AX50
Loadout consigliato da Metaphor per AX50

Cosa ne pensate community? Avete già provato la vostra versione di AX 50 per le sessioni di Warzone?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: