Warzone fluido per alte performance: vediamo come settare le impostazioni grafiche

Warzone fluido per alte performance: vediamo come settare le impostazioni grafiche

Profilo di Stak
 WhatsApp

Impostazioni Warzone – Come accennavamo anche in un precedente articolo, in un gioco sparatutto è imprescindibile godere di un alto numero di “FPS”. Se non si dispone di una grafica fluida e di un movimento scorrevole e naturale del nostro operatore ne risente tutta la nostra sessione di gioco, che nel giro di un paio di lobby rischia di diventare veramente infernale.

Uno dei più tipici esempi di grafica che soffre di “low FPS” è quando, operando dei rapidi e netti movimenti sulla leva del pad o sul mouse, la visuale inizia ad andare a scatti, rendendoci di fatto impossibile un rapido aggancio al bersaglio nemico.

In questo articolo, vogliamo quindi andarci ad occupare con maggiore attenzione di quelli che sono i settaggi consigliati per disporre di una grafica quanto più fluida e scorrevole possibile, fermo restando che se siete giocatori PC dovrete sempre e comunque fare affidamento su una scheda video non troppo datata.

Orientativamente potete considerare che i consigli che andremo ad elencarvi di seguito funzionano molto bene già con una scheda video NVIDIA GeForce GTX 1080, e garantiscono un gameplay ed una visuale assolutamente performante anche per i giocatori più esigenti.

WARZONE – Impostazioni consigliate (Grafica)

  • Modalità video: Schermo Intero
  • Frequenza aggiornamento schermo: il massimo disponibile (120 o superiore)
  • Risoluzione Resa grafica: 100
  • Risoluzione Dinamica: No
  • Framrate desiderato risoluzione dinamica: 17
  • Proporzione immagine: Automatico
  • Sincronizza ogni fotogramma: No
  • Limite framerate personalizzato: Illimitato
  • Luminosità: 50%
  • Gamma: 2.2 (sRGB)
  • Nvidia Highlights: No
  • Bassa latenza Nvidia Reflex: Attivato + Boost

Qualità

  • Campo visivo: 110/120
  • Movimento visuale: minimo -50%
  • Qualità di streaming: Bassa
  • Risoluzione texture: Bassa
  • Filtro texture anisotropo: Normale
  • Qualità particelle: Alta
  • Impatto proiettili e spray: No
  • Tassellatura: No
  • Smembramento ed effetti cruenti: No
  • Streaming texture On-Demand: No
  • Intensità Pellicola: 0.00
  • Effetto pellicola: 0.00
  • Nvidia DLSS: Disabilitato
  • Anti-Aliasing: No
  • Profondità campo: No
  • Monitor Blur Scenario: No
  • Monitor Blur arma: No
  • Risoluzione Shadow Mapping: Bassa
  • Cache ombre punto luce: Si
  • Cache ombre raggi solari: Si
  • Illuminazione particelle: Normale

A questi interventi possiamo poi aggiungere anche i bordi orizzontali e verticali dell’interfaccia (che andrebbero impostati a 15.00 e 25.00) ed il filtro per daltonismo (qualora necessario).

Di seguito alleghiamo inoltre la video guida di Jgod in merito a tutti questi settaggi, all’interno della quale troverete anche le specifiche per le impostazioni Nvidia come ulteriore rinforzo per un netto miglioramento della vostra resa grafica sulla nuova Caldera Pacific.

Speriamo che queste informazioni possano esservi utili, e vi auguriamo un buon divertimento per il vostro prossimo lancio in lobby!

Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Clicca qui per entrare su Facebook – Clicca qui per seguire la community su Instagram)

Articoli correlati: 

Nuove armi di Warzone: luce sull’Automaton, il BAR e le ultime da provare (loadout di Aydan compresi)

Speciale Armi Warzone: la TOP5 delle più facili da usare e con MENO RINCULO

Speciale Armi Warzone: la TOP5 delle più facili da usare e con MENO RINCULO

Profilo di Stak
 WhatsApp

Il celebre WhosImmortal ha pubblicato un nuovo interessantissimo video in cui ci “suggerisce” quelle che sono le armi più facili da usare al momento su Call of Duty Warzone.

Chiaramente non è solo la “semplicità” la caratteristica essenziale di queste armi, ma devono esserlo anche la consistenza ed un elevato numero di danni.

Proprio per questo, WhosImmortal ha deciso di selezionare quelle che, dal suo punto di vista, sono le armi più forti e più “semplici” da usare dell’armeria.

Vedremo sia delle armi da corto che delle armi da lungo, con molte di queste che sono già estremamente note ai giocatori di Warzone. I due tratti essenziali che caratterizzano ognuna di queste versioni sono comunque molto specifici:

  • tutte le armi che troverete di seguito godono di un ottimo TTK, e possono quindi dire la loro contro le armi meta
  • le armi che andrete a trovare di seguito sono TUTTE dotate di rinculo zero

Ottimi danni e zero rinculo: le armi ideali per i giocatori novizi

Il rinculo è proprio l’aspetto principale che rende queste armi “facili da usare”.

Effettivamente WhosImmortal consiglia il Cooper, la MP7, il Fara e l’M16 (tra le altre)… Tutte armi abbondantemente note per essere estremamente ferme e stabili, anche in caso di fuoco prolungato.

Andiamo a vedere tutte queste versioni, sperando che una o più possano tornarvi utili nelle vostre sessioni di gioco su Warzone.

Tutte queste versioni sono particolarmente consigliate per i giocatori alle prime armi, ed a quelli che hanno da poco sostituito la loro device di gioco (passando da Joypad a Mouse, o da Mouse a Joypad).

Speciale armi facili da usare: MP7 consigliato da WhosImmortal
Speciale armi facili da usare: KG M40 consigliato da WhosImmortal
Speciale armi facili da usare: FARA83 consigliato da WhosImmortal
Speciale armi facili da usare: M13 consigliato da WhosImmortal
Speciale armi facili da usare: Cooper Carbine consigliato da WhosImmortal

Cosa ne pensate di queste versioni community? Avreste altre armi “semplici” e facilmente controllabili da suggerire? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

JoeWo provoca su Twitter con il Panzerfaust: giocatori irritati dai “lanciatori” toxic su Rebirth

JoeWo provoca su Twitter con il Panzerfaust: giocatori irritati dai “lanciatori” toxic su Rebirth

Profilo di Stak
 WhatsApp

Quella dei Panzerfaust su Rebirth Island è una brutta, bruttissima rogna con cui ogni giocatore di Ritorno deve almeno una volta affrontare.

Quando si viene abbattuti da un razzo sparato “a caso” ad inizio partita (ma anche a fine match, la sensazione è la stessa), la reazione tipica del giocatore moderato è quella di inanellare una lunga serie di turpiloqui e parole sconce… Perchè? Perchè contro di quest’arma è quasi del tutto impossibile “counterare” l’azione del nostro nemico.

Dura tutto una frazione di secondo: su un tetto piuttosto che in una stanza, arriva un momento cruciale in cui, in modo del tutto imprevisto, cadiamo rovinosamente a terra a seguito di un’esplosione. Fino ad oggi però, queste situazioni sono state tutto sommato molto limitate.

Da qualche settimana sembra invece iniziato un vero e proprio trend su Rebirth, che sta portando un numero maggiore di player ad optare per quest’arma.

Attraverso un video pubblicato su Twitter, abbiamo poi anche visto l’uso che può essere fatto di questi Lanciatori da parte dei giocatori esperti…

JoeWo mostra in azione il Panzerfaust, giocatori preoccupati: “non doveva rendere noto questo “problema

Il protagonista è JoeWo, che con un Panzerfaust con 5 colpi è riuscito a fare fuori un intero team, in soli 30 secondi, nella zona di tende. Il Panzerfaust è probabilmente l’unica arma non sniper di tutta l’armeria in grado di oneshottare un bersaglio in close range: una vera sentenza.

Che questo launcer sia diventato troppo forte?

La cosa che rende il tutto quasi “inquietante”, è che la velocità di ricarica è semplicemente sensazionale. Bastano poco meno di 2 secondi per inserire il nuovo “colpo”, anche perchè a differenza di tutte le altre armi non dovremo estrarre alcun caricatore ma semplicemente applicare quello nuovo.

In più, il Panzerfaust è praticamente un’arma “no recoil”, di fatto utilizzabile anche dal imbranato dei player di Warzone. Una miscela esplosiva quindi, che desta preoccupazione.

Sono a questo punto molte le voci nella community che chiedono un qualche tipo di modifica ai Panzerfaust. Del resto anche i fucili Sniper sono stati quasi tutti nerfati per diminuire le situazioni in cui ai giocatori non viene data la possibilità di replicare al fuoco nemico.

Perchè questa regola non dovrebbe valere anche per i Panzerfaust? 

Voi cosa ne pensate community? Vi unirete al lato oscuro della forza, provando questo launcer, o continuerete sulla via cavalleresca degli “anti-launcer” (usati solo contro mezzi ed elicotteri)? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Warzone 2/Modern Warfare 2, svelate altre novità questa mattina: Loadout disponibili solo con delle sfide!

Warzone 2/Modern Warfare 2, svelate altre novità questa mattina: Loadout disponibili solo con delle sfide!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Nel corso delle ultime ore hanno generato molto trambusto le dichiarazioni del leaker NerosCinema per quel che riguarda il prossimo futuro di COD, e del suo nuovo titolo “Modern Warfare 2“.

NerosCinema ha infatti rilasciato un’ingente quantità di notizie “inside”, tutte probabilmente vere, che hanno però generato un po’ di caos nella community. Andiamo a vedere i dettagli delle sue considerazioni, per poi valutare/analizzare la loro attendibilità.

Il leaker NerosCinema ha spiegato che da quel che una sua fonte “ha visto” su “Warzone 2” vi saranno almeno queste novità:

  • I loadout ci saranno ancora, ma le casse d’equipaggiamento si potranno ottenere in modi diversi rispetto ad oggi
  • Ogni operatore avrà a sua disposizione delle “borse”, all’interno delle quali potrà trasportare molti più equipaggiamenti di oggi
  • Cambierà il sistema delle corazze

Partendo dal primo, il punto sui loadout, sembra quindi che nel prossimo titolo di COD gli equipaggiamenti si potranno ottenere risolvendo delle sfide. In alternativa, superando dei bot controllati dall’intelligenza artificiale. Tutti i loadout saranno inoltre ottenibili solo in determinati punti della mappa, chiamati “Strongholds“.

Modern Warfare 2 – Modifiche anche per corazze e “borse”

Sulla questione delle borse, questa è certamente una feature che è sempre mancata in Call of Duty, e che potrebbe cambiare in modo trasversale il modo di giocare dei player.

Infine, sulla questione corazze, sembra che a differenza di quanto accade oggi, nel nuovo Warzone 2 inizieremo la partita senza piastre, e queste saranno accumulabili solo se avremo a disposizione una sacca di piastre.

Tutte queste informazioni sono rivoluzionarie, perché andrebbero a modificare radicalmente alcuni passaggi del gameplay di Warzone.

Il leaker TomHenderson, una delle personalità più informate sul futuro di COD, molte di queste informazioni sono vere, anche se quasi certamente non si riferiscono a Warzone 2. Secondo TomHenderson infatti (ma è dello stesso avviso anche il celebre Hope, di cui abbiamo parlato solamente ieri) queste dovrebbero essere tutte info legate a DMZ, e non a Warzone 2.

Ricordiamo che DMZ è la nuova “terza modalità” di Modern Warfare 2, che sbarcherà con il nuovo titolo insieme al multiplayer ed alla campagna in singolo.

Hope sgancia la bomba: “su Warzone 2/MW2 skin scambiabili e non solo”

Cosa ne pensate community? Vi piacerebbero queste modifiche su Warzone 2? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: