Il Perk Rifornimento sempre più usato grazie al meta di Warzone orientato sulle granate stordenti

Il Perk Rifornimento sempre più usato grazie al meta di Warzone orientato sulle granate stordenti

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Rifornimento – Con l’avvio della terza stagione abbiamo assistito ad un netto aumento del numero di utilizzatori delle granate “stun”, ovvero l’equipaggiamento tattico utilizzato per stordire il nemico prima di attuare l’attacco finale.

Sempre più professionisti optano per questo tipo di equipaggiamento, preferendo le Stun (o le granate accecanti, o le granate a gas) al celebre “Heartbeat Sensor“, spesso simpaticamente chiamato dai giocatori della community “pingatore“, utile invece a mostrarci la posizione esatta del nemico (se sprovvisto di Ghost).

Il fatto che le granate tattiche stiano godendo della fiducia di moltissimi giocatori, ha permesso a svariati pro e semi-professionisti di “riscoprire” un perk fino a qualche tempo fa poco utilizzato, che potrebbe “scombinare” parte dell’esperienza di gioco attualmente disponibile su Verdansk.

Stiamo parlando del Rifornimento, perk da inserire nel secondo slot che garantisce una ricarica costante dell’equipaggiamento (sia tattico che letale) ogni 50 secondi. Considerato che per una fight spesso si utilizzano anche due granate, la ricarica costante ogni minuto garantisce sempre delle granate a disposizione e ci permette di rendere ancor più “automatico” l’ingaggio di un avversario prima di tutto mediante una stun.

Pensate che questo perk è mediamente usato da giocatori che hanno un K/D di 1.30…non è quindi una scelta da fare se si è alle prime esperienze. Se si è dei nuovi giocatori è sempre meglio avere l’Overkill sul primo loadout (cosi da poter giocare due armi diverse) ed il Ghost sul secondo.

Per un giocatore molto bravo non è quindi un problema dover scegliere se apparire sul radar nemico giocando senza Ghost, o se avere a disposizione un’unica arma principale con cui combattere giocando senza l’Overkill, perchè la presenza del Rifornimento al posto di uno dei due perk sopra è fondamentale per avere una classe aggressiva e pronta a sostenere molteplici fight sempre al 100% delle possibilità.

A fornire lo spunto per tutta questa discussione è stato JGod, che in un recente aggiornamento ha voluto parlare di quelli che secondo lui sono i migliori e più consigliabili perk su cui fare affidamento.

L’esperto di Warzone ha anche fornito alcuni utili consigli su quelli che dovrebbero essere i perk più forti ed utilizzati tra i giocatori che hanno 1 o più di K/D, quindi E.O.D. e Amped per il primo ed il terzo slot, ed appunto Rifornimento (ma anche Overkill o Ghost, in base allo stile di gioco o all’esigenza specifica che avete in quel momento) per il secondo.

Anche Tracker è un perk molto buono, ma JGod lo consiglia solamente per la modalità SOLO. Secondo lui infatti questo potere è maggiormente sfruttabile se il nostro bersaglio è solamente uno, mentre con la presenza dei team l’effetto del perk rischia di generare solamente confusione (decine di impronte da tutte le parti non sono di aiuto nelle fasi concitate).

Ecco il video sulla questione.

Cosa ne pensate community? Farete una prova con il perk Rifornimento, o non siete dei grandi utilizzatori dell’equipaggiamento tattico?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

“DMZ sarà una modalità sensazionale, e sarà sia PVP che PVE”: tutte le ultime sul nuovo Modern Warfare 2

“DMZ sarà una modalità sensazionale, e sarà sia PVP che PVE”: tutte le ultime sul nuovo Modern Warfare 2

Profilo di Stak
 WhatsApp

DMZ Modern Warfare – Il celebre leaker Hope ha da poco svelato delle nuove interessanti informazioni sulla modalità DMZ, indiscussa “novità” in arrivo con il prossimo Modern Warfare 2.

La modalità DMZ sarà la “terza” mode del nuovo Call of Duty, insieme ovviamente al single player ed al multiplayer. Non ci sarà quindi la mode zombie, che sarà per l’appunto sostituita dalla DMZ protagonista di questo speciale.

Proprio sulla nuova mode DMZ, Hope ha illustrato una serie di leak molto interessanti, che indubbiamente aumentano ogni tipo di hype per questo contenuto. Prima di tutto Hope ha chiarito che dalle sue fonti pare sia certa la presenza del marketplace.

Come avevamo accennato anche ieri in un precedente speciale, sembra che con il prossimo COD si concretizzerà la possibilità di scambiarsi (o vendere) tra giocatori le skin della propria collezione. Sempre in DMZ saranno ottenibili tutta una serie di skin e progetti arma da utilizzare anche su Warzone 2.

La mode DMZ avrà 4 mappe uniche, ed in ognuna di queste vi saranno i cicli di notte/giorno ma anche i cambiamenti climatici.

Con DMZ due versioni: una PVP ed una PVE

Non solo, perchè oltre a tutto questo pare che DMZ avrà anche due versioni distinte e separate, una PVP ed una PVE. Nella prima, quella PVP, i giocatori dovranno affrontarsi tra loro.

Nella modalità PVE invece, similarmente a come accade in alcune mode Zombie, giocheremo solamente contro i personaggi controllati dal computer.

Sempre in merito a DMZ, ma qui siamo più su considerazioni personali e non su presunti leak, Hope ha spiegato che secondo le sue fonti Infinity Ward ha decisamente “fatto centro” con DMZ.

In particolare, sembra che con questa mode siano riusciti a trovare la formula giusta per rendere l’esperienza di gioco piacevole anche e soprattutto ai giocatori meno forti.

La speranza è che i primi trailer che verranno trasmessi nei prossimi giorni (troverete qui altri dettagli) ci mostrino già un assaggio di DMZ e di tutti i suoi vari contenuti.

Non appena saranno disponibili, riporteremo nuove e più dettagliate informazioni sull’argomento.

Hope sgancia la bomba: “su Warzone 2/MW2 skin scambiabili e non solo”

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Modern Warfare 2/Warzone 2: poche settimane ancora per i trailer ufficiali!

Modern Warfare 2/Warzone 2: poche settimane ancora per i trailer ufficiali!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone 2/Modern Warfare – L’avevamo anticipato diverse volte, ma più ci avviciniamo all’estate più si concretizzano le possibilità di vedere il nuovo Modern Warfare 2 già dal prossimo autunno, Ottobre/inizio Novembre al più tardi.

Il celebre leaker RalphValve ha infatti rivelato nuove indiscrezioni che hanno entusiasmato migliaia di giocatori in tutto il mondo. Sembra che dovremo aspettare solamente una manciata di giorni prima di scoprire i segreti del nuovo MW2, a partire dai suoi nuovi trailer.

Il primo di questi è previsto in uscita il prossimo 8 Giugno. Durante questo reveal, dovremmo vedere un elevato numero di informazioni, a partire dal nuovo “engine” del titolo.

Stando a quanto riferito dal leaker, con questo primo trailer ci potremo fare un’idea anche del Multiplayer, e della già anticipata modalità ‘DMZ’. Proprio in merito all’ultima citata, più tardi nel pomeriggio pubblicheremo un nuovo interessante speciale carico di novità.

Dopo questo primo trailer ve ne sarà un secondo, pubblicato esattamente il giorno dopo, il 9 di Giugno.

Warzone 2 e Modern Warfare 2 già protagonisti al Summer Game Fest? 

In questo caso però, dovrebbe essere direttamente il dev Geoff Keighley a fare da voce narrante alle immagini.

Il video, che dovrebbe essere trasmesso durante il Summer Games Fest, mostrerà ai giocatori il gameplay del multiplayer, ma anche della nuova campagna single player.

Con questa tabella di marcia dovremmo quindi attendere il rilascio della prima alpha entro e non oltre l‘inizio di Agosto. Tutte queste, lo ricordiamo, per quanto “autorevoli” ed “attendibili” sono sempre considerazioni non ufficiali e vanno pertanto sempre prese con le “pinze”.

Voi cosa ne pensate community? Siete pronti per lanciarvi in questo nuovo titolo di Activision? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Hope sgancia la bomba: “su Warzone 2/MW2 skin scambiabili e non solo”

Hope sgancia la bomba: “su Warzone 2/MW2 skin scambiabili e non solo”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Skin Warzone 2 – Una delle notizie forse più attese della storia del franchise di Call of Duty sta rapidamente prendendo forma stando alle ultime dichiarazioni del celebre Hope.

Hope, conosciuto anche come TheGhostOfHope, è un noto leaker di Call of Duty, da tempo impegnato nell’anticipare i devs di Activision sui contenuti in arrivo con il prossimo titolo.

Secondo Hope, il prossimo Modern Warfare sarà assolutamente provvisto di una forma di “scambio” degli oggetti posseduti nel proprio account, una sorta di “mercato” che ci permetterà di scambiare, ma forse anche di vendere, alcuni contenuti in nostro possesso.

Lo stesso Hope ha esplicitamente parlato di “Skin” e “progetti arma” tra gli oggetti “scambiabili”, ma ha anche accennato a degli altri item che dovrebbero provenire dalla “terza modalità di gioco”.

Come abbiamo accennato anche in precedenza, questa dovrebbe essere una sorta di “Escape From Tarkov” basato su Call of Duty.

Gli stessi devs di Activision hanno però già anticipato che questa mode avrà delle caratteristiche del tutto originali, anche se non si è entrati troppo nel dettaglio.

A quanto pare comunque, DMZ (questo il nome della mode “speciale”) dovrebbe garantirci lo scambio di numerosi oggetti…

Questa cosa, lo ribadiamo, è del tutto nuova nel mondo di Call of Duty. Fino ad oggi infatti, i giocatori hanno sempre posseduto gli oggetti sul proprio account, senza mai poterli scambiare/vendere.

Pur trattandosi di leak, l’affidabilità della fonte ci porta a pensare che questa caratteristica potrebbe davvero sbarcare nel prossimo MW2.

Voi cosa ne pensate community?

Warzone 2, finalmente si parla di Poligono di Tiro per testare armi e loadout

L’idea vi alletta? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Il post sulle skin di MW2/Warzone 2

Articoli correlati: