Risolti i problemi ai server di COD (e Warzone): ma intanto ricompare il glitch dell’invisibilità

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Invisibilità Warzone – Quella appena trascorsa è stata una nottata poco semplice da gestire per gli sviluppatori di Activision, che sono stati impegnati fino a poche ore fa a capire come mai i server non stessero funzionando alla perfezione.

Da ieri sera sono stati riscontrati numerosi problemi ed intoppi sia tra i giocatori impegnati nelle sessioni in multiplayer, sia tra quelli che invece stavano giocando alla battaglia reale di Warzone, ma un avviso pubblicato nel corso della notte ha fatto sapere che tutti i bug precedentemente riscontrati sui server sono stati infine risolti.

Stiamo ovviamente parlando degli specifici problemi che hanno causato l’instabilità dei server nelle ultime ore, e non di altri bug inerenti ai contenuti (come quello dello stim glitch ad esempio, che purtroppo permane all’interno del gioco).

Il post degli sviluppatori

Anzi, il problema di questa mattina è che i bug sono purtroppo aumentati, con il glitch dell’invisibilità che è ancora una volta tornato protagonista all’interno del popolare battle royale.
Il bug in questione rende i giocatori semplicemente invisibili, pur garantendo loro la possibilità di mirare e di sparare agli avversari…il problema era sopraggiunto con l’inserimento degli elicotteri armati (che infatti sono stati prontamente rimossi per evitare che i giocatori abusassero del glitch dell’invisibilità), anche se non sappiamo quale sia questa volta la ragione che “attiva” il bug.

Il video sotto mostra chiaramente come il protagonista non veda il suo avversario, anche se questo gli è sostanzialmente davanti alla sua faccia…

Invisibilità su Warzone – il Video

Purtroppo non vi sono state nuove comunicazioni su questo problema, e restiamo in attesa di scoprire quando (e come) i devs riusciranno a fixare il bug dell’invisibilità…per il momento, fate particolare attenzione ai rumori che sentite (troverete qui l’approfondimento proprio sull’audio di COD e sulla richiesta di miglioramento fatta da DrDisRespect) e provate ad equipaggiare sempre il rilevatore del battito cardiaco (se vi rendete conto di trovarvi contro un avversario invisibile, è sempre meglio starne alla larga…).

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Questo articolo è stato realizzato in collaborazione con la community FB CALL OF DUTY ITALIA – Fan Community.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701