Giian ed il video su “Whitelist”, “VPN” e “BOT LOBBY” di Warzone: cosa ha scoperto

Giian ed il video su “Whitelist”, “VPN” e “BOT LOBBY” di Warzone: cosa ha scoperto

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone VPN & Whitelist – Il celebre content creator italiano Giian ha rilasciato di recente un nuovo interessantissimo video, in cui cerca di fare chiarezza riguardo al discorso “Whitelist“, ma anche su quello relativo al funzionamento delle VPN.

Partiamo da un presupposto: su Warzone siamo nel bel mezzo di un periodo “Hackusation“. Una parte, anche molto considerevole, dei giocatori di Warzone considera tutti (o quasi) i PRO ed i content creator dei cheater/imbroglioni.

Questo succede solitamente per due motivi: poca conoscenza delle meccaniche di gioco; rosicare perché non si riesce a replicare ciò che questi pro riescono a fare in partita. Certo il problema dei cheaters esiste su Warzone, cosi come anche quello degli imbroglioni, e di quelli che utilizzano le VPN per trovare delle partite più facili.

Questo però non fa di tutti i giocatori che hanno più di 1.50 di K/D degli imbroglioni.

Warzone – VPN per tutti, e VPN “Premium”

Proprio parlando delle VPN, l’inchiesta fatta da Giian su You Tube ha messo in luce un “glitch” che sembra favorire ancora di più i giocatori che ne abusano. Come noto le VPN sono dei programmi che servono a farci entrare su lobby differenti da quelle della nostra regione, nelle quali si tendono a trovare giocatori con un K/D più basso.

Secondo chi ha però potuto provare Warzone con le VPN questo è in parte un falso mito. E’ vero che si incontrano più facilmente delle BOT Lobby, ma non sembra essere una costante come invece molti sono portati a pensare.

Di tutt’altra natura sono poi le VPN Geo-Location di cui porta testimonianza diretta proprio Giian. Questa specie di “VPN PREMIUM” applicherebbe un filtro aggiuntivo per la selezione delle lobby, che manderebbe totalmente in crash lo SBMM, il sistema usato da Activision per creare sempre delle lobby bilanciate.

Il servizio è di quelli costosi, visto che 30 giorni di “Lobby BOT” assicurate costano poco meno di 14 Dollari. Cosa non si è disposti a fare (ed a pagare), pur di non giocare onestamente…

La testimonianza di Bloo sulla presunta Whitelist

Ma non è tutto, perché Giian nel video riporta anche l’importante testimonianza rilasciata pochi giorni fa dal celebre FaZe Bloo, giocatore sotto contratto con il FaZe Clan.

FaZe Bloo ha infatti riportato in auge tutta la discussione attorno alla “whitelist“, ovvero la presunta lista di streamer/content creator che godono di un trattamento di riguardo quando si tratta di entrare in una lobby.

Bloo sostiene che da quando ha ottenuto la partnership con Call of Duty entra solo su lobby molto scarse, con un K/D medio di 0.70 o peggio. Sempre secondo Bloo questa sarebbe una pratica di Activision per aiutare i content creator a svolgere il loro lavoro ed a produrre contenuti di successo.

Warzone, Rebirth: le sirene delle nuove navi nascondono un “ricchissimo” segreto…

Sempre Bloo ha però anche spiegato che per questo motivo è stato interdetto dall’essere l’host di un party in qualsiasi torneo, proprio perchè altrimenti il suo team sarebbe troppo avvantaggiato rispetto agli altri partecipanti.

Tutto questo, lo ripetiamo, non prova nulla, è e resta solamente la testimonianza diretta di una persona che potrebbe essere molto ben informata sui fatti. Certo Activision dovrebbe fare chiarezza il prima possibile sulla questione, anche solo per l’enorme scena competitiva che è nata online attorno a questo titolo.

Il video di Giian sull’argomento

Ma quindi, quale soluzione possiamo sperare? 

Tutti questi problemi derivano da una sola ed unica questione…inutile girarci troppo attorno: se ci fossero le ranked, tutte queste polemiche manco esisterebbero. Le lobby unranked di Warzone diventerebbero delle meravigliose “giungle” casuali, con tutta la scena competitiva e dei tryharder che si sposterebbe in blocco nelle lobby ranked.

Non esisterebbero più problemi di record, “Bot Lobby“, “VPN” e chi più ne ha più ne metta…

Solo questa, dal mio personale punto di vista, può essere la strada che ci condurrà verso un clima su Warzone meno tossico, meno popolato (almeno) da questo tipo di imbroglioni, e certamente anche meno impregnato di “hackusation“…

Torri di comunicazione attive su Rebirth: presto in arrivo anche i camion blindati!

Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Anche FFAR e MAC10 tra le armi di Warzone in netta risalita! La Marco 5 la top del momento

Anche FFAR e MAC10 tra le armi di Warzone in netta risalita! La Marco 5 la top del momento

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone FFAR & altre – Grazie ai recenti bilanciamenti voluti dai devs, su Call of Duty Warzone pare siano tornate particolarmente in auge alcune storiche armi dell’era Black Ops.

Tra le varie che si stanno ritagliando uno spazio netto nel meta, vi sono sicuramente il fucile d’assalto FFAR e la piccola SMG Mac10. Entrambe armi della “hall of fame” di Warzone, in passato sono state cosi amate e forti da aver dominato (in periodi diversi, ovviamente) il meta di gioco.

A segnalare il “ritorno” della prima è Swagg, che è rimasto semplicemente senza parole davanti all’estrema competitività dell’arma. Ricordiamo che il FFAR è sempre stato usato come arma da close range, e quindi giocandola con un altro AR per i tiri lunghi si andrà incontro al “problema” delle munizioni condivise.

Molti giocatori della prima ora di Warzone sono assolutamente abituati a questa situazione, visti i mesi e mesi di dominio che il FFAR ha avuto negli scontri a distanza ravvicinata.

A svelarci la versione della MAC10 è invece il noto TheKoreanSavage, che ha proposto una classe molto nota per questa smg.

Di seguito, andiamo anche a riportare l’ultima versione della Marco 5 giocata da Booya, indubbiamente l’arma migliore del momento da giocare in cose range su Warzone, ed alcune altre versioni per l’NZ, l’STG ed il Vargo, tutte valide alternative da giocare per i tiri lunghi.

Warzone – Loadout consigliati per FFAR, MAc10 e altre

Loadout per FFAR 1 consigliato da Swagg
Loadout consigliato da TheKoreanSavage per MAC10
Loadout consigliato da Booya per MARCO 5
Miglior loadout per STG44 di WhosImmortal
Loadout consigliato da WhosImmortal per Vargo 52
Loadout consigliato da WhosImmortal per NZ41

Quanto è veloce la Marco 5? 

Qui di seguito un interessante grafico che ci svela quanto la Marco 5 sia veloce rispetto alla CX9, indubbiamente una delle SMG più “rapide” della storia di Warzone:

According to sym.gg the new SMG can almost WALK faster than the MW CX-9 can TAC SPRINT. from CODWarzone

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

 

Timmins sulla modifica ai loadout: “non torneremo indietro, vi dovete solo abituare”

Timmins sulla modifica ai loadout: “non torneremo indietro, vi dovete solo abituare”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Ted Timmins sulla modifica ai loadout – Il Senior Creative Director di Raven Software è recentemente intervenuto sui social dopo le numerose lamentele rispetto alla recente modifica dei loadout.

Come capitò anche per il menù dello shop, con l’aggiornamento della Season 4 i devs hanno introdotto anche una piccola modifica per il menù dei loadout, una volta aperta una cassa di rifornimento.

Da due giorni infatti, aprendo una cassa si vedrà il cursore andare automaticamente sulla prima classe (quella più in alto). Questa modifica ha generato un po’ di confusione tra i giocatori, con numerosi player che hanno segnalato di aver “sbagliato il loadout” durante le sessioni di gioco recenti.

Le lamentele avrebbero potuto generare un ripensamento nei devs di Raven Software, che invece pare abbiano deciso di procedere per la loro strada. Su Twitter è stato direttamente Ted Timmins a comunicarlo, annunciando che è “solo questione di abitudine”.

Nel post Timmins ha dichiarato: “questa modifica è uguale alla rimozione dall’interfaccia utente del pop-up di conferma di acquisto agli shop. Ricordi come tutti sono “saltati” agli shop per una settimana? Ma poi è andata meglio? Questo sarà lo stesso, c’è solo bisogno di tempo affinché la memoria muscolare faccia il suo corso“.

In Raven non sembrano quindi affatto preoccupati dei feedback negativi… Al contrario, sono invece assolutamente determinati in questo senso. Con la rimozione del tasto di conferma di acquisto dagli shop hanno avuto effettivamente ragione…

Speriamo anche questa decisione generi il medesimo risultato.

Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Swagg, Booya e Jgod concordano: “le Marco 5 in Akimbo sono ROTTE; folle la velocità di movimento”

Swagg, Booya e Jgod concordano: “le Marco 5 in Akimbo sono ROTTE; folle la velocità di movimento”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Se fino a ieri sera abbiamo parlato della Marco 5 Akimbo come di una delle migliori classi del momento, oggi torniamo sull’argomento con nuove ed ancor più approfondite considerazioni…

Nel corso della notte sono stati moltissimi i giocatori che hanno deciso di provare questo particolare mix. Come noto infatti, giocare le armi SMG in Akimbo non è affatto semplice, e richiede un’ottima meccanica di sparo in hipfire (senza zoom sulla mira).

Nonostante questo, e visti i danni assicurati dall’arma, nelle ultime ore è cresciuto a dismisura il numero di utilizzatori di questa classe Akimbo… Sempre più destinata a diventare il nuovo “vertice” del meta delle armi, almeno per quel che riguarda il close range.

A pensarla cosi tanti membri di spicco della scena, tra cui Booya, JGOD ed anche la star del FaZe Clan Swagg: tutti questi esperti giocatori sono sicuri del fatto che la nuova Marco 5 (specialmente in Akimbo) siano del tutto “rotte“, “overpowered” e sregolate.

Ancora è presto per parlare di nerf, ma di certo tutta questa “pubblicità” non aiuta la Marco 5 ad allontanarsi dal mirino dei devs del team di bilanciamento. La situazione desta qualche sospetto anche perchè l’arma non è solo scandalosamente forte in Akimbo, ma anche in singolo.

Non solo la versione in Akimbo per la Marco 5: Jgod svela il trick per godere del 30% di velocità di movimento

Pensate che con i giusti perk (Impeto e Celerità la coppia migliore al momento), l’arma può godere di un bonus al 30% alla sua velocità, diventando

In attesa di scoprire che fine farà quest’arma, andiamo a vedere quali sono le migliori versioni Akimbo attualmente a disposizione:

Loadout per Marco 5 consigliato da Booya
Loadout Marco 5 AKIMBO consigliato da SWAGG
Loadout consigliato da JGOD per MARCO 5 Movement Speed

Cosa ne pensate community? Quale di queste versioni vi interessa maggiormente?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: