mo gulag mo problems

Mo’ Gulag Mo Problems: BR molto più lunghi con l’attivazione del gulag “multiplo”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Mo’ Gulag Mo’ Problems – Dalla giornata di ieri una singolare novità è stata introdotta sul celebre BR di Call of Duty, che di fatto “allunga” le partite e cambia in parte il gameplay che da sempre ha caratterizzato Warzone.

Con l’arrivo della modifica “Mo’ Gulag Mo’ Problems“, gli sviluppatori hanno infatti introdotto il gulag “multiplo”, con i giocatori che una volta sconfitti passano sempre dal gulag (anche 4, o 5 volte in una sola partita).

Per chi non lo sapesse la meccanica del gulag su Warzone funziona in modo molto semplice: una volta sconfitti, il gioco ci fornisce l’ultima possibilità di essere nuovamente schierati su Verdansk, inserendoci in un 1Vs1 contro un altro giocatore sconfitto della partita.

Vincendo questo 1Vs1 avremo la possibilità di tornare in battaglia a costo zero, senza quindi dover ricorrere ad un costoso e pericoloso ress che potrebbe esporre i nostri compagni di squadra.
Quando si viene abbattuti la seconda volta però, si muore e basta, e si può solamente aspettare che qualche teammate spenda 4 mila Dollari per farci tornare operativi su Verdansk.

Con la modifica di ieri però, che è ancora attiva all’interno di Warzone, tutti i giocatori che vincono il gulag e muoiono nuovamente tornano quindi per una seconda volta nel gulag, e se vincono tornano su Verdansk sapendo che davanti ad una nuova sconfitta verranno nuovamente riportati (per la terza volta) a giocarsi l’1Vs1.

Questa caratteristica quasi stravolge alcuni equilibri presenti nel gioco, e serve certamente a favorire ed a privilegiare (o comunque a dare un vantaggio) i giocatori più esperti che hanno cosi maggiori chances di arrivare fino in fondo.

La modifica, che personalmente trovo molto divertente, rischia solo di fare durare molto di più le partite proprio perchè ci può volere anche il doppio o il triplo del tempo per eliminare un intero team dalla partita.
Le sfide sono poi decisamente più caotiche, con numerosi nemici che ci “piovono” sulla testa in ogni momento della partita, rendendo incredibilmente movimentata ogni singola partita.

Non è purtroppo ancora chiaro se questa modifica è a tempo (e fatta per celebrare il pesce d’Aprile, ndr) o è stata inserita in risposta agli sviluppi della pandemia sulla mappa, non sappiamo quindi se le due cose sono correlate.

Per il momento comunque, non possiamo che approfittarne per cercare di tornare in partita quante più volte possibili!
Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701