Il cosplay di DrDisRespect dietro l’esclusione di Zlaner dal Rivals?

Il cosplay di DrDisRespect dietro l’esclusione di Zlaner dal Rivals?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Mistero Zlaner – Nel  corso della serata di ieri è andato in scena lo Showdown del Twitch Rivals di Warzone, torneo ultra competitivo con 150 mila Dollari totali in palio giocato prima nel vecchio continente, dove hanno partecipato anche due team composti interamente da giocatori della nostra nazione (troverete qui i dettagli), e poi anche in Nord America, dove a vincere è stato il terzetto capitanato dal noto Swagg.

Moltissimi hanno subito notato l’assenza di uno dei nomi più importanti e noti della scena competitiva, ovvero il celebre Zlaner, che pare non sia stato proprio invitato dagli organizzatori pur essendo uno degli streamer più seguiti di Twitch.

Non è assolutamente chiaro il motivo di questa esclusione, anche se è evidente che il giocatore in questione era assolutamente pronto per partecipare (la sua assenza non è quindi da ricondurre ad impegni particolari dello streamer): lo stesso Zlaner ha infatti pubblicato su Twitter un post in cui ha mostrato l’indecifrabile risposta degli admin di Twitch, secondo i quali il noto streamer era semplicemente “non idoneo” per il tipo di competizione.

Ma cosa potrà mai voler dire “non idoneo” in un frangente come questo? Zlaner è un player molto talentuoso, vanta decine e decine di migliaia di follower in tutto il mondo, ed è certamente una delle voci più apprezzate del panorama globale di Warzone…la sua “non idoneità” non può quindi spiegarsi attraverso nessuno di questi punti.

Alcuni esperti del settore hanno avanzato un’ipotesi per la quale, in realtà, l’estromissione di Zlaner dal Twitch Rivals sarebbe da ricondurre al cosplay che lo streamer ha dedicato in più occasioni al suo amico e collega DrDisRespect, content creator bannato da Twitch diverso tempo fa, per ragioni ancora misteriose e da chiarire.

Può effettivamente aver dato cosi tanto fastidio a Twitch il cosplay dedicato a DrDisRespect, da aver indotto gli admin ad escludere a priori Zlaner dalla competizione?
Sono molti che iniziano a credere a questa teoria, e lo stesso protagonista, oltre anche all’amico DrDisRespect, non hanno esitato a ricondividere il post Twitter del giornalista Jake Lucky in cui viene paventata questa ipotesi.

Al momento tutto tace da casa Twitch, ma sembra che Zlaner non abbia preso troppo bene questa esclusione, e stia già pensando a dirottare parte delle sue dirette anche su altre piattaforme di streaming.

Nel caos dovuto alla presenza di un cheater nella lobby privata durante i Twitch Rivals questa esclusione di Zlaner è sicuramente passata sottotraccia, ma siamo sicuri che nei prossimi giorni si continuerà a parlare della cosa.

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Cheater anche al Twitch Rivals di Warzone (con lobby private): Savy e Moonryde pronti per rigiocare da zero!

Articoli correlati: 

Nickmercs torna al vertice degli streamer di Warzone su Twitch!

Nickmercs torna al vertice degli streamer di Warzone su Twitch!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Nickmercs #1 – Finalmente pubblici anche i dati relativi agli streamer più visti di Warzone su Twitch nel corso di Luglio 2022!

Come per Giugno, anche a Luglio si registra una leggera flessione delle visualizzazioni, a causa del minore interesse generato dal BR Activision su Twitch. La classifica viene comunque stravolta dall’esplosivo ingresso di Nickmercs in classifica…

Come noto infatti, lo streamer del FaZe Clan ha da poco deciso di impegnarsi nuovamente in delle stream su Warzone, dopo svariati mesi di lontananza dal BR. Anche le ore di stream che lo statunitense ha dedicato a Warzone a Luglio non sono moltissime, ma sono comunque bastate per garantire a Nickmercs quasi 1.400.000 ore visualizzate su Twitch.

Pensate che nonostante le sole “59 ore di stream”, quello di Nickmercs è il risultato migliore del 2022 per uno streamer di Warzone.

Dietro di lui il francese Chowh1, che riesce nell’impresa di accumulare più ore visualizzate di Swagg, terzo seppur con quasi la metà delle dirette di Chowh1.

Nei dati pubblicati da SullyGnome compare anche l’italiano Moonryde, saldamente in Top10 davanti a Jukeyz. Il dato più positivo per il cecchino di San Cesareo è che rispetto ai suoi diretti “concorrenti”, Fifakill e Jukeyz, ha molte meno ore di stream ed un peak di viewers secondo solamente ai primissimi della classifica. 

