Warzone e cheater: un nuovo sistema (o un bug) premia con la vittoria i giocatori onesti della lobby

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Cheater – Nelle ultime ore sono state diverse le segnalazioni dei giocatori rispetto a degli anomali comportamenti di Warzone e del suo sistema durante le normali partite BR combattute su Verdansk.

Infatti, sembra che a causa di un bug, o probabilmente a causa di un qualche aggiornamento al sistema anti-cheat, sia possibile ottenere una vittoria istantanea del battle royale.

Ci riferiamo in particolare ad un video pubblicato poche ore fa su Twitch dallo streamer BisaG10, in cui vediamo come non appena uno dei compagni di squadra del protagonista killa un presunto hacker (tutti i presenti sono assolutamente certi che si tratti di un hack, ed il nome fortemente offensivo e “flamer” scelto da questo membro tossico della community non fa che avvalorare l’ipotesi), la partita si risolve consegnando immediatamente la vittoria pari merito a tutti gli altri giocatori.

Alla pubblicazione del post non sono stati pochi poi i giocatori a commentare situazioni simili (personalmente non mi è mai capitato nulla di simile, ma effettivamente non ho neanche mai riscontrato situazioni per le quali ho avuto il dubbio di essere contro un cheater o un imbroglione), ed è apparso quindi immediatamente chiaro che la cosa riguarda tutti i giocatori e tutte le lobby e non solo alcune.

I video sul Cheater – Warzone

Al momento restiamo in attesa di scoprire quali saranno le decisioni di Activision in merito, che sull’argomento non si è purtroppo ancora espressa.
A voi è capitato qualcosa di simile?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701