nuova mappa warzone

Teep sulla nuova mappa di Warzone: “sono eccitatissimo, ma speriamo ci siano poche scale”

Profilo di Stak
 WhatsApp

A circa dieci giorni dal gigantesco cambiamento in arrivo su Warzone con la nuova mappa Pacific Caldera, vediamo quali sono le sensazioni ed i pareri di alcuni tra i più esperti content creator della scena.

Come per la maggior parte dei giocatori, anche per personalità del calibro di TeeP l’imminente arrivo di Caldera è estremamente entusiasmante, non solo perchè andremo finalmente a cambiare location per le nostre partite in BR, ma anche perché la nuova mappa in arrivo promette davvero di regalarci grandi emozioni.

Proprio TeeP, dopo aver abbondantemente elogiato (almeno per quello che ha potuto vedere) i devs per il lavoro su Pacific, si è però detto preoccupato di una sola ed unica questione: le troppe scale presenti su Verdansk.

Secondo Teep infatti, le numerose scale dei palazzi di downtown o delle altre strutture molto alte sparse sulla mappa sono un perfetto alleato per i giocatori che fanno “camping” (ovvero che si appostano in un punto ed aspettano il nemico – ne abbiamo parlato qui), e sarebbe quindi meglio se nella nuova Caldera le scale fossero molte meno ed anche meno “alte”.

Come dicevamo, c’è comunque grande entusiasmo attorno a questo nuovo grande contenuto, sicuramente alimentato dal fatto che i colori e l’ambientazione di Caldera hanno già abbondantemente conquistato migliaia e migliaia di giocatori.

Tra questi anche TimTheTatman o DrDisRespect ad esempio, due celebri figure di certo non note per essere state “morbide” nei giudizi rivolti all’operato di Activision, che invece si sono detti letteralmente “elettrizzati” dall’imminente sbarco di Pacific Caldera.

Nel corso di una recente diretta streaming il DOC ha addirittura affermato che l’ambientazione di Pacific gli ricorda molto quella di PUBG (uno dei titoli certamente “preferiti” del DOC), dando chiaramente un’asserzione molto positiva al commento.

C’è da dire che nella stessa diretta la coppia ha anche aspramente criticato Activision, come dicevamo prima sia TIM che DOC hanno in più occasioni manifestato tutta la loro contrarietà verso Warzone, in particolare per il fatto che (secondo loro) le ricompense dell’evento Secrets of the Pacific sarebbero state troppo “povere”.

Solamente delle immagini, nemmeno complete ed in bianco e nero, non sono “abbastanza” rispetto alle 5 ore che impieghi per terminare la sfida” ha affermato TimtheTatman, “per un piccolo “indie game” potrebbe anche andare bene, ma delle immaginette per un’azienda che fattura 4 miliardi di Dollari a trimestre no, è poco” ha rincarato il DOC sulla questione.

A prescindere dalla questione delle ricompense di Secrets of the Pacific, resta il fatto che le primissime impressioni di Caldera Pacific sembrano assolutamente positive…speriamo a questo punto che il lancio della nuova mappa rispetti semplicemente le aspettative.

Warzone, segnalazione per i nuovi operatori: “camping” (o camperare) e “cecchino” sono due cose estremamente diverse!

Cosa ne pensate community? Siete d’accordo con quanto affermato da DOC e TIM? Ma soprattutto, siete d’accordo con TeeP sulla richiesta di avere meno scale sulla nuova mappa di Warzone? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

loadout stg44

Swagg svela il suo loadout “Zero Recoil” per l’STG44! Luce anche su due versioni dell’ottima PPSH

Profilo di Stak
 WhatsApp

Loadout STG44 & PPSHLa tumultuosa giornata in cui è stata annunciata pubblicamente l’acquisizione da parte di Microsoft dell’intero gruppo Activision Blizzard volge al termine, ed ora tutti aspettano di capire che tipo di esiti genererà tutto questo nel mercato.

La vita dei giocatori del resto proseguirà come se nulla fosse su Caldera e Rebirth, ed è per questo che vogliamo andare a concentrarci nuovamente sul nostro amato titolo BR, al fine di analizzarne quelle che nelle ultime ore sono state alcune tra le più interessanti proposte sul fronte dei loadout delle armi.

La prima menzione spetta di diritto all’STG44 di Swagg. Il celebre content creator del FaZe Clan ha infatti identificato una versione dell’ottimo ar di fabbricazione tedesca che vanta un rinculo quasi del tutto inesistente.

L’arma è talmente stabile da essere tra le “Zero Recoil” del momento, merito certamente anche dei recenti buff che hanno colpito proprio l’STG44, arma che già prima della patch era ritenuta da una consistente fetta di player la migliore alternativa al Bren (fino a qualche giorno fa numero uno indiscusso del meta).

Oltre a questa versione dell’STG, di seguito andremo anche a riportare due loadout dedicati alla piccola ma portentosa PPSH, pistola mitragliatrice che insieme all’MP40, alla Sten, e certamente alla nuova Welgun, svetta tra le migliori a disposizione dei giocatori per i combattimenti a distanze molto ravvicinate.

Di seguito i dettagli di entrambe queste armi, riportando i loadout proposti da Swagg per l’STG, e dall’italiano Nayked e da Teep per il PPSH.

Loadout consigliato da Teep per PPSH
Loadout consigliato da Nayked per PPSH
Loadout “Zero Recoil” per STG44 consigliato da Swagg

Cosa ne pensate community? Quale di queste armi proverete alla vostra prossima sessione su Caldera o Rebirth? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Jgod non ha dubbi: “Welgun migliore dell’MP40 per TTK e velocità di movimento”

Articoli correlati: 

microsoft activision

Microsoft ha acquistato Activision Blizzard! Quale fine per Call of Duty su PlayStation?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Una vera e propria “bomba” quella sganciata pochi minuti fa dai canali ufficiali di Xbox…la gigantesca Microsoft ha infatti acquistato, per intero, Activision Blizzard!

Dopo mesi burrascosi (quando non drammatici, ndr) dovuti allo scandalo, ed alle successive inchieste dovute alle molestie ed agli abusi sessuali che si sono consumati all’interno dell’azienda, termina cosi un lungo ciclo per Activision Blizzard, e se ne apre uno totalmente nuovo all’orizzonte.

Pur non essendoci ancora conferme ufficiali da parte dei diretti interessati, sembra che dietro l’accordo vi sia una cifra davvero astronomica: ben 70 miliardi di Dollari (la fonte è il noto ed autorevole Wall Street Journal, ndr)…addirittura 20 miliardi di Dollari in più rispetto a quella che era la “stima” del valore di mercato dell’azienda.

La cosa avrà una portata incredibilmente pesante. Vi basti pensare a come si andrà a sviluppare l’attuale presenza su PlayStation di titoli che a questo punto si apprestano a diventare “esclusive” per Xbox e PC. Oltre a giochi come Overwatch, la questione potrebbe riguardare direttamente anche Call of Duty, storico titolo da sempre presente sulle console di Sony.

Al momento queste restano speculazioni, dato che non vi è stato ancora nessun chiarimento ufficiale da parte di Microsoft. Sembra però abbastanza ovvio pensare che i titoli futuri di questi franchise, fino ad oggi sempre “multi platform”, potrebbero presto diventare un’esclusiva interdetta ai giocatori PlayStation.

Microsoft, attraverso il noto big Phil Spencer, si è al momento limitata a commentare la cosa su Xbox Wire con il seguente intervento: “Siamo molto contenti di poter lavorare con le incredibili, talentuose, ed appassionate persone di Activision Publishing, Blizzard Entertainment, Beenox, Demonware, Digital Legends, High Moon Studios, Infinity Ward, King, Major League Gaming, Radical Entertainment, Raven Software, Sledgehammer Games, Toys for Bob, Treyarch e tutti i team di Activision Blizzard“.

Il post ufficiale

Non appena disponibili, provvederemo a pubblicare nuove e più dettagliate informazioni sull’argomento.

Clamoroso sul Wall Street Journal: il CEO di Activision Blizzard Bobby Kotick sapeva tutto! “Minacce e molestie ai suoi dipendenti”

Articoli correlati: 

cheaters nerfati

JoeWo mostra la “prova” in diretta: i cheater nerfati ci regalano delle free kill su Caldera e Rebirth

Profilo di Stak
 WhatsApp

Cheater Nerfati – Nel corso della serata di ieri abbiamo parlato di una nuova situazione assolutamente unica, che potrebbe presto mettere definitivamente la parola “FINE” sopra la testa di molti, moltissimi cheater.

Come accennato nello scorso update (che troverete qui, ed in cui vi raccontiamo di un cheater “nerfato” nel bel mezzo di una partita), sembra che Ricochet abbia in parte modificato ed aggiornato le sue capacità di identificare ed eliminare gli imbroglioni, di fatto andando ad indebolire le statistiche di questi giocatori, cosi da farli diventare dei “BOT” in grado di regalare free kill ai giocatori onesti.

In pratica, sembra che Ricochet vada a trasformare in “coriandoli” i proiettili dei giocatori cheater, nel senso che questi non riescono più ad uccidere nessuno, pur essendo provvisti di aimbot e altri programmi che rendono la mira perfetta.

L’azione di Ricochet del resto dovrebbe concentrarsi proprio su questo: l’anti cheat identifica quei giocatori dotati di una mira “sovraumana”, si accorge che qualcosa evidentemente non funziona in modo “regolare” e quindi applica un “nerf” ai colpi del giocatore con la mira troppo precisa.

Come potrete vedere voi stessi anche dal video che ha postato JoeWo poche ore fa su Twitter, il cheater in questione spara molteplici volte contro JoeWo, ma non riesce nemmeno a levargli una singola armatura. Rispetto ad una situazione “normale”, potremmo anche ipotizzare che i danni dei cheaters vengano nerfati del 90% o più.

JoeWo parla esplicitamente di “prova” del fatto che su Warzone esiste un sistema che va quasi ad azzerare i danni dei giocatori con delle statistiche eccessivamente buone. Questo ha chiaramente scatenato parte dei giocatori onesti, certamente contenti della punizione inflitta ai cheaters, ma anche preoccupati del fatto che questo sistema sia davvero ineccepibile.

Alcuni utenti hanno infatti commentato su Reddit: “siamo sicuri che questo “nerf” ai proiettili venga inflitto solo ai cheaters e non anche ai giocatori eccezionali, che magari sparano bene solo perché sono incredibilmente forti?“…

Streamer cheater frigna in diretta su Rebirth: “l’aimbot non funziona”; la community, divertita, si gode il momento!

In tal senso, sembra che l’utilizzo dell’aereo per alzare vertiginosamente il proprio K/D possa essere uno dei motivi per ottenere uno “shadowban” da Ricochet. Riportiamo ad esempio la storia dello streamer ImDilla, giocatore recentemente shadowbannato per aver alzato il suo K/D ad una media di 7/10 settimanale…un numero veramente impressionante.

ImDilla è quindi sicuro che per colpa di questa sorprendente crescita di K/D il suo account sia stato “colpito da Ricochet“, costringendolo a farsene uno nuovo di zecca per tornare a giocare normalmente.

La prova di JoeWo sui cheater nerfati

Al momento continua a mancare una vera e propria conferma da parte dei devs, ma il discorso iniziato ieri sulle nostre pagine riguardo a questo nuovo “Ammo Nerf” per i cheater (vengono colpiti solo i giocatori con mira sovraumana, al momento quindi, qualsiasi altra speculazione è da considerare come una tesi “complottista”) acquisisce oggi una cruciale prova.

Cosa ne pensate community? Siete felici del fatto che i cheater diventeranno presto i nuovi BOT di Caldera e Rebirth? Free Kill per tutti!!!

Articoli correlati: