clayster

Il 3 volte campione del mondo Clayster preoccupato: “se si va avanti cosi, Warzone divorerà il multiplayer”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nel corso di una recente puntata del podcast The Flank, trasmissione ospitata sul canale streaming del giocatore dei New York Subliners Zoomaa, il noto fuoriclasse della Call of Duty League Clayster ha espresso alcune (interessantissime) preoccupazioni riguardo la scena competitiva dello sparatutto Activision, in particolare riguardo al come il multiplayer riesce fattivamente a coesistere con Warzone.

Secondo James “Clayster” Eubanks infatti, l’attenzione dei media e della maggior parte dei tifosi si è ultimamente diretta unicamente sulla scena di Warzone, avviando di fatto una lenta ma inesorabile “perdita” di appassionati dalla Call of Duty League che secondo la star dei Subliners potrebbe avere degli effetti incredibilmente negativi sulla CDL.

L’arrivo di Warzone nel 2020 venne salutato con grande entusiasmo dalla quasi totalità degli appassionati di COD, perchè il battle royale avrebbe garantito ad un pubblico del tutto nuovo di scoprire ed avventurarsi sul titolo sparatutto Activision (cosa che poi è effettivamente successa).

Oggi però alcuni di questi giocatori, uno su tutti Clayster, si dice però convinto che, se non trattato con la giusta cautela, un titolo come Warzone può letteralmente divorare tutto il pubblico e l’interesse legato alla CDL, di fatto andando a rendere il multiplayer un target “secondario” rispetto alla nostra amata Verdansk.

“Sembra che Warzone stia prendendo il controllo”, ha affermato Clay, che ha poi anche aggiunto “il battle royale ucciderà il multiplayer”…riferendosi al fatto che se non dovessero essere prese le giuste misure cautelative, si andrebbero enormemente a ridurre le opportunità per i giocatori e le squadre nella Call of Duty League, favorendo invece gli investimenti, e di conseguenza tutto l’interesse, solo nei riguardi del BR.

Speciale Rebirth: AK47, Milano821 ed RPG (anti-camper) le armi consigliate da usare nella piccola mappa!

La star dei Subliners non è preoccupata per l’immediato futuro della lega, e nemmeno di quello che potrà accadere nel prossimo anno…il suo timore è però che senza i giusti interventi e senza le adeguate misure per tenerla forte ed in “salute”, la Lega potrebbe essere condannata a chiudere i battenti (per fare completamente posto a Warzone) entro e non oltre i prossimi 2 anni.

Più attenzione in termini di marketing, e maggiore attenzione alle classifiche ed alle loro ricompense (quindi Clayster ha chiesto dei “montepremi più alti”) i primi spunti consigliati dalla star dei Subliners…ma in ogni caso resta da vedere quali saranno i piani di Activision…senza quindi escludere a priori la possibilità che i devs abbiano già scelto di voler trasferire, in parte o del tutto, la scena della Lega su Warzone.

Cosa ne pensate community? Le paure di Clayster sono secondo voi fondate? Guardando i numeri di Twitch che i due giochi sono in grado di esprimere, non sono pochi quelli che ritengono le parole del pro di New York assolutamente vere e fondate.

Il prossimo Agosto sarà il “Doomsday” per i cheater su Warzone (grazie all’anti-cheat)?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 


Il 3 volte campione del mondo Clayster preoccupato: “se si va avanti cosi, Warzone divorerà il multiplayer”
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701