“Mi hai rubato la kill”: come funziona l’assegnazione delle uccisioni su Warzone

“Mi hai rubato la kill”: come funziona l’assegnazione delle uccisioni su Warzone

Profilo di Stak
 WhatsApp

Kill Warzone – Quante volte vi è capitato di sentirvi “derubati” di una kill da un vostro compagno di squadra su Warzone? Siete li concentrati per sparare contro il vostro oppo qualsiasi cosa abbiate nell’equipaggiamento, disposti anche a finirlo a pugni se necessario, ma proprio sul più bello, nel momento del massimo godimento per un giocatore, ecco la doccia fredda: nessuna kill, ma solo una fastidiosissima “assist” a referto.

Le ragioni legate al numero di kill assegnate dipendono da un’infinità di fattori: personalmente ho notato che con il passare del tempo è diminuito il numero di assist ed è aumentato il numero di kill, questo vuol dire che, molto banalmente, sparo più rapidamente rispetto a quando ero un neofita. Anche la lag (ed il ping) sono due chiari indicatori utili per scoprire se c’è qualcosa che non va.

Se siete in party con un giocatore che lagga molto meno di voi, avrete sicuramente qualche difficoltà in più a registrare le kill, semplicemente perché i vostri compagni di squadra (o comunque quelli che hanno una connessione migliore della vostra) vedranno l’avversario con una frazione di secondo di anticipo…e questa sarà fondamentale per l’assegnazione della kill.

Ma cerchiamo di capire come fattivamente il gioco sceglie di assegnare le kill in situazioni di assoluta normalità, quindi anche quando i giocatori di un singolo team sono tutti mediamente dello stesso livello di skill e le connessioni si equivalgono tra loro…

A darci una chiara spiegazione di tutto quello che accade su Warzone è stato, ancora una volta, il celebre JGOD, una vera sentenza quando si tratta di passare ai raggi X Warzone.
Dagli studi fatti da JGOD si evince che la kill viene assegnata al giocatore che infligge gli ultimi 30 danni prima di mandare a terra un avversario. Come noto, ogni giocatore di Warzone ha, al meglio delle sue possibilità, 250 punti vita: 100 base, più 50 punti vita per ogni piastra equipaggiata (*3 sono quindi 150 punti).

Il video di JGod sull’assegnazione delle Kill su Warzone

Se uno o più giocatori stanno sparando contemporaneamente ad un avversario, la kill andrà a quello che gli ha inflitto gli ultimi 30 danni. Se invece iniziamo a sparare ad un avversario dopo che un altro giocatore lo ha già portato a 29 o meno punti vita, allora in quel caso avremo solamente il diritto ad ottenere l’assist (e comunque la kill andrà al giocatore che ha registrato su quel nemico il maggior numero di danni).

Quindi ricapitolando: 

  • Io sparo ad un avversario full piastrato e lo porto da 250 a 30 punti vita. Se il mio compagno di squadra porta più danni all’avversario di quanto farò io negli ultimi 30 punti vita a disposizione (ad esempio finisco i colpi, sapendo che l’avversario è oneshoot), è certo che la kill verrà registrata al nostro compagno di squadra.
  • Io sparo ad un avversario full piastrato e lo porto da 250 a 29 punti vita. A meno che l’avversario non si curi nuovamente fino a 100, o non si inserisca una piastra, la kill sarà SEMPRE NOSTRA, a prescindere da chi sparerà il colpo finale che manderà a terra il povero malcapitato.

Una partita di Warzone è fatta di fight spesso confusionarie ed imprevedibili, con nemici che tendono a sbucare da ogni “fottuta parete” nei paraggi (ma anche da sotto e da sopra, davvero in alcune situazioni sembra che i nostri avversari siano muniti di potere per attivare dei portali dimensionali e finirci sotto al mento), ed è quindi praticamente impossibile stabilire quando è necessario o superfluo sparare verso un target già bersagliato da un compagno.

Curiosità: lo sapevate che il counter dei giocatori ancora vivi in alto a destra indica sempre il numero effettivo di giocatori ancora su Warzone, e che quando un player rientra dal gulag, o viene ressato, il counter risale (ad esempio da 149 a 150) senza però che vi sia alcuna animazione grafica che accompagna la cosa (come invece avviene quando viene sconfitto un giocatore ed appare la freccia rossa verso il basso)?

In linea generale, è bene sempre aprire il fuoco solo quando si è sicuri di poter mandare a terra l’oppo (altrimenti è solo un “hey nemico, guardami sono qui, questa è la mia posizione”) ma ancor più importante è cercare di capire quando è necessario far fuoco, e quando invece bisogna fidarsi dei propri compagni di squadra tenendo gli occhi molto ben aperti su quello che accade attorno a noi…e quindi pronti a fightare con i compagni di squadra del nemico con cui stiamo già combattendo.

Questo è ovviamente  un discorso superfluo per i fini della partita…non importa se la kill l’ho fatta io o il mio compagno di squadra X, l’importante è che l’oppo vada a terra e ci lasci il suo loot (ed i suoi soldi).
Nel caso dovesse però nuovamente presentarsi il quesito del “come viene assegnata una kill su Verdansk” ora sapete come rispondere, e ricordatevi: meglio una kill rubata che una kill non assegnata! 

Articoli correlati: 

Warzone: Teep e Zlaner mostrano le loro versioni originali per TYPE100 e STG44!

Warzone: Teep e Zlaner mostrano le loro versioni originali per TYPE100 e STG44!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Type100 e Stg44 – Benvenuti in un nuovo speciale dedicato alle migliori armi viste in azione nella scena competitiva di COD Warzone.

Oggi ci dedicheremo a due armi estremamente note e giocate, che tuttavia presentano delle versioni decisamente originali.

La prima arma di cui vi vogliamo parlare è la Type100, una delle SMG più forti al momento su Warzone.

In questo caso osserviamo una singolare versione di Type100 sprovvista di accessorio alla canna, un fatto assolutamente singolare che tuttavia abbiamo già riscontrato in passato su Warzone.

La versione proposta appartiene a Zlaner, indiscutibilmente uno dei CC più seguiti ed apprezzati di tutta la scena globale di Warzone.

Warzone, per Teep la STG44 con calcio speciale

L’altra arma “speciale” che vogliamo vedere qui, è poi l’STG44 proposto da Teep, una versione del devastante AR che probabilmente vi coglierà alla sprovvista. Invece di affidarsi al noto calcio VDD Controbilanciato, Teep ha infatti preferito optare sul Konstanz Tattico, accessorio che pare renda l’arma ancor più stabile del normale.

Sui colpi Teep predilige i 50 Gorenko, mentre ieri raccontavamo come, a livello di TTK, siano preferibili i KURZ a tamburo (troverete qui altri dettagli).

Le versioni dello speciale:

Loadout consigliato da Teep per STG44
Loadout consigliato per Type 100 (senza canna) da Zlaner
Loaddout consigliato da S7ormyTV per WELGUN
Loadout consigliato da TimTheTatman per Ripulitore
Loadout consigliato da DiazBiffle per MAC10

Cosa ne pensate di queste versioni community? Fateci sapere la vostra nei commenti in community! La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Modern Warfare/Warzone 2: si parla del ritorno dei PRO PERK, e degli interrogatori ai nemici!

Modern Warfare/Warzone 2: si parla del ritorno dei PRO PERK, e degli interrogatori ai nemici!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Un vero e proprio “effetto colabrodo” quello che negli ultimi giorni pare abbia investito i nuovi Modern Warfare e Warzone 2.

Nelle ultime 72 ore si sono infatti triplicati i leak e le “perdite” relative ai contenuti in arrivo con il prossimo Call of Duty, sempre ad opera degli stessi informatissimi “insider”.

Anche in questa occasione ribadiamo che trattandosi di leak, non è detto che queste informazioni si concretizzino anche nella versione definitiva del gioco.

Potrebbero essere informazioni sbagliate (del tutto, o solamente in parte), o potrebbero anche essere dei contenuti attualmente presenti nell’alpha che verranno poi rimossi in una seconda fase di sviluppo.

Qualunque sia la loro “veridicità”, grazie al lavoro di Tom Henderson oggi veniamo a conoscenza dei seguenti leak:

Introduzione dei PRO PERK

I giocatori più esperti e navigati ricorderanno i PRO Perk del celebre Modern Warfare 2 del 2009. Per chi non li ricordasse, i PRO Perk altro non erano che delle versioni “potenziate” dei perk originali.

Il perk commando ad esempio, nella sua versione base potenziava solamente la distanza dei danni da mischia. Nella sua versione PRO invece, garantiva anche l’immunità totale dai danni da caduta.

Purtroppo non è chiaro se questi perk saranno disponibili direttamente nei loadout, o se potranno essere raccolti come bonus soltanto nelle “fortezze”.

Armature di più livelli 

Sempre da quanto riferito da Henderson, sembra che nel futuro di Warzone/Modern Warfare ci siano anche diverse tipologie di armatura. Vi sarà un’armatura base, una intermedia, ed una di livello massimo.

Interroga un nemico in arrivo anche su Warzone 2

L’ultima preziosissima novità, riguarda poi la funzione per interrogare i nemici. Similarmente a quanto abbiamo visto su Fortnite e su Rainbow Six Siege, sembrano elevate le possibilità che questa funzione sbarchi anche sul BR Activision.

Secondo Henderson, saremo in grado di interrogare un nemico sconfitto per scoprire la posizione esatta dei suoi compagni di team.

Questa azione, sempre che venga aggiunta nella versione definitiva del gioco, durerà diversi secondi (in modo simile al kit dell’autoress) e ci esporrà al fuoco nemico.

Warzone più difficile oggi rispetto all’anno scorso: solo il 10% dei player con più di 1.50 K/D!

Cosa ne pensate di tutte queste potenziali novità? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

DrDisRespect al veleno contro Caldera: “progettata per bambini di 8 anni”

DrDisRespect al veleno contro Caldera: “progettata per bambini di 8 anni”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Caldera – Il celebre DrDisRespect si è nuovamente scagliato contro il battle royale di Activision, annunciando un nuovo “STOP” alle sue dirette streaming su Warzone.

Quello tra il DOC e Warzone è sempre stato un rapporto molto controverso, e lo abbiamo ribadito già in diverse occasioni. In passato, abbiamo più volte anche annunciato “l’abbandono definitivo” del DOC da Warzone, ma questi “stop” si sono sempre trasformati in dei ritorni su Verdansk prima, e su Caldera/Rebirth poi.

Durante la giornata di ieri, nel bel mezzo di una diretta, il DOC ha avuto da ridire sulla mappa “Vanguardiana” di Warzone, Caldera.

Secondo il noto streamer (nonché ex Community Manager di Activision, molti anni fa, ndr), la mappa di Caldera è un fiasco irrecuperabile.

Nel bel mezzo della diretta, il DOC ha iniziato a dire che non gli piace più il tipo di esperienza di gioco su Caldera, e che il tutto sembra stato progettato per “dei bambini di 8 anni“.

“Non streammerò più Caldera” – DrDisRespect

Per questa ragione” ha quindi proseguito DrDisRespect, “smetterò di trasmettere in streaming qualsiasi contenuto legato a Caldera. Ad eccezione del rilascio delle nuove stagioni che è sempre un buon momento per ingaggiare numerose views“.

Parole durissime, che fungono da ennesimo ed ulteriore campanello d’allarme rispetto alla situazione presente su Warzone. Purtroppo però, non sembra che al momento ci siano grandi novità in arrivo sul BR, con i devs ormai quasi totalmente concentrati sul prossimo Modern Warfare 2.

Cosa ne pensate community? Concordate con i duri commenti di DrDisRespect? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: