Nickmercs si ritira da una lobby pubblica per non “disturbare” Aydan e Rated: tensione tra i volti più celebri di Warzone

Nickmercs si ritira da una lobby pubblica per non “disturbare” Aydan e Rated: tensione tra i volti più celebri di Warzone

Profilo di Stak
 WhatsApp

Nel corso della serata di ieri si è infine concretizzata la paura che ormai da settimane “aleggiava” nella community di Warzone: utilizzare le lobby pubbliche per i tornei, è una pratica che deve rapidamente cadere in disuso.

Come molti sapranno esistono due tipi di tornei nella scena competitiva del BR Activision, quelli organizzati nelle lobby private (a cui accedono quindi solo i partecipanti della competizione), e quelli che invece si svolgono interamente sulle lobby pubbliche, dove i partecipanti giocano fattivamente con avversari casuali e del tutto sconosciuti.

La presenza di stream sniper ed il fatto che si possa giocare in lobby più semplici di altre sono solamente due dei più noti motivi per i quali un numero crescente di organizzatori sta preferendo i server privati per lo svolgimento dei loro eventi, ma nel corso della serata di ieri si è presentato un terzo e nuovo problema, che potrebbe scatenare il “flame” tra professionisti e content creator più duro ed infiammato di sempre (per la scena di Warzone si intende).

Tutto ha inizio ieri sera quando Nickmercs ed i suoi compagni di squadra (che in quel momento erano i fortissimi TimTheTatman, Cloakzy e CypherPK), nel bel mezzo di una normalissima partita in squad, si ritrovano contro ad Aydan e Rated, che erano intanto impegnati nel torneo settimanale HusKerrs Howl.

Una volta identificati i due “colleghi”, Nickmercs ha richiesto ai suoi compagni di team di abbandonare la lobby, cosi da non rischiare di interferire con la performance di Rated e Aydan, ma la decisione è stata molto sofferta e discussa. Nickmercs ha prima iniziato a discutere con TimTheTatman, convinto sostenitore del fatto che fosse una scelta dell’organizzatore far giocare le sfide nelle pubbliche, e che pertanto non avrebbero dovuto preoccuparsi troppo di quali partecipanti erano effettivamente finiti nella loro lobby.

La fase del confronto tra Nickmercs, TimtheTatman e gli altri

Video #1

Video #2

Video #3

Di contro Nickmercs ha insistito sulla cosa, ritenendo profondamente ingiusto anche solo il rischio di andare a danneggiare la performance di due giocatori colleghi, al punto che anche altri noti streamer hanno deciso di dire la loro sui social.

Tra questi vi è stato ad esempio DrDisRespect, uno dei CC che ha fortemente criticato Nickmercs per la decisione di uscire dalla lobby, ed a cui Nickmercs ha risposto per le rime affermando: “Doc può interpretare quel personaggio quanto vuole. Non mi interessa cosa pensa su di me. Non me ne frega un ca**o.” ed ha poi proseguito: “(anche) Doc si sarebbe tirato indietro se avesse incontrato Aydan nel corso di un torneo”.

La situazione ha comunque portato ad una riflessione dei protagonisti, che sono ora concordi sul fatto che da questo momento in avanti continueranno a giocare in qualsiasi lobby capitino, ed a prescindere dai giocatori coinvolti (anche perchè cosi facendo si creerebbe l’assurdo paradosso per il quale più sei forte e famoso, più le persone ti avvantaggiano tirandosi fuori dalla battaglia).

Cosa ne pensate community?
Siete d’accordo con la prima decisione di Nickmercs? O con il fatto che da questo momento in poi continueranno a giocare nelle lobby a prescindere dai partecipanti?
La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Metaphor loda l’NZ-41: “straordinaria dopo il BUFF”! Il Cr56 Amax è invece ingiocabile

Metaphor loda l’NZ-41: “straordinaria dopo il BUFF”! Il Cr56 Amax è invece ingiocabile

Profilo di Stak
 WhatsApp

NZ 41 Warzone – Le recenti tornate di bilanciamenti hanno iniziato a generare i primi effetti nel meta delle armi di Warzone.

Tra i fucili d’assalto sono almeno due quelli che oggi si ritrovano in una condizione profondamente diversa rispetto all’era “pre-patch“. Stiamo parlando dell’NZ-41 per un verso, e del CR56 Amax per un altro.

Il primo AR ha certamente goduto di un sostanzioso potenziamento. Molti degli accessori dell’NZ hanno visto aumentare sensibilmente numeri e statistiche, ed oggi l’arma appare più competitiva che mai.

Il noto Metaphor, mediante un nuovo video pubblicato su YT, ha svelato la sua versione più consigliata per giocare su Rebirth e Caldera, sottolineando quanto in questo momento l’NZ sia certamente un’arma su cui possiamo fare affidamento per i tiri in long range.

Proprio Metaphor ha anche recentemente proposto una singolare versione del Bullfrog, che speriamo possa esservi utile da abbinare all’NZ sopra menzionata.

Loadout consigliato per l’NZ 41 – Warzone

Loadout consigliato da Metaphor per NZ 41 e Bullfrog

CR56 Amax pesantemente nerfato

L’alter ego dell’NZ in tutta questa situazione sembra essere al momento il CR56 Amax, protagonista di nerf molto netti ed importanti.

I devs hanno infatti deciso di diminuire sia i danni minimi che massimi, abbassando considerevolmente i secondi, ed ancor di più i primi. Di fatto ora i danni sono passati da 31/31 a 31/24.

Per molti giocatori, questo tipo di intervento non era necessario, anche perchè ora l’arma rischia di diventare (ammesso che non lo sia già) del tutto ingiocabile.

Voi cosa ne pensate community? Con quale versione di AR vi state trovando meglio al momento?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Warzone 2 – Dr Disrespect tuona minaccioso: ”Tornare sul gioco? Solo ad una condizione…”

Warzone 2 – Dr Disrespect tuona minaccioso: ”Tornare sul gioco? Solo ad una condizione…”

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Durante una delle sue ultime dirette streaming su Youtube, il noto streamer e content creator Dr Disrespect è di nuovo tornato ad attaccare Warzone, soprattutto con il moltiplicarsi delle notizie riguardanti Warzone 2.

Come già accaduto in passato con decine di altri giochi, il Doc ha costruito con il Battle Royale di casa Raven Software una sorta di rapporto odio-amore che, tra momenti ilari in diretta e sfoghi di rabbia con la community di Twitter, hanno un po’ confuso i fan appassionati.

Rivedremo mai un ritorno del Two Times sulle mappe di Call of Duty Warzone? La risposta, sebbene il Doc abbia provato a spiegare la sua posizione, rimane ancora molto oscura.

Le parole di Dr Disrespect su Warzone 2

”Warzone 2? Non voglio mai più giocare su Caldera, mai più. Se giocherei di nuovo a Warzone se Verdansk venisse riportato indietro? Sì, odio Caldera e non mi piace la finzione. Non voglio giocare a un gioco della Seconda Guerra Mondiale nel 2022, mi dispiace. Abbiamo finito.”

Interrogato invece qualche tempo fa su Rebirth Island, che al momento sembrerebbe essere rimasto l’ultimo appiglio per moltissimi appassionati, il Doc aveva risposto che sì, è una mappa valida e carina, ma che si dovrebbe valutare la sua introduzione in Warzone per una migliore esperienza.

Insomma, che ne pensate? Siete d’accordo con il Doc? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community. A questa potrete accedere usando i pulsanti che troverete in cima alla pagina.

Articoli correlati:

 

Warzone, travolgente la sfida 1Vs1 tra Swagg e JoeWO su Rebirth Island

Warzone, travolgente la sfida 1Vs1 tra Swagg e JoeWO su Rebirth Island

Profilo di Stak
 WhatsApp

Un altro memorabile 1Vs1 è andato da poco in scena su Call of Duty Warzone.

Due vere e proprie star della scena, entrambi da pad, si sono infatti sfidati in una race kill brutale su Rebirth Island divisa in 3 diverse run.

Per vincere la sfida bisognava semplicemente vincere almeno due delle tre partite giocate, chiudendo con un maggior numero di kill rispetto all’avversario.

Da un lato Swagg, leggendario membro del Team FaZe, dall’altro JoeWo, giocatore altrimenti noto come “Movement King“…

Possiamo quindi dire che il livello era altissimo, tra giocatori che godono di un K/D elevatissimo (superiore al 4), e che fanno parte di quello 0.1% dei giocatori più forti al mondo.

Lo spettacolo non è assolutamente mancato, con questi due fenomeni che hanno messo a referto delle partite ad altissimo numero di ottani.

Entrambi hanno viaggiato ad una “media” di 15 kill a partita, morendo in ogni occasione solo una manciata di volte.  Senza rischiare di spoilerare l’esito di questo match, vi lasciamo direttamente con il video pubblicato da Swagg:

1Vs1 su Warzone anche in Italia

Se siete interessati alle wagers o in generale alle sfide race kill in 1vs1, allora non dovrete assolutamente perdere lo show che andrà in scena questa sera sul canale del buon Kyborg.

A partire dalle ore 21.00, i due Pro players Italiani VieroLII e zGhoul_eu si sfideranno in un leggendario 1 versus 1 con 9 partite totali: 3 in multiplayer (su Modern Warfare), e poi rispettivamente 3 su Rebirth e 3 su Caldera.

Per seguire lo show non dovrete far altro che cliccare qui per accedere al canale di Kyborg! Che vinca il migliore!

Locandina evento 1Vs1 – Host Kyborg

Articoli correlati: