MAPPA warzone

La nuova mappa di Warzone riporta entusiasmo sul titolo; ma per alcuni pro: “ora è necessaria la modalità classificata”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Mappa Warzone – Quando si ha tra le mani la gestione ed il controllo di un titolo con svariate decine di milioni di utenti in tutto il mondo non è mai scontato che venga trovato un modo per “deludere” il minor numero possibile di giocatori.

Questo perchè nel mondo del gaming qualsiasi decisione presa dagli sviluppatori avrà sempre (o quasi) qualche voce contraria, o che si definirà in qualche modo delusa dal contenuto proposto. Warzone è un esempio di quanto possa essere complicata la relazione tra giocatori e “sviluppatori”, con i primi che si sono spesso sentiti poco considerati dai secondi, e con i secondi spesso preoccupati su situazioni che non venivano invece percepite come “importanti” dai giocatori.

La presenza di una sola mappa fin dal lancio del gioco ne è un esempio molto importante, e ricordiamo tutti quanta delusione ci fu tra i giocatori di Warzone una volta scoperto che la “nuova mappa” non sarebbe stata altro che una versione più antica della solita Verdansk.

L’annuncio relativo all’arrivo della nuova mappa ha però riacceso tantissimo entusiasmo all’interno della community, con un numero imprecisato di giocatori che hanno annunciato il loro ritorno su Warzone non appena sarà disponibile la nuova Pacific.

Tra questi vi è anche Nickmercs, popolare creatore di contenuti del FaZe Clan che ormai da qualche settimana si è trasferito in pianta stabile su Apex Legends, abbandonando del tutto le zone di Verdansk. Dopo aver visto l’anteprima relativa alla nuova mappa, ed aver saputo dell’introduzione del sistema anti-cheat, Nickmercs si è detto entusiasta delle novità, su tutte il fatto che nella nuova Pacific vi sarà un’ambientazione stile giungla, con tantissimo verde e molti alberi.

I colori molto luminosi e l’ambientazione sono i principali “plus” della nuova mappa anche secondo giocatori esperti del calibro di Swagg e Teep, che hanno voluto sottolineare come la quasi totale assenza di torri e grattacieli (anche se stiamo sempre parlando di una rapida presentazione, ndr) potrebbero essere un ottimo indizio sul fatto che su Vanguard non sarà facile la vita per i camper.

Non solo la nuova mappa…su Warzone servono anche le Ranked! 

Come dicevamo ad inizio articolo, soddisfare i giocatori richiede ben più di una nuova mappa, un qualcosa che comunque in tanti aspettiamo ormai da almeno 6 mesi… Per far si che Vanguard possa fungere da rilancio per Warzone secondo Nickmercs è infatti necessario aggiungere alla fantastica e nuova Pacific anche la modalità delle partite classificate.

Avere delle vere e proprie “ranked” su Warzone permetterebbe a tantissimi giocatori di mettersi alla prova solo ed esclusivamente contro giocatori dello stesso livello, al fine di scalare le classifiche e di arrivare al rank (o livello) più alto possibile.

Ovviamente Nickmercs prende ad esempio proprio Apex Legends in questo caso, visto che il noto BR di Respawn è provvisto ormai da tempo delle partite classificate, ed i suoi giocatori che lo preferiscono possono battersi per arrivare al rank massimo assoluto, ovvero l’Apex Predator (gli altri rank sono, per ordine d’importanza, Bronze, Silver, Gold, Platinum e Diamond).

Il video di Nickmercs su Vanguard

Voi cosa ne pensate community? Siete anche voi convinti che, a prescindere dalla nuova mappa, serva una grossa novità come quella relativa alle ranked per “rinfrescare” e rendere più competitivo l’ambiente di gioco su Warzone?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701