Scena competitiva di COD: annunciate le World Series of Warzone!

Scena competitiva di COD: annunciate le World Series of Warzone!

Profilo di Stak
 WhatsApp

La notizia che in tanti attendevamo ha finalmente trovato la luce da pochi minuti sui principali social dedicati a Warzone: anche il Battle Royale di Activision avrà presto una sua scena competitiva, con centinaia di migliaia di Dollari in palio.

Dal primo ed ancora poco dettagliato trailer ufficiale, abbiamo infatti scoperto la nascita delle World Series of Warzone 2021, mega torneo che includerà quattro diversi eventi con di 300.000 Dollari di montepremi per ognuno.

Questa serie di eventi sarà “semi-invitational”, quindi sostanzialmente un ibrido a cui parteciperanno sia le star ed i maggiori content creator della scena, sia i normali giocatori (anche i “casual”), che dovranno sfidarsi in coppia e terzetti nei continenti del Nord America e dell’Europa.

L’evento NA Trios per le World Series of Warzone 2021 sarà il primo della stagione e inizierà il 22 giugno 2021. Al torneo parteciperanno 50 squadre terzetti nordamericane che competeranno in una lobby personalizzata per sei partite. I punti verranno accumulati in base al numero di uccisioni ottenute da ciascuna squadra ed al loro piazzamento in ogni partita. Sulla base di questo punteggio verranno divisi i primi 200.000 Dollari del montepremi totale che sarà destinato per ogni evento.

I restanti 100 mila andranno invece destinati ad un torneo speculare a terzetti che vedrà alcuni tra i più importanti content creator della scena invitati a partecipare (con i compagni di squadra che loro stessi selezioneranno) direttamente da Blizzard.

Ecco il trailer ufficiale dell’annuncio:

Al momento sono disponibili poche altre informazioni relative alle competizioni (troverete tutto sul regolamento e sull’eleggibilità dei partecipanti consultando il sito ufficiale – clicca qui), ma non appena disponibili nuovi aggiornamenti non esiteremo a riportarli di seguito.

Il post ufficiale

Oggi ha inizio una nuova era per gli scontri competitivi di Call of Duty: Warzone: Activision Blizzard Esports annuncia la World Series of Warzone – nota anche come WSOW – in cui i migliori giocatori di Call of Duty parteciperanno per il più grande montepremi mai visto in Warzone.

Questa vetrina per i migliori talenti di Nord America ed Europa vedrà terzetti e coppie competere in quattro competizioni online su Warzone, in un evento di dimensioni mai viste prima tenuto da Activision Blizzard Esports.Durante il primo anno, la World Series of Warzone avrà un montepremi di $1,2 milioni divisi tra i quattro eventi. Il primo di questi, una competizione tra terzetti, che verrà tenuto il 23 giugno perla regione del Nord America.

Ecco cosa ti serve sapere:

Il formato

La World Series of Warzone è un evento ad arruolamento dove la squadra guadagna punti per ogni uccisione e per il piazzamento finale in ogni match. A sua volta, ogni squadra gioca inoltre per un team allargato di 10 squadre guidato da un Capitano, e il Team con più punti sommando i punteggi delle varie squadre riceverà premi aggiuntivi.

Si comincia con cinque Capitani, selezionati tra i migliori giocatori di Call of Duty, che verranno annunciati in futuro. Guideranno cinque squadre da 10 terzetti o 15 coppie (30 giocatori in totale), tra cui il terzetto di cui il Capitano farà parte assieme a due giocatori arruolati sul momento.

I giocatori potranno qualificarsi per la WSOW ed essere idonei per l’arruolamento in uno di due modi:

1.Una parte dei giocatori della WSOW verrà invitata direttamente da Activision. In più, i 12 team della Call of Duty League avranno l’opzione di invitare una squadra a loro scelta. Segui i tuoi team preferiti per maggiori informazioni su come hanno intenzione di selezionare i giocatori per la competizione, e facci sapere chi vorresti veder competere usando gli hashtag #WorldSeriesofWarzone e #WSOW.

2. Le qualifiche libere e alcuni tornei della community verranno ospitati dalle organizzazioni del team della Call of Duty League e dai partner ufficiali del programma WSOW.

Nota: non verrà permesso a più di due giocatori professionisti della Call of Duty League di competere nella stessa squadra.

Una volta assegnati tutti i posti tramite inviti e qualifiche, avrà ruolo l’arruolamento. I cinque Capitani sceglieranno la propria squadra (il proprio terzetto, per il primo evento), dopodiché, sceglieranno i giocatori per gli altri nove terzetti nel team allargato. L’arruolamento sarà in stile “snake”. Ciò significa che il Capitano che ha scelto per primo nel primo round, sceglierà per secondo nel secondo round, mentre il Capitano che sceglie per ultimo nel primo round sceglierà per primo nel secondo round.

Una volta completate tutte le squadre, l’evento principale avrà inizio.

I partecipanti guadagneranno Punti WSOW per sé stessi, per il team del Capitano (composto da 10 terzetti in totale) con ogni uccisione, e il piazzamento finale di ogni squadra darà ulteriori Punto WSOW per la proprio squadra e per il proprio Team al termine di ogni mappa con un moltiplicatore relativo al piazzamento.

Per esempio, se un terzetto guadagna solo dieci uccisioni e finisce 16esimo-50esimo su una mappa, guadagnerà 10 Punti WSOW.

Se lo terzetto si piazza al secondo-15esimo posto nella mappa con lo stesso numero di uccisioni, guadagneranno 15 Punti WSOW dal momento che un piazzamento nella Top 15 su una mappa offrirà un moltiplicatore di 1,5x.

Infine, se lo stesso terzetto emerge vittorioso sulla mappa con 10 uccisioni, guadagneranno 20 Punti WSOW grazie a un moltiplicatore 2x per le vittorie.

Questo formato è costruito per offrire alta intensità, vittorie con un alto numero di eliminazioni, e con $300.000 in palio per il primo evento, ogni colpo sarà cruciale.

I terzetti individuali competeranno per due terzi, $200.000, di quel montepremi, e il terzetto che guadagnerà più punti poterà a casa la fetta più grande per quell’evento. Gli altri $100,000 saranno invece dedicati alla Captain’s Cup, una divertente variante dei tornei con formula tradizionale che verrà guidata da alcuni dei più grandi nomi di Call of Duty.

I cinque Team dei Capitani verranno valutati in base al punteggio cumulativo dei 10 terzetti che ne fanno parte. Le prestazioni di ogni Team determinerà la fetta di premio guadagnata durante la Captain’s Cup, con $20.000 dedicati al capitano vincente, e $1.000 per ogni membro della squadra.

Una nota finale: prima di partecipare a un evento WSOW, Activision effettuerà un esteso controllo di sicurezza per verificare la buona reputazione dell’account Activision in questione.In caso il partecipante abbia violato gli standard di integrità della competizione, verrà bannato da ogni evento di Warzone sponsorizzato da Activision, oltre a possibili conseguenze ulteriori.

Le date degli altri tre eventi, ovvero un evento a terzetti per l’Europa e due eventi a coppie per Nord America ed Europa, verranno annunciati in futuro.

Come competere

Pronti a diventare i primi campioni della World Series of Warzone? È il tuo giorno fortunato: le prime qualifiche sono questo lunedì 24 maggio.

Se pensi di essere abbastanza bravo per giocare sul più grande palcoscenico di Warzone, puoi iscriverti qui gratuitamente, sul sito di GameBattles per giocare nelle World Series of Warzone Open Qualifier per terzetti.La squadra di tre giocatori che emergerà vittoriosa riceverà un invito per competere nell’evento WSOW: Trios.

Tutti i giocatori sono soggetti alle restrizioni di idoneità e al Regolamento ufficiale, in particolare all’obbligo di maggiore età, essere residente in Nord America (per il primo evento WSOW), ed essere in grado di registrare il proprio gameplay. Visita il sito GameBattles per maggiori dettagli e per registrare la tua squadra da tre membri.Non perdere tempo, i posti finiranno in fretta e verranno assegnati in ordine di iscrizione!

Le altre qualifiche per i restanti eventi WSOW verranno annunciate in seguito.

Visita il blog di Call of Duty per tutti gli aggiornamenti riguardo alla World Series of Warzone, compreso quando si terranno le altre qualifiche, come sintonizzarsi e molto altro.

Ci vediamo online.

 

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Metaphor loda l’NZ-41: “straordinaria dopo il BUFF”! Il Cr56 Amax è invece ingiocabile

Metaphor loda l’NZ-41: “straordinaria dopo il BUFF”! Il Cr56 Amax è invece ingiocabile

Profilo di Stak
 WhatsApp

NZ 41 Warzone – Le recenti tornate di bilanciamenti hanno iniziato a generare i primi effetti nel meta delle armi di Warzone.

Tra i fucili d’assalto sono almeno due quelli che oggi si ritrovano in una condizione profondamente diversa rispetto all’era “pre-patch“. Stiamo parlando dell’NZ-41 per un verso, e del CR56 Amax per un altro.

Il primo AR ha certamente goduto di un sostanzioso potenziamento. Molti degli accessori dell’NZ hanno visto aumentare sensibilmente numeri e statistiche, ed oggi l’arma appare più competitiva che mai.

Il noto Metaphor, mediante un nuovo video pubblicato su YT, ha svelato la sua versione più consigliata per giocare su Rebirth e Caldera, sottolineando quanto in questo momento l’NZ sia certamente un’arma su cui possiamo fare affidamento per i tiri in long range.

Proprio Metaphor ha anche recentemente proposto una singolare versione del Bullfrog, che speriamo possa esservi utile da abbinare all’NZ sopra menzionata.

Loadout consigliato per l’NZ 41 – Warzone

Loadout consigliato da Metaphor per NZ 41 e Bullfrog

CR56 Amax pesantemente nerfato

L’alter ego dell’NZ in tutta questa situazione sembra essere al momento il CR56 Amax, protagonista di nerf molto netti ed importanti.

I devs hanno infatti deciso di diminuire sia i danni minimi che massimi, abbassando considerevolmente i secondi, ed ancor di più i primi. Di fatto ora i danni sono passati da 31/31 a 31/24.

Per molti giocatori, questo tipo di intervento non era necessario, anche perchè ora l’arma rischia di diventare (ammesso che non lo sia già) del tutto ingiocabile.

Voi cosa ne pensate community? Con quale versione di AR vi state trovando meglio al momento?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Warzone 2 – Dr Disrespect tuona minaccioso: ”Tornare sul gioco? Solo ad una condizione…”

Warzone 2 – Dr Disrespect tuona minaccioso: ”Tornare sul gioco? Solo ad una condizione…”

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Durante una delle sue ultime dirette streaming su Youtube, il noto streamer e content creator Dr Disrespect è di nuovo tornato ad attaccare Warzone, soprattutto con il moltiplicarsi delle notizie riguardanti Warzone 2.

Come già accaduto in passato con decine di altri giochi, il Doc ha costruito con il Battle Royale di casa Raven Software una sorta di rapporto odio-amore che, tra momenti ilari in diretta e sfoghi di rabbia con la community di Twitter, hanno un po’ confuso i fan appassionati.

Rivedremo mai un ritorno del Two Times sulle mappe di Call of Duty Warzone? La risposta, sebbene il Doc abbia provato a spiegare la sua posizione, rimane ancora molto oscura.

Le parole di Dr Disrespect su Warzone 2

”Warzone 2? Non voglio mai più giocare su Caldera, mai più. Se giocherei di nuovo a Warzone se Verdansk venisse riportato indietro? Sì, odio Caldera e non mi piace la finzione. Non voglio giocare a un gioco della Seconda Guerra Mondiale nel 2022, mi dispiace. Abbiamo finito.”

Interrogato invece qualche tempo fa su Rebirth Island, che al momento sembrerebbe essere rimasto l’ultimo appiglio per moltissimi appassionati, il Doc aveva risposto che sì, è una mappa valida e carina, ma che si dovrebbe valutare la sua introduzione in Warzone per una migliore esperienza.

Insomma, che ne pensate? Siete d’accordo con il Doc? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community. A questa potrete accedere usando i pulsanti che troverete in cima alla pagina.

Articoli correlati:

 

Warzone, travolgente la sfida 1Vs1 tra Swagg e JoeWO su Rebirth Island

Warzone, travolgente la sfida 1Vs1 tra Swagg e JoeWO su Rebirth Island

Profilo di Stak
 WhatsApp

Un altro memorabile 1Vs1 è andato da poco in scena su Call of Duty Warzone.

Due vere e proprie star della scena, entrambi da pad, si sono infatti sfidati in una race kill brutale su Rebirth Island divisa in 3 diverse run.

Per vincere la sfida bisognava semplicemente vincere almeno due delle tre partite giocate, chiudendo con un maggior numero di kill rispetto all’avversario.

Da un lato Swagg, leggendario membro del Team FaZe, dall’altro JoeWo, giocatore altrimenti noto come “Movement King“…

Possiamo quindi dire che il livello era altissimo, tra giocatori che godono di un K/D elevatissimo (superiore al 4), e che fanno parte di quello 0.1% dei giocatori più forti al mondo.

Lo spettacolo non è assolutamente mancato, con questi due fenomeni che hanno messo a referto delle partite ad altissimo numero di ottani.

Entrambi hanno viaggiato ad una “media” di 15 kill a partita, morendo in ogni occasione solo una manciata di volte.  Senza rischiare di spoilerare l’esito di questo match, vi lasciamo direttamente con il video pubblicato da Swagg:

1Vs1 su Warzone anche in Italia

Se siete interessati alle wagers o in generale alle sfide race kill in 1vs1, allora non dovrete assolutamente perdere lo show che andrà in scena questa sera sul canale del buon Kyborg.

A partire dalle ore 21.00, i due Pro players Italiani VieroLII e zGhoul_eu si sfideranno in un leggendario 1 versus 1 con 9 partite totali: 3 in multiplayer (su Modern Warfare), e poi rispettivamente 3 su Rebirth e 3 su Caldera.

Per seguire lo show non dovrete far altro che cliccare qui per accedere al canale di Kyborg! Che vinca il migliore!

Locandina evento 1Vs1 – Host Kyborg

Articoli correlati: