verdansk

The Last Dance in Verdansk: Tommey vince il primo qualifier; male DrDisRespect che si scaglia ancora contro l’AIM Assist

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Ieri sera si è consumata la prima edizione dei qualifier del The Last Dance in Verdansk, torneo competitivo di Warzone che come il nome stesso suggerisce fungerà da “ultimo grande evento” della celebre città dell’est Europa.

Nel primo qualifier i migliori team sono stati quelli di Huskerrs/Newbz, Swagg/Booya e Tommey/Almond, rispettivamente terzi, secondi e primi classificati nel round 1 e già qualificati per l’evento finale che si svolgerà fra poche settimane, ed a cui parteciperanno anche le altre squadre che si qualificheranno dai prossimi due tornei qualifier.

Dietro di loro, ma pur sempre classificati alla fase finale, anche le due squadre composte da Intechs/zColors ed Aydan/Rated, con gli ultimi due citati che sono riusciti a strappare l’ultimo biglietto disponibile giungendo a pari merito con Skullface49 & HisokaT42 (anche loro a 73 punti), ma sopravanzandoli per differenza kill (sono 50 quelle di Aydan e Rated, e solamente 42 quelle di Skull/Hisoka).

Ricordiamo che il secondo qualifier è fissato per il prossimo 21 Ottobre, mentre il terzo ed ultimo si svolgerà il 27 Ottobre. L’evento finale, che andrà ad assegnare i premi in palio del torneo, andrà invece in scena il 2 di Novembre, a 3 giorni dal rilascio di Vanguard online ed a circa un mese di distanza dallo sbarco (probabile) di Pacific come nuova mappa (troverete altri dettagli in merito a questo argomento cliccando qui).

Tra le squadre che hanno maggiormente deluso, vi è sicuramente la coppia composta da DrDisRespect e TimTheTatman, che non sono riusciti ad andare oltre un decisamente poco edificante ultimo posto.

Dei due, DrDisRespect ha poi catturato l’attenzione di tutti gli spettatori a seguito di un vero e proprio TILT che lo ha visto protagonista nel corso delle sfide iniziali. Il DOC, colpito, atterrato e confermato da un pad player ha infatti perso completamente le staffe in diretta streaming, sfogandosi ancora una volta contro il crossplay, l’AIM Assist ed il fatto che questa sarebbe “eccessivamente frustrante” da subire.

In una precedente diretta streaming, il noto content creator ha addirittura paragonato l’assistenza alla mira (seppur non nominandola direttamente) ad una specie di hack, proprio perchè dal suo punto di vista l’aim assist sarebbe cosi impattante da alterare le normali abilità e skill dei player.

Al netto delle considerazioni personali o di DrDisRespect, sarebbe meglio evitare questo tipo di lamentela/sfogo, anche perché il DOC era perfettamente consapevole che tra gli altri partecipanti ve ne sarebbero stati anche alcuni con il pad.

 

Il video del DOC al The Last Dance in Verdansk

Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

  • Dove rivedere la replica delle sfide? Clicca qui

Articoli correlati: 


The Last Dance in Verdansk: Tommey vince il primo qualifier; male DrDisRespect che si scaglia ancora contro l’AIM Assist
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701