Tornano i MONDIALI di Warzone: qualificazioni aperte per TUTTI i giocatori!

Tornano i MONDIALI di Warzone: qualificazioni aperte per TUTTI i giocatori!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Con una nuova serie di annunci su Twitter, Activision ha reso noti tutti i dettagli relativi alla nuova tornata 2022 dei mondiali di Warzone!

Quest’anno la competizione torna con ben 600 Mila Dollari in palio, 300 dei quali per il torneo nordamericano, e gli altri 300 per l’evento della scena europea. Tutti gli interessati potranno partecipare alla fase di qualificazione (qui ulteriori dettagli), che si terrà dal 12 al 15 del prossimo Agosto.

Le squadre dovranno iscriversi seguendo il formato terzetti, sapendo che dai qualifier avanzeranno i migliori 20 team (40 in totale, 20 per l’EU e 20 per il Nord America).

Questi andranno a comporre un nuovo bracket, insieme alle 20 squadre che verranno invitate ufficialmente da Activision per l’evento finale.

I 120 giocatori partecipanti all’ultimo showdown (40 squadre da 3 giocatori ognuna), potranno inoltre giocarsela per i 100mila Dollari nuovamente messi in palio da COD per il Solo Yolo.

La struttura dei mondiali di Warzone

Come certamente ricorderete, il Solo Yolo è quel formato in cui si gioca tutti contro tutti, ed in cui vince solamente l’ultimo giocatore a restare in piedi a fine partita.

Ancora non sappiamo quali sono le informazioni tecniche riguardo ai qualifier, e purtroppo non è neanche noto quali siano le squadre che verranno invitate. Restano ancora una manciata di giorni prima dell’inizio dell’evento, e pertanto non possiamo far altro che aspettare il rilascio di nuove e più dettagliate informazioni.

Cosa ne pensate community? State seriamente pensando di prendere parte al qualifier per lo showdown europeo dei mondiali di Warzone? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 


Jgod svela un accessorio “inutilizzato” per ridurre drasticamente il rinculo su Warzone!

Jgod svela un accessorio “inutilizzato” per ridurre drasticamente il rinculo su Warzone!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Rinculo Warzone – Con un nuovo interessantissimo video su You Tube, il celebre Jgod è tornato a parlare di accessori delle armi di Warzone, e di quelli che lui ritiene “i migliori” per la performance delle nostre armi.

In generale gli accessori dei loadout servono per due scopri precisi: aumentare il numero di danni; diminuire il rinculo verticale/orizzontale. Quando si riescono a compensare questi due fattori, l’arma in nostro possesso si trasforma diventando competitiva e divertente (oltre che più facile) da giocare.

Ma quali accessori scegliere? I numerosi loadout che pubblichiamo ogni giorno, dimostrano che vi sono infiniti modi per settare le proprie armi. Alcuni accessori sono però incontrovertibilmente migliori rispetto ad altri.

Quindi, come qualche settimana abbiamo visto per quale motivo non andare a mischiare gli effetti bonus degli accessori (troverete qui i dettagli), oggi torniamo a parlare dell’argomento concentrandoci solamente sul reparto “sottocanna”.

Secondo Jgod infatti, al momento il “bipiede” sarebbe un accessorio anche migliore rispetto a M1941, Carver e presa angolare M1930. Questo singolo pezzo è in grado di abbassare il rinculo della nostra arma (in questo caso una Cooper Carbine) di quasi il 30%, a patto che si spari in posizione prona, con arma montata o da accovacciati.

Come ridurre il rinculo dalle armi di Warzone? Lo spiega JGOD! 

Ecco il video con l’esperimento:

Cosa ne pensate di questa particolare informazione community? Proverete il Bipiede sulla vostra arma longrange in una prossima sfida su Warzone?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 


Metaphor commenta Warzone 2: “Addio Slide Canceling; mix tra Caldera e Blackout”

Metaphor commenta Warzone 2: “Addio Slide Canceling; mix tra Caldera e Blackout”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone 2 – Il celebre Metaphor ha avuto la possibilità di osservare da vicino il nuovo Modern Warfare 2, ed in particolare il multiplayer, la modalità DMZ ed ovviamente anche Warzone 2.

