outbreak

Un leak conferma: la modalità Outbreak è in arrivo e sarà molto “grande”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Outbreak – Il segreto non è riuscito ad arrivare intatto fino alla settimana prossima: ormai non ci sono più dubbi, e qualcosa di veramente grosso è in arrivo su Call of Duty lato Zombie.

Infatti, Treyarch ha erroneamente postato sull’app di Call of Duty una notizia che sarebbe dovuta uscire in seguito, che conferma l’imminente arrivo della modalità Outbreak (di cui presto vedremo anche un trailer) con anche una brevissima descrizione che però ci aiuta a capire quale destino ci attende sullo sparatutto di Activision.

Questa nuova modalità viene infatti descritta come un’esperienza di gioco “a larga scala” (si parla quindi del famoso “open world”  citato innumerevoli volte in questi ultimi giorni) interamente dedicata agli Zombie, e questa informazione giunge a poche ore di distanza dalla risoluzione dell’easter egg di Firebase Z scoperto dal giocatore dei 100 Thieves NoahJ456, in cui si può vedere (e sentire) un chiaro riferimento al fatto che nei Monti Urali sta per iniziare un’importante missione a tema Zombie.

Ecco l’immagine erroneamente pubblicata sull’app, e “catturata” da alcuni attentissimi giocatori prima della sua effettiva rimozione:

Cosa ne pensate community?

A questo punto appare chiaro che gli Zombie avranno un nuovo importante “palco” all’interno della scena di Call of Duty, e che qualsiasi cosa sia in arrivo sarà anche “grande” al punto da giustificare l’utilizzo di “open world”…come sempre però, non ci resta altro da fare che attendere speranzosi di conoscere altre novità nelle prossime ore/giorni.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701