glitch rebirth island

Scoperto un Glitch che fornisce vite infinite su Rebirth Island

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Un periodo di lavoro estremamente intenso quello che stanno attualmente vivendo gli sviluppatori di Call of Duty Black Ops Cold War.

Dopo i numerosi problemi e bug che hanno colpito nel corso degli ultimi giorni svariate migliaia di giocatori (su tutti quello dell’invisibilità e quello dei loadout) pare che ve ne sia un altro, forse ancor più grave all’orizzonte.

Durante una normale partita su Warzone nella nuova mappa di Rebirth Island, una squadra trio ha inavvertitamente attivato un glitch che gli ha letteralmente regalato la vittoria dell’intera partita. I giocatori hanno infatti scatenato, pur non sapendolo, un bug durante la fase del rischieramento (non andremo a spiegarne i dettagli per non favorire l’abuso di questo drammatico glitch: il fine dell’articolo è solo quello di informarvi della situazione), per il quale la squadra è riuscita a rischierare all’infinito un compagno di team pur essendo stato sconfitto l’intero team.

Come molti di voi sapranno nei terzetti di Rebirth Island si può tornare in vita a patto che sia ancora in piedi almeno un singolo nostro compagno di squadra. In questo caso, come potrete vedere anche dal video sotto, questo “limite” viene aggirato garantendo infiniti “respawn” e finanche la vittoria di un’intera battaglia al team protagonista.

Glitch su Rebirth Island

In Rebirth Island, after I died and third teammate left, my "view" was stuck and my teammate kept redeploying again and again until everyone died in the gas and we won the game, if this is a new exploit please fix that ASAP from CODWarzone

Al momento non è ancora chiara agli sviluppatori la ragione che spiega il suddetto malfunzionamento, ma non appena disponibili provvederemo a pubblicare nuovi e più dettagliati aggiornamenti.

Questo articolo è stato realizzato in collaborazione con la community FB CALL OF DUTY ITALIA – Fan Community.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701