rifornimento warzone

Il Perk Rifornimento sempre più usato grazie al meta di Warzone orientato sulle granate stordenti

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Warzone Rifornimento – Con l’avvio della terza stagione abbiamo assistito ad un netto aumento del numero di utilizzatori delle granate “stun”, ovvero l’equipaggiamento tattico utilizzato per stordire il nemico prima di attuare l’attacco finale.

Sempre più professionisti optano per questo tipo di equipaggiamento, preferendo le Stun (o le granate accecanti, o le granate a gas) al celebre “Heartbeat Sensor“, spesso simpaticamente chiamato dai giocatori della community “pingatore“, utile invece a mostrarci la posizione esatta del nemico (se sprovvisto di Ghost).

Il fatto che le granate tattiche stiano godendo della fiducia di moltissimi giocatori, ha permesso a svariati pro e semi-professionisti di “riscoprire” un perk fino a qualche tempo fa poco utilizzato, che potrebbe “scombinare” parte dell’esperienza di gioco attualmente disponibile su Verdansk.

Stiamo parlando del Rifornimento, perk da inserire nel secondo slot che garantisce una ricarica costante dell’equipaggiamento (sia tattico che letale) ogni 50 secondi. Considerato che per una fight spesso si utilizzano anche due granate, la ricarica costante ogni minuto garantisce sempre delle granate a disposizione e ci permette di rendere ancor più “automatico” l’ingaggio di un avversario prima di tutto mediante una stun.

Pensate che questo perk è mediamente usato da giocatori che hanno un K/D di 1.30…non è quindi una scelta da fare se si è alle prime esperienze. Se si è dei nuovi giocatori è sempre meglio avere l’Overkill sul primo loadout (cosi da poter giocare due armi diverse) ed il Ghost sul secondo.

Per un giocatore molto bravo non è quindi un problema dover scegliere se apparire sul radar nemico giocando senza Ghost, o se avere a disposizione un’unica arma principale con cui combattere giocando senza l’Overkill, perchè la presenza del Rifornimento al posto di uno dei due perk sopra è fondamentale per avere una classe aggressiva e pronta a sostenere molteplici fight sempre al 100% delle possibilità.

A fornire lo spunto per tutta questa discussione è stato JGod, che in un recente aggiornamento ha voluto parlare di quelli che secondo lui sono i migliori e più consigliabili perk su cui fare affidamento.

L’esperto di Warzone ha anche fornito alcuni utili consigli su quelli che dovrebbero essere i perk più forti ed utilizzati tra i giocatori che hanno 1 o più di K/D, quindi E.O.D. e Amped per il primo ed il terzo slot, ed appunto Rifornimento (ma anche Overkill o Ghost, in base allo stile di gioco o all’esigenza specifica che avete in quel momento) per il secondo.

Anche Tracker è un perk molto buono, ma JGod lo consiglia solamente per la modalità SOLO. Secondo lui infatti questo potere è maggiormente sfruttabile se il nostro bersaglio è solamente uno, mentre con la presenza dei team l’effetto del perk rischia di generare solamente confusione (decine di impronte da tutte le parti non sono di aiuto nelle fasi concitate).

Ecco il video sulla questione.

Cosa ne pensate community? Farete una prova con il perk Rifornimento, o non siete dei grandi utilizzatori dell’equipaggiamento tattico?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701