Top streamer Warzone – Luglio 2022

Streamer Ore visualizzate
NICKMERCS 1,399,243
Chowh1 947,076
Swagg 892,987
HusKerrs 683,588
Aydan 640,746
Symfuhny 635,714
TeePee 613,374
Fifakill 529,372
Moonryde 526,926
Jukeyz 458,883

Cosa ne pensate di questi numeri community? Fatecelo sapere nei commenti in community! La discussione, come sempre, è aperta!

 

 

Articoli correlati: 

Symfuhny controcorrente su Verdansk: “mappa sopravvalutata”

Symfuhny controcorrente su Verdansk: “mappa sopravvalutata”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Con un interessante intervento sul suo canale ufficiale, il celebre streamer Symfuhny ha proposto una chiave di lettura molto diversa rispetto “al solito” su Verdansk. A differenza di una fetta molto importante di giocatori e content creator infatti, Symfuhny ritiene che Verdansk non sia poi questa grande mappa.

Symfuhny ha anche paragonato Caldera a Verdansk, affermando che non gli è poi cosi semplice stabilire quali delle due è la “best mappa BR” di Warzone. Lo streamer ha spiegato: “secondo me Verdansk cattura cosi tanto la nostalgia dei player perché quando la giocammo c’era il lockdown“…

Sulla questione Symfunhy ha quindi proseguito: “Verdansk è stata la perfetta evasione in un momento in cui non potevamo uscire di casa, in cui eravamo eravamo obbligati a stare lontani gli uni dagli altri, e penso che sia questo il motivo per il quale viene ricordata con cosi tanto affetto“.

Secondo Sym quindi il successo di Verdansk non andrebbe ricercato nel suo gameplay o nella sua struttura, ma semplicemente nella data del suo rilascio. Verdansk è stata per molti player un “luogo” in cui “recarsi” per “staccare” dalla pesante quotidianità che ha contraddistinto quei giorni per tutti noi. Da qui la “nostalgia” di cui parla Symfunhy.

“Verdansk è sopravvalutata, Fortune è invece divertentissima!”

In ogni caso, Symfuhny ha anche espresso grande apprezzamento per la nuova Fortune’s Keep, mappa che ritiene “divertentissima”. Non sarebbe quindi affatto favorevole ad un ripristino di Verdansk per la quinta stagione (cosa invece sperata da molteplici giocatori e streamer di Warzone)… E si è solo augurato che la mappa di Warzone 2 nasca sotto una stella diversa.

In merito alla questione ha infatti concluso: “Se parliamo di divertimento puro, pensiamo che Verdansk sia cosi migliore rispetto a Caldera? No. Non voglio scegliere tra le due, penso che siano entrambe un po’ “meh”. Spero invece che la nuova mappa di Warzone 2 sia infuocata”.

Cosa ne pensate di questo punto di vista community? Pensate anche voi che quella per Verdansk sia solamente “nostalgia”? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Le Armi close range migliori di Warzone secondo JGOD

Le Armi close range migliori di Warzone secondo JGOD

Profilo di Stak
 WhatsApp

Con un nuovo speciale su You Tube, il celebre Jgod ha svelato quello che è, dal suo punto di vista, l’attuale meta delle armi di Warzone.

In particolare, Jgod ha preferito dedicarsi alle armi close range ed alle piccole pistole mitragliatrici da usare a distanza ravvicinata, spiegando quali sono al momento quelle preferibili da usare sia in BR che su Ritorno.

Tutto questo considerando ovviamente il fatto che la Blixen, una delle indiscusse protagoniste del meta, ieri sera è stata nuovamente nerfata sia nei suoi danni che nella sua velocità di movimento. Probabilmente l’arma è ancora ottima a livello di performance, ma molti giocatori hanno comunque preferito provare qualcosa di diverso.

Le alternative sono moltissime, e sono tutte assolutamente valide. Purtroppo non c’è più il VLK Rogue tra queste, visto che lo shotgun è stato “brutalizzato” e nerfato al punto da essere sostanzialmente inutile da usare. Nel caso voleste comunque lanciarvi in azione con un fucile a pompa, potreste provare il Canna Liscia da Battaglia, ne abbiamo parlato qui.

Tornando alle piccole SMG, per JGOD quelle che meritano attenzione sono: Armaguerra, Sten, Marco 5, Type 100, Volk (da usare in modalità close range), MP5AS44, PPSH ed AUG, l’ultimo dei quali con la sua versione Modern Warfare.

Ognuna di queste armi è assolutamente da considerare valida e competitiva, in ordine d’importanza dall’Armaguerra sino all’AUG.

Andiamo a vedere le versioni delle armi proposte da JGOD per Warzone: 

Cosa ne pensate di queste versioni community? Quale proverete alla vostra prossima sessione di gioco su Warzone? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: