Molte reazioni positive all’evento di Warzone, ma ora serve tassativamente la nuova mappa!

Molte reazioni positive all’evento di Warzone, ma ora serve tassativamente la nuova mappa!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Dopo averlo a lungo atteso, l’evento nucleare di Warzone si è finalmente consumato, e tutte le previsioni fin qui ipotizzate sono state confermate dai fatti e dall’esplosione di un missile atomico nel bel mezzo della storica Verdansk.

L’evento è iniziato in perfetto orario alle 21, e la sua prima parte, chiamata “La Distruzione di Verdansk“, è stata giocabile fino a notte inoltrata…prima di lasciare il posto alla “seconda parte” dell’evento, ovvero la versione notturna di Rebirth Island.

La prima parte dell’evento era sostanzialmente un “normale BR” in una Verdansk ormai completamente fuori controllo ed invasa dagli zombie. Gli zombie erano veramente tantissimi, un numero “spropositato” e tutti assolutamente “controllati” dai giocatori (non appena si moriva, si tornava in partita come non-morto, con tanto di abilità speciali per fare dei numeri davvero divertenti)…l’evento è stato un vero e proprio turbinio di emozioni (personalmente, ho avuto modo di provarla 3 volte, giocando sempre in modi “diversi” e tutti ugualmente divertenti), che è stato infatti molto apprezzato anche tra i giocatori ed i content creator (di seguito alcune delle reazioni dei “big” all’esplosione nucleare).

Le reazioni alla Parte Uno dell’evento di Warzone

Si poteva fare di più per la prima parte dell’evento? 

Secondo il mio punto di vista assolutamente si. Premesso che ho trovato l’esperienza di gioco davvero divertente (memorabili gli “attacchi” con il camion alle orde di zombi all’aeroporto, e quando da Zombie ci si coalizzava contro i Juggernaut…caos selvaggio allo stato puro), sicuramente avrei preferito l’esplosione atomica nel bel mezzo della partita, senza l’ausilio del video cinematic.

Se quella meravigliosa scena finale su DAM, con centinaia di zombie che correvano e saltavano da tutti i lati, si fosse conclusa con il lancio e l’esplosione “in live” del missile atomico, sarebbe stato sicuramente un evento ancora più “WOW” (un qualcosa di più simile agli eventi mondiali che abbiamo visto in passato su Fortnite per intenderci…).

Oltre questo però, l’esperienza di gioco è da ritenere comunque apprezzabile, anche se resta ora da chiarire l’ultimo grande quesito di tutto questo “trambusto”…ovvero l’arrivo e l’introduzione della nuova mappa.

Come giustamente hanno fatto notare diversi esperti (anche all’interno della community italiana), per valutare in modo oggettivo l’evento bisognerà aspettarne la sua conclusione, ma soprattutto dovremo prima vedere se tutto questo sarà servito per introdurre una mappa nuova di zecca, o se invece servirà solamente per proporre una versione anni 80 di Verdansk.

Anche se in queste ultime ore se ne sta parlando tantissimo (la mappa è già stata anticipata ed addirittura “testata” nelle partite private da alcuni giocatori), è indubbio che la community aspetta una vera “nuova” mappa di Warzone, e non il restyling (nemmeno troppo profondo considerato che la mappa non ha subito delle mutazioni notevoli…è solo tornata indietro di 30 anni) dell’unica che abbiamo mai avuto nel BR.

Dopo un anno di partite estremamente apprezzate, almeno un diretto competitor che dispone già di due mappe imponenti (Apex Legends, con World’s Edge e Olympus) e 100 milioni di giocatori all’attivo, ci sembra a dir poco scontato che con l’arrivo della nuova season si debba godere anche di una nuova mappa…e speriamo che i teaser a tema “ghiaccio” sparsi qui e li su Warzone in queste ultime ore (su tutte, la lastra di ghiaccio che pende sulla voce del menù dedicata al battle pass) possano essere un chiaro indizio rispetto all’imminente sbarco della mappa a tema Monti Urali…

evento warzone
Uno dei presunti indizi sulla nuova mappa “innevata” degli Urali

Nota per i giocatori DLSS

Sapevate che Activision ha fatto sapere che a breve Warzone supporterà la nuova tecnologia NVIDIA DLSS, grazie alla quale si può godere di immagini più nitide e fluide. Ecco un video che mostra le differenze tra la versione “normale” e quella che sfrutta la tecnologia DLSS:

Cosa ne pensate community? Come avete trovato l’evento e cosa avreste “aggiunto” per renderlo ancora migliore?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Warzone: Teep e Zlaner mostrano le loro versioni originali per TYPE100 e STG44!

Warzone: Teep e Zlaner mostrano le loro versioni originali per TYPE100 e STG44!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Type100 e Stg44 – Benvenuti in un nuovo speciale dedicato alle migliori armi viste in azione nella scena competitiva di COD Warzone.

Oggi ci dedicheremo a due armi estremamente note e giocate, che tuttavia presentano delle versioni decisamente originali.

La prima arma di cui vi vogliamo parlare è la Type100, una delle SMG più forti al momento su Warzone.

In questo caso osserviamo una singolare versione di Type100 sprovvista di accessorio alla canna, un fatto assolutamente singolare che tuttavia abbiamo già riscontrato in passato su Warzone.

La versione proposta appartiene a Zlaner, indiscutibilmente uno dei CC più seguiti ed apprezzati di tutta la scena globale di Warzone.

Warzone, per Teep la STG44 con calcio speciale

L’altra arma “speciale” che vogliamo vedere qui, è poi l’STG44 proposto da Teep, una versione del devastante AR che probabilmente vi coglierà alla sprovvista. Invece di affidarsi al noto calcio VDD Controbilanciato, Teep ha infatti preferito optare sul Konstanz Tattico, accessorio che pare renda l’arma ancor più stabile del normale.

Sui colpi Teep predilige i 50 Gorenko, mentre ieri raccontavamo come, a livello di TTK, siano preferibili i KURZ a tamburo (troverete qui altri dettagli).

Le versioni dello speciale:

Loadout consigliato da Teep per STG44
Loadout consigliato per Type 100 (senza canna) da Zlaner
Loaddout consigliato da S7ormyTV per WELGUN
Loadout consigliato da TimTheTatman per Ripulitore
Loadout consigliato da DiazBiffle per MAC10

Cosa ne pensate di queste versioni community? Fateci sapere la vostra nei commenti in community! La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Modern Warfare/Warzone 2: si parla del ritorno dei PRO PERK, e degli interrogatori ai nemici!

Modern Warfare/Warzone 2: si parla del ritorno dei PRO PERK, e degli interrogatori ai nemici!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Un vero e proprio “effetto colabrodo” quello che negli ultimi giorni pare abbia investito i nuovi Modern Warfare e Warzone 2.

Nelle ultime 72 ore si sono infatti triplicati i leak e le “perdite” relative ai contenuti in arrivo con il prossimo Call of Duty, sempre ad opera degli stessi informatissimi “insider”.

Anche in questa occasione ribadiamo che trattandosi di leak, non è detto che queste informazioni si concretizzino anche nella versione definitiva del gioco.

Potrebbero essere informazioni sbagliate (del tutto, o solamente in parte), o potrebbero anche essere dei contenuti attualmente presenti nell’alpha che verranno poi rimossi in una seconda fase di sviluppo.

Qualunque sia la loro “veridicità”, grazie al lavoro di Tom Henderson oggi veniamo a conoscenza dei seguenti leak:

Introduzione dei PRO PERK

I giocatori più esperti e navigati ricorderanno i PRO Perk del celebre Modern Warfare 2 del 2009. Per chi non li ricordasse, i PRO Perk altro non erano che delle versioni “potenziate” dei perk originali.

Il perk commando ad esempio, nella sua versione base potenziava solamente la distanza dei danni da mischia. Nella sua versione PRO invece, garantiva anche l’immunità totale dai danni da caduta.

Purtroppo non è chiaro se questi perk saranno disponibili direttamente nei loadout, o se potranno essere raccolti come bonus soltanto nelle “fortezze”.

Armature di più livelli 

Sempre da quanto riferito da Henderson, sembra che nel futuro di Warzone/Modern Warfare ci siano anche diverse tipologie di armatura. Vi sarà un’armatura base, una intermedia, ed una di livello massimo.

Interroga un nemico in arrivo anche su Warzone 2

L’ultima preziosissima novità, riguarda poi la funzione per interrogare i nemici. Similarmente a quanto abbiamo visto su Fortnite e su Rainbow Six Siege, sembrano elevate le possibilità che questa funzione sbarchi anche sul BR Activision.

Secondo Henderson, saremo in grado di interrogare un nemico sconfitto per scoprire la posizione esatta dei suoi compagni di team.

Questa azione, sempre che venga aggiunta nella versione definitiva del gioco, durerà diversi secondi (in modo simile al kit dell’autoress) e ci esporrà al fuoco nemico.

Warzone più difficile oggi rispetto all’anno scorso: solo il 10% dei player con più di 1.50 K/D!

Cosa ne pensate di tutte queste potenziali novità? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

DrDisRespect al veleno contro Caldera: “progettata per bambini di 8 anni”

DrDisRespect al veleno contro Caldera: “progettata per bambini di 8 anni”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Caldera – Il celebre DrDisRespect si è nuovamente scagliato contro il battle royale di Activision, annunciando un nuovo “STOP” alle sue dirette streaming su Warzone.

Quello tra il DOC e Warzone è sempre stato un rapporto molto controverso, e lo abbiamo ribadito già in diverse occasioni. In passato, abbiamo più volte anche annunciato “l’abbandono definitivo” del DOC da Warzone, ma questi “stop” si sono sempre trasformati in dei ritorni su Verdansk prima, e su Caldera/Rebirth poi.

Durante la giornata di ieri, nel bel mezzo di una diretta, il DOC ha avuto da ridire sulla mappa “Vanguardiana” di Warzone, Caldera.

Secondo il noto streamer (nonché ex Community Manager di Activision, molti anni fa, ndr), la mappa di Caldera è un fiasco irrecuperabile.

Nel bel mezzo della diretta, il DOC ha iniziato a dire che non gli piace più il tipo di esperienza di gioco su Caldera, e che il tutto sembra stato progettato per “dei bambini di 8 anni“.

“Non streammerò più Caldera” – DrDisRespect

Per questa ragione” ha quindi proseguito DrDisRespect, “smetterò di trasmettere in streaming qualsiasi contenuto legato a Caldera. Ad eccezione del rilascio delle nuove stagioni che è sempre un buon momento per ingaggiare numerose views“.

Parole durissime, che fungono da ennesimo ed ulteriore campanello d’allarme rispetto alla situazione presente su Warzone. Purtroppo però, non sembra che al momento ci siano grandi novità in arrivo sul BR, con i devs ormai quasi totalmente concentrati sul prossimo Modern Warfare 2.

Cosa ne pensate community? Concordate con i duri commenti di DrDisRespect? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: