Thurmzy manda al tappeto Tommey e si pavoneggia sui social, dura la replica della star dei 100 Thieves

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Tommey – In giochi come Warzone in cui in una singola partita si possono potenzialmente incontrare centinaia di persone, non è raro finire nella stessa lobby con uno dei tanti celebri content creator del gioco…

La maggior parte dei giocatori spesso nemmeno nota la presenza di un pro o di un membro della scena esports nella lobby, ma alcuni approfittano invece della cosa per andare a caccia di streamer, attuando una pratica nota come “streamsniping“.

Come più volte presentato in passato su Powned, per Streamsniping si intende lo “spiare” uno streamer per poterne conoscere l’esatta posizione, cosi da “stanarlo” e sconfiggerlo. Uno dei giocatori che ha maggiormente “subito” questo tipo di azioni è certamente Tommey, che recentemente si è addirittura imbattuto in alcuni streamsniper (che sono a tutti gli effetti dei veri e propri cheaters) nel bel mezzo di un torneo competitivo.

Nel corso di una sessione di gioco al termine della scorsa settimana, Tommey è stato sconfitto su Verdansk dallo streamer Thurmzy, che si è poi diretto sui social (su TikTok) dove ha iniziato a pavoneggiarsi per il risultato ottenuto.

Mandare al tappeto Tommey è certamente un’azione degna di nota, e quindi sarebbe del tutto normale postare una storia sul proprio profilo sulla vicenda. Purtroppo per Thurmzy però, Tommey ha scoperto che il suo collega streamer lo stava “sniperando”, e lo ha quindi accusato pubblicamente, consigliandoli anche di diventare una persona “migliore”.

Thurmzy ha fin da subito negato ogni accusa, ma Tommey è tornato nuovamente nella discussione postando svariati video che dimostrerebbero la malafede di Thurmzy o comunque dei suoi compagni di squadra, dato che in più occasioni si “chiamano” tra loro la posizione proprio di Tommey.

Ecco la serie di post sulla questione:

Ancora una volta restiamo quindi in attesa di scoprire se Activision pubblicherà la già discussa (ed ormai assolutamente necessaria) modalità streamer, grazie alla quale verrà (forse) finalmente risolto questo fastidioso problema.

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701