gulag warzone

DRDisRespect e la sua proposta per Warzone: “meglio se potessimo anche comprare un Gulag”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Speciale Gulag – Il celebre DrDisRespect ha recentemente presentato ai suoi spettatori quella che potrebbe essere un’interessante proposta per il futuro di Warzone.

Secondo il buon DOC infatti, al momento la situazione con il Gulag di Warzone sarebbe eccessivamente penalizzante, ma dal suo punto di vista basterebbe una semplice aggiunta per andare a bilanciare la situazione, anche se questa potrebbe radicalmente sconvolgere il meta del Battle Royale di Call of Duty.

Come molti di voi sapranno, al momento quando si muore durante un Battle Royale si ha la possibilità di affrontare un 1 Vs 1 nel gulag della mappa, una sorta di “purgatorio” dove ad ogni giocatore viene data la possibilità di guadagnarsi il rischieramento in battaglia.

Questa dinamica è stata fin da subito apprezzata tra i giocatori, che hanno (quasi) sempre parlato positivamente del Gulag e delle sue principali caratteristiche, proprio perchè garantisce una vita “extra” e solo ai più meritevoli. Secondo il DOC però, servirebbe un potenziamento della funzione, un qualcosa che la possa rendere meno penalizzante e “casuale”, sempre rispettando le fondamenta su cui si basa il competitivo di Call of Duty.

In merito, il noto streamer ha suggerito l’inserimento di un ticket extra per il “Gulag” nello shop, similarmente a come accade per l’auto-rianimazione che in assenza di compagni di squadra nelle vicinanze ci fornisce una vita “extra”, ad un prezzo sicuramente elevato (si è parlato di almeno 20.000 Dollari).

In questo modo, oltre al Gulag successivo alla nostra prima morte, avremmo a disposizione un altro gulag da usare in caso venissimo nuovamente abbattuti. La cosa è certamente interessante, ed andrebbe pesantemente ad incidere non solo nel late game, ma soprattutto nelle fasi iniziali della partita (rischiando anche di allungare eccessivamente la durata di una partita).

DrDisRespect sul Gulag di Warzone

Cosa ne pensate community?
Questa è ovviamente una pura ipotesi, ma il fatto che provenga da uno streamer cosi seguito non può che stuzzicare la nostra immaginazione sull’argomento.

La discussione, come sempre, è aperta!

Questo articolo è stato realizzato in collaborazione con la community FB CALL OF DUTY ITALIA – Fan Community.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701