Vikkstar Showdown, Savy e BBlade si fermano davanti a Rated e Mayappo (vincitori del torneo)

Vikkstar Showdown, Savy e BBlade si fermano davanti a Rated e Mayappo (vincitori del torneo)

Profilo di Stak
 WhatsApp

Vikkstar Showdown – SavyUltras e BBlade ci hanno fatto sognare fino alle prime ore della serata di ieri al Vikkstar Showdown, ma non sono purtroppo riusciti ad afferrare la qualificazione per le fasi finali dell’evento che si terranno il prossimo 15 Giugno (finali nelle quali, lo ricordiamo, ci saranno comunque i due italiani  Lomba e JezuzJrr.

I due giocatori di Goskilla, dopo un non buonissimo start nel girone principale (sconfitti al round 1 da Spratt e Fluxurry), sono infatti riusciti a sconfiggere prima ThomasPaste e Woakzyn (27 a 22 il risultato a fine partita), e poi anche IzakOOO e Leh (con un clamoroso 27 a 11), accedendo cosi al terzo round del loser bracket.

In questo hanno incontrato il professionista dei 100 Thieves Rated ed il suo teammate Mayappo, contro cui sono riusciti a giocarsela sul filo delle kill fino alla fine della partita. Purtroppo per i due azzurri però, il risultato a fine sfida segnava 11 a 8 per Rated e Mayappo, risultato che costringe Savy e BBLade ad abbandonare la competizione ad un passo dalle semifinali del girone.

Rated e Mayappo sono poi riusciti ad accedere fino alla finale assoluta contro Tommey e Almond, in una delle serie testa a testa più emozionanti degli ultimi tempi. La vittoria finale è poi andata proprio a Rated e Mayappo, visto che sono riusciti a sconfiggere Tommey e Almond sia nella prima che nella seconda finale dell’evento, guadagnandosi il pass per accedere all’evento finale del Vikkstar Showdown che si terrà la prossima settimana.

La questione KILL Race

A margine del torneo e dell’evento organizzato dai Subliners, un numero crescente di giocatori ha iniziato a criticare in modo molto forte gli eventi del tipo “Kill Race“. Secondo moltissimi esperti infatti, questo tipo di formato è troppo influenzato dal tipo di lobby che si incontra, e dal K/D medio che vi potrebbe essere in una data partita.

Il fatto poi che queste partite vengano giocate su lobby pubbliche (quindi assolutamente impossibili da “controllare”, anche per gli admin del torneo) non fa che aumentare la casualità dell’evento, andando ad abbassarne la qualità e la competitività.

Anche i giocatori stessi per colpa del formato sono obbligati a fare mosse (o a ricorrere a strategie) del tutto folli, e fin dall’inizio della partita dedicano tutte le loro risorse alla folle caccia all’avversario spesso senza nemmeno avere una qualsivoglia tattica o strategia.

Con il formato Kill Race viene sostanzialmente ucciso il senso del Battle Royale, e speriamo vivamente che in futuro vengano proposte delle formule competitive meno focalizzate sulla singola kill, e più sul bel gioco e sulle strategie dei team.

La replica

Cosa ne pensate community?
Preferireste vedere un torneo diverso, con un formato che premia chi gioca meglio e non solo chi porta a casa più kill?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Meta delle armi di Warzone: STG ancora al TOP, Moonryde mostra un’ottima versione “ZERO RECOIL”

Meta delle armi di Warzone: STG ancora al TOP, Moonryde mostra un’ottima versione “ZERO RECOIL”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Armi – A pochi giorni dal rilascio della nuova patch, è tempo di tirare le prime somme su quali sono le armi attualmente migliori da giocare su Warzone.

Attraverso questo speciale non andremo a riportare “classifiche” definite, è ancora troppo presto.

Andremo però a vedere, per ognuna delle categorie maggiori, quali sono le armi consigliate per essere “certi” di avere tra le mani i giusti mezzi competitivi.

Iniziamo ovviamente dagli AR, i fucili più popolari tra quelli usati nel BR. Passiamo poi alle SMG, le LMG ed ai fucili da cecchino.

Al momento abbiamo preferito non inserire gli shotgun visti i recenti nerf che hanno colpito questa categoria.

Le armi più consigliate, e l’ultima versione dell’STG di Moonryde

Loadout per STG44 consigliato da Moonryde

Per quanto riguarda invece gli AR, segnaliamo anche l’ultima versione di quest’arma proposta da Moonryde.

Con un accessorio specifico (l’impugnatura in resina vegetale), sembra che l’arma goda di ancor più precisione e controllo, di fatto diventando una “Zero Recoil” a tutti gli effetti.

Miglior AR Warzone

Migliori SMG 

Migliori LMG

Migliori Sniper

Cosa ne pensate community? Pensate che qualche altra arma di Warzone meriti sicuramente una menzione qui sopra?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Per Jgod la Carl Gustaf è arma meta: “sbloccatela il prima possibile”

Per Jgod la Carl Gustaf è arma meta: “sbloccatela il prima possibile”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Carl Gustaf Warzone – Torniamo a parlare della nuova Carl Gustaf (o H4 Blixen), e delle versioni più consigliate in questo momento per la piccola SMG.

Aggiunta su Warzone solamente una manciata di giorni fa, la Carl Gustaf (sbloccabile eseguendo 3 uccisioni in scivolata con una SMG in almeno 15 partite, ndr) è indubbiamente già entrata nel cuore di molti giocatori.

Rapidissima, con un TTK assolutamente di vertice ed una precisione che la rendono ideale anche in midrange, la Carl Gustaf aspira a piazzarsi al vertice del meta delle armi. Secondo l’esperto JGOD quest’arma è già “meta”, e pertanto l’analyst ha consigliato ai giocatori di “affrettarsi” a sbloccarla, e di giocarla in BR.

In questo speciale, andiamo quindi a focalizzarci sia sugli accessori consigliati da JGOD, sia a quelli su cui ha invece optato il noto Booya. Anche il giocatore e CC dei FaZe è rimasto stregato dalla Gustaf, utilizzandola come arma supporto per la sua classe sniper.

Già ieri abbiamo visto in uno speciale alcune versioni molto interessanti della H4 Blixen, troverete qui i dettagli.

Loadout consigliati per Carl Gustaf – Warzone

Loadout consigliato per H4 Blixen (Carl Gustaf) da JGOD
Loadout consigliato per H4 Blixen (Carl Gustaf) da Booya

Cosa ne pensate di queste versioni community? Ne avreste altre da consigliare agli altri giocatori?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Warzone, il perk Serpentine delude le aspettative: “non fa la differenza”

Warzone, il perk Serpentine delude le aspettative: “non fa la differenza”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Uno dei contenuti più attesi dell’ultima patch è stato certamente il nuovo perk Serpentine, presentato al mondo come nuova ricetta “anti-sniper” e probabilmente già dimenticato nelle armerie di molti giocatori.

Quando è stato annunciato, Serpentine ha letteralmente mandato nel panico i camper di tutto il mondo. Il suo potere permette infatti ai giocatori di avere uno “scudo”, una vera e propria “protezione” mentre si sta utilizzando lo scatto.

Il perk è stato pensato proprio per evitare che i giocatori in open venissero killati con facilità da altri player appostati. Il “problema” però è che il perk non sembra funzionare al meglio, e non garantisce praticamente alcuna protezione.

Ancora una volta è stato JGOD a riportare questo interessante punto di vista su Twitter. Il noto analyst,  rispondendo al pro dei Subliners MavriqGG, ha infatti mostrato come fattivamente opera Serpentine sulle nostre armature…

Il perk entra in funzione non appena vengono rotte tutte le armature. Di fatto però non fa altro che assorbire 1/2 proiettili al massimo, non garantendo assolutamente quella protezione che in molti avevano immaginato.

Al momento il perk non è nemmeno tra i più scelti della sua categoria, e non è considerato un “perk meta”.

Di sicuro si comporterà in modo diverso in modalità come Iron Trials (o Prove di Ferro), dove l’elevato numero di punti vita può effettivamente valorizzare una specialità come Serpentine.

Voi avete provato il nuovo perk? Avete riscontrato degli effetti particolarmente positivi o negativi utilizzandolo?

Il post di JGOD sulla reale forza del perk Serpentine

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: