animali warzone

Leak di Vanguard: anche scimmie e squali nella nuova mappa di Warzone!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Animali su Warzone? – Quanto trovato recentemente da alcuni leakers tra i file del nuovo Call of Duty Vanguard potrebbe avere del clamoroso, e proporre delle meccaniche di gioco completamente diverse nel futuro del giocatissimo battle royale Warzone.

I dataminers hanno infatti trovato dei file che indicherebbero la presenza nella nuova mappa del battle royale (Pacific, in arrivo con il nuovo titolo del franchise) di una nuova serie di animali, da cui sarebbe anche possibile ottenere dei loot.

Il condizionale è d’obbligo, come in ogni altra occasione in cui si parla di leak o di notizie trapelate e mai del tutto confermate dagli sviluppatori. In questo caso però, ai devs di Raven Software non è sfuggito questo aggiornamento condiviso su Twitter, ed hanno deciso di commentare la “scoperta”.

Raven ha infatti risposto al post con un indecifrabile “lmao” (un termine utilizzato per indicare una sensazione di gran divertimento), incuriosendo centinaia di migliaia di appassionati poiché i devs solitamente non rispondono mai ai post relativi ai leak non confermati, e dandole per questo un notevole risalto.

Secondo quanto riferito dai dataminers, sono infatti stati trovati dei file che indicano la presenza di scimmie e squali nella futura Pacific, con ognuno di questi animali che dovrebbe assicurare anche dei loot una volta eliminati.

Gli animali presenti nella mappa si dividerebbero in due tipologie: passivi, e quindi non minacciosi per i giocatori, e predatori, come gli squali appunto, che dovrebbero invece poter aggredire gli operatori umani presenti in campo.

La risposta “lmao” dei devs è a questo punto indecifrabile, ma la non smentita ufficiale ha scatenato una profonda discussione all’interno della community Reddit, tra giocatori entusiasti per la notizia ed altri, tantissimi altri, riluttanti all’idea di avere a che fare con degli animali gestiti dall’IA.

Una parte dei player ha fatto notare come sarebbe decisamente scomodo, frustrante e fastidioso se uno di questi predatori agisse nel bel mezzo di uno scontro a fuoco aggredendoci e finendoci, ed andando quindi a favorire eccessivamente il nostro avversario. Altri hanno addirittura tirato in mezzo la PETA, definendo “mostruosa” l’aggiunta di animali da uccidere all’interno di Warzone.

A prescindere dalla conferma o meno di questa notizia, se possiamo accogliere i dubbi espressi dai giocatori riguardo a come questi animali “agiranno” nel bel mezzo di una fight, non riusciamo proprio a comprendere come in un gioco che simula la guerra tra esseri umani possa rappresentare un problema la simulazione di uno scontro tra uno squalo ed un soldato…al punto da minacciare di contattare la PETA (a protezione dei “pesci virtuali”).

L’idea di inserire dei nuovi “protagonisti” assolutamente attivi nella mappa potrebbe essere certamente molto originale, ma in un gioco quasi mai “equilibrato” come Warzone, una feature del genere potrebbe generare effetti “bollenti” e magari anche “ingiusti”.

Il post – Animali su Warzone? 

Non appena disponibili, provvederemo comunque a pubblicare nuovi e più aggiornati dettagli sull’argomento.

Cosa ne pensate community? Vi piacerebbe godere nel nuovo Warzone di una feature del genere?
La discussione, come sempre, è aperta!

JGOD sulla questione AIM Assist: “molti giocatori controller negano l’evidenza”

Articoli correlati:

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701