Come noto il nuovo battle royale dovrebbe sbarcare ufficialmente online il prossimo 16 Novembre, e siamo ormai vicinissimi al rilascio delle prime informazioni ufficiali. Ricordiamo infatti che durante il 15 Settembre si terrà la “COD Next“, diretta streaming durante la quale i devs di Activision ci mostreranno quali novità attendono i player per il futuro di Call of Duty.

La febbre da Warzone 2 è quindi altissima, e le considerazioni di Metaphor giungono a noi come una conferma importantissima sullo stato del gioco.

Rispondendo ad alcune domande riguardo il nuovo capitolo del BR Activision, Metaphor ha prima di tutto spiegato che lo Slide Canceling non sarà presente su Warzone 2.

Queste dichiarazioni sono in linea con quanto detto da un altro noto streamer, ovvero Swagg, anch’esso sicuro del fatto che lo Slide Canceling non “workerà” cosi come fa oggi su Warzone.

“Warzone 2? Mi ricorda moltissimo COD 4”

Riguardo al gameplay, Metaphor ha confermato che il nuovo gioco è bellissimo a livello visivo… Che gli edifici sono estremamente dettagliati al loro interno, e che il movement è assolutamente godibile. In questo senso, Metaphor ha spiegato che il nuovo Warzone 2 gli ricorda molto Call of Duty 4, e che a livello di movimenti la nuova mappa è una via di mezzo tra Blackout e Caldera.

Inoltre, Metaphor ha dichiarato che “Il rinculo delle armi visto nel trailer che hanno rilasciato era falso” aggiungendo che “questo è tutto quello che dirò sull’argomento”…

Bisognerà quindi vedere se le armi saranno più o meno “controllabili” di quanto visto nel trailer, al netto del fatto che il gioco è estremamente piaciuto a questo content creator.

Cosa ne pensate di queste prime novità community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 


Anche le STIM rotte ai mondiali di Warzone: un Entervene “immortale” fa fuori Booya, il video è virale

Anche le STIM rotte ai mondiali di Warzone: un Entervene “immortale” fa fuori Booya, il video è virale

Profilo di Stak
 WhatsApp

Non solo VPN e giocatori “collusi” per guadagnare più kill… Ai mondiali di Warzone abbiamo purtroppo visto anche un glitch relativo alle Stim che rischia di minare l’integrità competitiva dell’intero torneo.

Come noto, le siringhe tattiche Stim causano un malfunzionamento per il quale la vita non va mai sotto lo zero. Questo glitch era stato precedentemente risolto, anche se si è nuovamente manifestato durante il recente qualifier per la regione nordamericana dei mondiali, andando a colpire uno degli streamer più seguiti del mondo.

La “vittima” in questo caso è infatti il celebre Booya, che pur colpendo ripetutamente il suo avversario Entervene non è riuscito a portare a casa la fight, venendo sconfitto.

Come potrete vedere voi stessi dal video allegato qui in basso, per ogni proiettile di Booya che va a bersaglio, la Stim rigenera tutta la vita a velocità sorprendente.

Di fatto la vita di Entervene viene ripristinata tra un proiettile di Booya e l’altro… Rendendo la kill impossibile allo streamer del FaZe Clan…  La cosa ha chiaramente scatenato le ire dei giocatori, con il video in questione che ha ottenuto decine di migliaia di views in poche ore.

Resta ora da capire se i devs riusciranno a fixare questo fastidiosissimo glitch, che rischia di compromettere il già delicatissimo equilibrio che contraddistingue gli eventi competitivi di Warzone.

Segnalato un bug per i Lanciatori

Sempre riguardo a bug e glitch, si segnala un nuovo malfunzionamento ai lanciatori come l’RPG.

Sembra infatti che alcuni proiettili non vengano correttamente registrati sul bersaglio (pur essendo giusta la mira). Al momento il bug non è stato condiviso sul Trello ufficiale, ma non appena disponibili provvederemo a pubblicare nuovi ed eventuali aggiornamenti.

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: