warzone casual

I Casual di Warzone furiosi per i troppi nerf: “cosi è impossibile trovare continuità”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Casual – Trovare un buon bilanciamento su di un uno sparatutto non è mai opera semplice, ma i numerosi interventi recenti dei devs di Activision per le armi di Warzone hanno fortemente deluso parte dei giocatori, che si chiedono ora se finirà mai questa situazione di totale “instabilità”.

Nel corso della prima fase di Warzone i devs hanno preferito non intervenire troppo con nerf e buff alle armi, e difatti abbiamo avuto lunghi periodi di dominio da parte di uno o più specifici fucili (pensiamo al lungo periodo del DMRZone, a quello dell’AUG, ma anche a quello del CR-56 Amax, solo per citare alcune situazioni in cui i devs hanno preferito aspettare prima di attuare delle modifiche).

Da qualche mese a questa parte l’approccio degli sviluppatori sembra però radicalmente cambiato, con un numero maggiore di modifiche proposte in un lasso di tempo decisamente più ristretto. Le nuove tornate di bilanciamento sono diventate estremamente più frequenti, con questi ultimi 10 giorni che hanno visto la pubblicazione di ben 3 diverse patch, ognuna delle quali destinata a colpire un’arma specifica del meta.

L’ultima ad essere stata pesantemente “bilanciata” dai devs è la Cooper Carbine ad esempio, arma che stava trovando sempre più spazio sia nel meta close range che in quello long range di Caldera.

Perchè i casual lamentano i troppi nerf su Warzone?

A differenza dei giocatori che possono dedicare svariate ore al giorno a Warzone, per i Casual la notizia di un nerf è sempre (o quasi) molto negativa: quando un’arma viene nerfata un giocatore come Aydan, uno streamer o anche solo un “semplice” hardcore gamer, non ha mai troppe difficoltà a trovare una nuova versione con cui giocare.

Per un casual che non può invece giocare più di una o due ore al giorno, un nerf come quello indirizzato alla Cooper Carbine può costare anche una settimana di sforzi e di “malloppi” passati per livellare l’arma.

Il casual infatti impiega solitamente una settimana per “maxare” il livello di un’arma, e pensate quale può essere la delusione quando, finalmente pronti per giocare con la propria arma finalmente ben livellata, sopraggiunge un nerf ufficiale che manda sostanzialmente al macero tutto il nostro precedente impegno.

In altri giochi i publisher sono soliti “scusarsi” con i giocatori regalando ricompense che possono fungere da “rimborso” per il tempo perso, nel caso di Warzone potrebbero anche essere dei semplici Token Esperienza X3 (o anche X4, ndr) per le Armi, cosi da poter almeno “velocizzare” e dimezzare il processo che ci vedrà impegnati a livellare un’altra arma da capo.

Voi cosa ne pensate community? Siete anche voi convinti  che tutti questi bilanciamenti rischino di rendere la vita dei giocatori casual molto più tosta del solito? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Non c’è pace per le armi di Warzone: anche la Cooper Carbine sotto la lente dei devs (NERF)!

warzone apex

Warzone: e se ci fosse una “rotazione mappe” come su Apex?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Apex – Dalla community di Warzone si solleva una nuova richiesta, che potrebbe definitivamente cambiare il modo in cui oggi vediamo il BR di Activision.

La prima storica mappa di Warzone è stata Verdansk, e l’abbiamo vista in due distinte versioni: quella moderna, e quella “invecchiata” per essere in linea con il tema anni 80 di Black Ops.

Da quando la mappa è stata sostituita da Caldera, un numero crescente di giocatori ha richiesto ai devs la possibilità di rivedere in azione Verdansk, magari anche solo con una mode a tempo limitato.

Oggi torniamo a parlare dell’argomento proponendolo sotto un punto di vista del tutto nuovo, che ci sembra anche molto interessante. Su Reddit l’utente DuffWardo ha proposto ai devs di Activision di prendere ispirazione da Apex Legends riguardo alle mappe.

Sul popolare BR Respawn vi è infatti una vera e propria rotazione delle mappe principali, che cambiano e si “intrecciano” di ora in ora. Se un qualcosa di simile venisse applicato anche su Warzone probabilmente si andrebbe a fare felice una fetta davvero gigantesca di player Activision.

Cosa significa “rotazione delle mappe“? Avendo una rotazione delle mappe, Caldera, Verdansk originale e Verdansk 84 si darebbero il “cambio” ad un intervallo di tempo preciso (su Apex cambia quasi ogni ora, ndr).

In questo modo l’esperienza di gioco su Warzone sarebbe sempre “fresca”, ed assolutamente originale, similarmente a come si presenta da questo punto di vista su Apex.

Andiamo a vedere il post Reddit in questione:

Would adding timed map rotations into Warzone improve the game? from CODWarzone

La questione non è chiaramente ufficiale, e si tratta pur sempre di una proposta dei giocatori. Non sappiamo se i devs metteranno nel mirino la questione, ma per un cambio cosi imponente è indubbio che bisognerà attendere almeno il rilascio del nuovo Warzone.

Warzone 2, i “grandi cambiamenti” e le speranze di Swagg

Proprio in merito al futuro di Warzone, il celebre streamer del FaZe Clan Swagg si è detto entusiasta delle news relative al secondo capitolo del BR. In un video YT dedicato, Swagg ha definito “sensazionale” la notizia del sequel di Warzone, aggiungendo che quasi certamente questo vorrà dire “un nuovo movement, un nuovo engine ed un nuovo feeling con il gioco“.

Bisognerà vedere quali novità introdurrà questo secondo capitolo in uscita nel 2023, e se una eventuale rotazione delle mappe sarà tra queste. Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

owen gun warzone

Owen Gun straordinaria su Warzone: il meta close range ha una nuova protagonista

Profilo di Stak
 WhatsApp

Owen Gun Warzone – Attraverso questo nuovo speciale vogliamo andare ad accendere tutte le luci dei riflettori su una piccola ma devastante SMG, che potrebbe presto diventare una vera spina nel fianco su Warzone.

Parliamo nello specifico della pistola mitragliatrice Owen Gun, arma australiana che venne prodotta in circa 50 mila esemplari nel corso della seconda guerra mondiale, e che riscosse un discreto successo a livello internazionale.

Pensate che l’Owen era cosi affidabile che anche gli Stati Uniti, da sempre grandissimi “produttori” di armi, ne hanno ordinati dei modelli. L’Owen sbarca su COD Warzone grazie a Vanguard, ed è oggi certamente tra le armi “novità” del meta di questo fine Gennaio.

Da diverse settimane infatti ha visto notevolmente aumentare il numero di giocatori che l’hanno inserita in una classe. Il merito è certamente da ricondurre alla sua eccellente stabilità/precisione, ma anche al fatto che dispone di caricatori molto capienti.

Tutte queste caratteristiche positive hanno convinto i giocatori a preferire l’Owen all’MP40, specialmente dopo che la mitragliatrice tedesca è stata nerfata. Su WZRanked l’arma si trova ancora al 24° posto generale per popolarità, ma sono ormai diversi i PRO che la stanno utilizzando.

Uno di questi è Metaphor, che in un recente video YouTube ha parlato dell’Owen come della migliore SMG su piazza. Secondo questo noto content creator, l’Owen svetta tra le armi close range perché garantisce una mobilità straordinaria, e perché ha un TTK eccellente.

Di seguito riportiamo i dettagli delle versioni più note/consigliate, insieme anche all’ultimo BREN proposto dal celebre Nickmercs. Ricordiamo infatti che il noto streamer del FaZe Clan è da poco tornato in azione anche su Warzone.

Warzone – Loadout consigliati per Owen Gun e Bren

Loadout per OWEN GUN SMG consigliato da TTVZyro
Loadout consigliato per Owen Gun SMG di Metaphor
Loadout consigliato da Nickmercs per BREN

Cosa ne pensate di queste versioni community? Darete una possibilità al vostro Owen? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

gas warzone

In arrivo su Warzone: Palloni anti-aerei, GAS e bombardieri!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Gas Warzone – Grazie a dei nuovi leak pubblicati in rete abbiamo potuto farci una minima idea di quello che potrebbe presto sbarcare su Warzone.

Come molti di voi sapranno il prossimo 14 Febbraio verrà ufficialmente rilasciata la Season 2 di Vanguard e Warzone, e con questa sbarcheranno su COD innumerevoli novità. Oltre ai già “teaserati” cambiamenti in arrivo per Caldera, sembra infatti che il pacchetto “contenuti originali” sarà veramente imponente.

I devs hanno deciso di schierare le armi pesanti, e secondo quanto riferito dai leakers ci sarà veramente da divertirsi…

Partiamo sempre da un fondamentale presupposto: tutto quello che leggerete di seguito non è ancora “ufficiale”. Si tratta di “fughe di notizie”, certamente importanti vista l’affidabilità delle fonti che le hanno “scovate”, ma pur sempre ufficiose e non confermate.

Come dicevamo sembra che Raven voglia stupire i giocatori, schierando in campo tante novità tra modalità e contenuti in game. Iniziamo proprio dai contenuti, da sempre argomento “caldo” per gli appassionati. Con la nuova stagione dovremmo assistere all’aggiunta di un nuovo tipo di equipaggiamento “anti-aereo” chiamato “Redeploy Balloons“.

Questi “palloni da rischieramento” dovrebbero e potrebbero funzionare in modo simile ai “Palloni di sbarramento“, agendo come veri e propri “ostacoli” nel cielo per gli aerei. Sbattendoci contro con un aereo potrebbe avere esiti devastanti sull’integrità del nostro velivolo.

Warzone, in arrivo anche i bombardieri e tantissimo gas

Proprio gli aerei saranno i grandi protagonisti della nuova season 2, e questo non solo per i palloni sopra menzionati. Sembra infatti che la prossima stagione verranno aggiunti dei nuovi aerei, dei bombardieri veri e propri, in grado quindi di “bombardare” a tappeto intere zone di Caldera.

L’altro grande protagonista sarà poi il GAS. Vi sarà infatti una modalità a tempo limitato in cui le squadre saranno in grado, attraverso specifici equipaggiamenti, di sprigionare gas per far crepare gli avversari.

Ai giocatori verrà però data la possibilità di utilizzare, nei casi più disperati, la “Personal Decontamination Station“. Questo oggetto dovrebbe mettere “al sicuro” il nostro team dal gas.

Non sappiamo ancora in cosa concretamente consisterà questa Personal Decontamination Station, ma sarà sicuramente un equipaggiamento “fisso”, che potrà quindi darci protezione dal gas, ma ci obbligherà a stare fermi in un punto magari anche per molti secondi.

Un vago esempio di come POTREBBE essere la Personal Decontamination Station su Warzone

Sempre riguardo le modalità a tempo limitato, sembra che i mezzi corazzati saranno grandi protagonisti a Febbraio. Probabilmente, saranno utili per “spargere” il gas attorno ad una determinata zona.

Ecco tutti i post che servono come fonti per queste informazioni:

Cosa ne pensate community? Siete pronti per questa imponente carica di novità in arrivo? Come sempre, la discussione è assolutamente aperta!

Articoli correlati: