nerf warzone

Dubbi sui nerf di Warzone: le armi colpite sono ancora decisamente forti

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Sono passate meno di 24 ore dall’update relativo ai nerf ad alcune delle armi di Call of Duty Warzone, ma nella community internazionale non sembra che i giocatori siano troppo contenti dei risultati ottenuti.

Gli attacchi al lavoro dei devs di Raven Software riguardano principalmente i nerf scelti per le Dual Pistol e per il DMR 14, eccessivamente “timidi” secondo l’opinione di svariati professionisti e di buona parte dei giocatori semi-pro ed occasionali di Call of Duty.

Gli sviluppatori hanno deciso di intervenire sul rinculo del DMR e sul danno da headshot, ma i primi feedback provenienti dal battle royale affermano chiaramente che il rinculo è ancora assolutamente gestibile, e che il danno ridotto dei colpi alla testa non influisce in alcun modo sul fatto che questo fucile tattico è ancora incredibilmente letale con i colpi al corpo.

Per quanto riguarda invece le doppie pistole, che in questo caso riguardano principalmente le Diamatti, è stato anche il professionista Aydan a mettere fortemente in dubbio il fatto che il nerf abbia avuto un qualche tipo di impatto negativo sul loro utilizzo.

Leggendo le varie considerazioni dei giocatori sul web, sembra quindi che solo gli interventi sul Mac-10 siano stati efficaci…e nemmeno in modo eccessivo considerato che questa pistola mitragliatrice è e resta assolutamente un’arma competitiva su Warzone.

Tornando sull’argomento principale del post, ovvero il “debole” nerf al DMR (che secondo alcuni è diventato, paradossalmente, più preciso di quanto non lo fosse prima), in molti si chiedono come mai Raven non abbia preferito direttamente disattivare la modalità automatica del fucile, o abbassare tutti i danni e non solo quelli da Headshot…e sinceramente ce lo chiediamo anche noi visto che questi più che nerf sembrano dei bilanciamenti atti a rendere solo leggermente meno forte il fucile.

Considerazioni sui Nerf al DMR sui social

#1

#2

Voi avete avuto modo di provare una o più delle armi in questione?
Cosa ne pensate dell’attuale situazione nel meta di Call of Duty?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Questo articolo è stato realizzato in collaborazione con la community FB CALL OF DUTY ITALIA – Fan Community.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701