provider cheat

Reazione a catena per i provider di cheat di Warzone: Cynical chiude per paura di azioni legali

Profilo di Stak
 WhatsApp

L’effetto bomba che doveva scatenare Activision annunciando la causa legale contro EngineOwning si è effettivamente manifestato, ed ha generato una reazione a catena che sta inducendo numerosi provider di cheat a “chiudere tutto”, per paura di ritorsioni legali.

Come noto, nel corso della giornata di ieri abbiamo segnalato i dettagli della causa intentata da Activision contro il provider di cheat tedesco EngineOwning (uno dei più noti del mondo, tra l’altro), che ora rischia di dover pagare milioni e milioni di Dollari di risarcimento ad Activision/Blizzard, compresi tutti i proventi derivati dalla vendita di programmi usati per imbrogliare su Call of Duty ed Overwatch.

Una bomba dicevamo, anche perché la causa è molto seria, completa di nomi e cognomi dei soci di EngineOwning, che ora si ritrovano letteralmente contro un colosso (e non è detto che altri publisher non seguano i passi di Activision per fare altrettanto) in una causa dalla quale non possono che uscire “colpevoli”.

L’intenzione di Activision non è evidentemente solo quella di colpire EngineOwning, ma è quella di mandare un messaggio molto chiaro per tutti: “la pacchia è finita“.

Il messaggio è chiaramente arrivato, vi basti pensare al noto fornitore di cheat Cynical Software, che a meno di un giorno dalla notizia della causa di Activision ha annunciato la sospensione immediata del supporto per tutti i trucchi relativi a Call of Duty…una BENEDIZIONE.

Continueremo a tenervi costantemente aggiornati sulla situazione “cheaters” su Warzone, ma tutte queste azioni, legate all’indiscutibile potenza di fuoco assicurata da Ricochet, non possono che condurci verso partite finalmente libere da imbroglioni e cheater di varia natura.

Il post di CharlieIntel

Articoli correlati: 

Warzone, per Henderson: “REBIRTH “sostituita” con la Season 2″

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone – Un nuovo clamoroso leak giunge direttamente da Twitter, dove il noto insider Tom Henderson ha rilasciato un’informazione molto importante sul futuro di Rebirth Island.

Da diversi mesi la maggior parte dei giocatori di Warzone si è riversata sulla meravigliosa, e molto piccola, Rebirth Island. Perchè? Perché Rebirth ha un gameplay decisamente diverso rispetto a Verdansk/Caldera, più simile al multiplayer che non al BR classico.

Le sfide su Rebirth sono molto più veloci (in tutti i sensi, quindi ideali per i casual) del normale BR, e poi moltissimi giocatori amano il fatto che vi sia il rischieramento automatico invece del gulag. Infine, c’è anche da considerare il fatto che per tanti giocatori Rebirth è più accessibile a livello di lag grafica rispetto a Verdansk, altro importante aspetto che ha determinato la popolarità della piccola mappa.

Tutto questo potrebbe però presto cambiare. Almeno stando a quanto riferito dall’insider Tom Henderson.

Nel corso di una diretta andata in onda ieri sera, Tom ha infatti affermato che con la Season 2 assisteremo ad una “sostituzione” di Rebirth. Abbiamo riportato le virgolette perché non è sicuro il come questa “sostituzione” si concretizzerà.

Tom Henderson ha specificatamente parlato di una “Nuova Rebirth“, mentre l’altro noto leakers HOPE ha chiarito che la “nuova” mappa dovrebbe sbarcare con l’Anniversario del gioco (10 Marzo, ndr). Al momento queste sono ovviamente “rumors”, ma l’affidabilità di queste fonti è notevole e vale la pena discuterne.

Warzone, “Nuova Rebirth”: restyling o totale sostituzione? 

E’ certo che la prossima  stagione (o al massimo la season 3 successiva) servirà per introdurre delle novità alle mappe. Questo “fatto” lo hanno già assicurato i devs di Activision su Twitter (fonte). Come questo “fatto” si svilupperà è invece ben diverso, e richiede una riflessione.

Rebirth potrebbe ricevere un pesante restyling, simile a quello che ha registrato nel passaggio dal Warzone di Modern Warfare a quello di Black Ops, che ce la proporrà in tema “anni 40”. Allo stesso modo si stanno però anche concretizzando le ipotesi per le quali la mappa verrà del tutto sostituita da una completamente nuova.

Solamente quattro giorni fa abbiamo infatti riportato, sempre grazie a dei leak, della mappa “a tema Alpi” scovata da ZestyLeaks e Hydra. Al momento quindi le maggiori possibilità sono due: che Rebirth “invecchi” di circa 40 anni, o che Rebirth venga direttamente sostituita da una nuova piccola mappa dell’Europa Centrale.

Rotazione mappe? 

Vista la concreta possibilità di arrivare presto ad avere ben 6 mappe a disposizione (Caldera, Rebirth Originale, Verdansk Originale, Verdansk 84, Rebirth 2 + l’eventuale “sostituta” di cui abbiamo parlato nel presente articolo), cresce il numero di giocatori che vorrebbero un sistema a rotazione.

rebirth
In Rebirth Originale, precedente all’attuale versione, Control Center era ancora “in costruzione”

L’ispirazione viene da Apex Legends, BR dove le mappe ruotano per più volte al giorno. I giocatori vorrebbero quindi una rotazione simile anche su Warzone.

Al momento tutte queste restano ipotesi, certo. Ma è assolutamente positivo che dei leaker diversi da ZestyLeaks e Hydra abbiano sostanzialmente “confermato” che è in arrivo per Rebirth una fase di cambiamenti.

Warzone: e se ci fosse una “rotazione mappe” come su Apex?

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

warzone apex

Warzone: e se ci fosse una “rotazione mappe” come su Apex?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Apex – Dalla community di Warzone si solleva una nuova richiesta, che potrebbe definitivamente cambiare il modo in cui oggi vediamo il BR di Activision.

La prima storica mappa di Warzone è stata Verdansk, e l’abbiamo vista in due distinte versioni: quella moderna, e quella “invecchiata” per essere in linea con il tema anni 80 di Black Ops.

Da quando la mappa è stata sostituita da Caldera, un numero crescente di giocatori ha richiesto ai devs la possibilità di rivedere in azione Verdansk, magari anche solo con una mode a tempo limitato.

Oggi torniamo a parlare dell’argomento proponendolo sotto un punto di vista del tutto nuovo, che ci sembra anche molto interessante. Su Reddit l’utente DuffWardo ha proposto ai devs di Activision di prendere ispirazione da Apex Legends riguardo alle mappe.

Sul popolare BR Respawn vi è infatti una vera e propria rotazione delle mappe principali, che cambiano e si “intrecciano” di ora in ora. Se un qualcosa di simile venisse applicato anche su Warzone probabilmente si andrebbe a fare felice una fetta davvero gigantesca di player Activision.

Cosa significa “rotazione delle mappe“? Avendo una rotazione delle mappe, Caldera, Verdansk originale e Verdansk 84 si darebbero il “cambio” ad un intervallo di tempo preciso (su Apex cambia quasi ogni ora, ndr).

In questo modo l’esperienza di gioco su Warzone sarebbe sempre “fresca”, ed assolutamente originale, similarmente a come si presenta da questo punto di vista su Apex.

Andiamo a vedere il post Reddit in questione:

Would adding timed map rotations into Warzone improve the game? from CODWarzone

La questione non è chiaramente ufficiale, e si tratta pur sempre di una proposta dei giocatori. Non sappiamo se i devs metteranno nel mirino la questione, ma per un cambio cosi imponente è indubbio che bisognerà attendere almeno il rilascio del nuovo Warzone.

Warzone 2, i “grandi cambiamenti” e le speranze di Swagg

Proprio in merito al futuro di Warzone, il celebre streamer del FaZe Clan Swagg si è detto entusiasta delle news relative al secondo capitolo del BR. In un video YT dedicato, Swagg ha definito “sensazionale” la notizia del sequel di Warzone, aggiungendo che quasi certamente questo vorrà dire “un nuovo movement, un nuovo engine ed un nuovo feeling con il gioco“.

Bisognerà vedere quali novità introdurrà questo secondo capitolo in uscita nel 2023, e se una eventuale rotazione delle mappe sarà tra queste. Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

owen gun warzone

Owen Gun straordinaria su Warzone: il meta close range ha una nuova protagonista

Profilo di Stak
 WhatsApp

Owen Gun Warzone – Attraverso questo nuovo speciale vogliamo andare ad accendere tutte le luci dei riflettori su una piccola ma devastante SMG, che potrebbe presto diventare una vera spina nel fianco su Warzone.

Parliamo nello specifico della pistola mitragliatrice Owen Gun, arma australiana che venne prodotta in circa 50 mila esemplari nel corso della seconda guerra mondiale, e che riscosse un discreto successo a livello internazionale.

Pensate che l’Owen era cosi affidabile che anche gli Stati Uniti, da sempre grandissimi “produttori” di armi, ne hanno ordinati dei modelli. L’Owen sbarca su COD Warzone grazie a Vanguard, ed è oggi certamente tra le armi “novità” del meta di questo fine Gennaio.

Da diverse settimane infatti ha visto notevolmente aumentare il numero di giocatori che l’hanno inserita in una classe. Il merito è certamente da ricondurre alla sua eccellente stabilità/precisione, ma anche al fatto che dispone di caricatori molto capienti.

Tutte queste caratteristiche positive hanno convinto i giocatori a preferire l’Owen all’MP40, specialmente dopo che la mitragliatrice tedesca è stata nerfata. Su WZRanked l’arma si trova ancora al 24° posto generale per popolarità, ma sono ormai diversi i PRO che la stanno utilizzando.

Uno di questi è Metaphor, che in un recente video YouTube ha parlato dell’Owen come della migliore SMG su piazza. Secondo questo noto content creator, l’Owen svetta tra le armi close range perché garantisce una mobilità straordinaria, e perché ha un TTK eccellente.

Di seguito riportiamo i dettagli delle versioni più note/consigliate, insieme anche all’ultimo BREN proposto dal celebre Nickmercs. Ricordiamo infatti che il noto streamer del FaZe Clan è da poco tornato in azione anche su Warzone.

Warzone – Loadout consigliati per Owen Gun e Bren

Loadout per OWEN GUN SMG consigliato da TTVZyro
Loadout consigliato per Owen Gun SMG di Metaphor
Loadout consigliato da Nickmercs per BREN

Cosa ne pensate di queste versioni community? Darete una possibilità al vostro Owen? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: