symfuhny

“Drama” al Symfuhny Showdown: DenxH bannato in diretta!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Symfuhny Showdown & Drama – Nel corso della serata di ieri è andato in scena in diretta il Symfuhny Showdown, torneo di Warzone con 50 mila Dollari in palio a cui hanno partecipato molti dei super protagonisti della scena competitiva del BR Activision.

Nel corso dell’evento però si è consumato un vero e proprio drama, che ha visto coinvolti principalmente lo streamer DenxH ed il noto SuperEvan, e che si è concluso con l’estromissione dal torneo per il primo citato. Al termine della sfida nel gulag, DenxH riusciva a sconfiggere Evan guadagnandosi il rischieramento in campo.

Dopo aver killato Evan DenxH ha però iniziato a sparare sul cadavere dell’avversario, una pratica ritenuta molto “tossica” all’interno dell’ambiente, che ha infatti spinto lo stesso SuperEvan a chiedere in diretta streaming “perchè sta sparando sul mio body?”.

Quante volte vi sarà capitato di vedere un avversario intento a sparare in modo estremamente aggressivo sul cadavere del vostro operatore…la cosa potrebbe avervi dato fastidio, ed a ragion veduta aggiungiamo noi: il fatto di continuare a sparare su di un avversario ormai “esanime” spesso rappresenta un comportamento da “spaccone”, e per questo non è mai piaciuta (e probabilmente mai piacerà) alla maggior parte dei professionisti/content creator legati alla scena di uno sparatutto.

Warzone non è da meno, ed i colpi sparati sull’operatore di Evan ormai sconfitto hanno scatenato un vero e proprio “raid” di appassionati follower di SuperEvan contro DenxH, direttamente sulla sua diretta streaming.

Nel corso della trasmissione, il compagno di squadra di DenxH, Jaay, ha quindi letto ad alta voce ed in diretta uno degli insulti che questi follower avevano rivolto a DenxH, di fatto infrangendo le regole di condotta di Twitch e procurando un ban al canale dello stesso DenxH.

Dove vedere la replica del Symfuhny Showdown?Clicca qui! 

Il giocatore è stato quindi rapidamente sostituito dall’organizzazione, che si è visto rapidissimamente estromesso dal torneo ed oscurato anche da Twitch (il canale è tuttora offline, ndr).

Il resto della competizione si è comunque svolto senza troppi problemi, con Rated, Mayappo, Ottereyes che sono riusciti ad ottenere la vittoria finale ed i 27 mila Dollari in palio per i primi classificati, e sono riusciti a precedere il mostruoso terzetto composto da Aydan, Fifakill e Jukeyz, che si è dovuta invece “accontentare” del secondo posto finale.

Il post di Denx sul drama al Symfuhny Showdown

A proposito di Ban, e di video registrati…

Attraverso questa breve nota vogliamo segnalare a tutti i piccoli content creator ed a tutti i giocatori che solitamente caricano i video delle loro partite sul web, che vi è un problema molto grave per gli utilizzatori del programma Overwolf che hanno installato Windows 11.

Sembra infatti che la combinazione tra Windows 11 e l’utilizzo di Overwolf generi dei veri e propri ban per cheating da Call of Duty…un qualcosa di ovviamente sbagliato, ma a cui i devs di Activision non vorrebbero rispondere.

Secondo le ultime indiscrezioni pubblicate su Reddit, Activision avrebbe risposto riconoscendo l’errore nel divieto, ma ribadendo comunque che tutti i ban sono “definitivi”, e che quindi non possono essere in nessun modo ripristinati…

Una situazione alquanto “singolare” quindi, che tuttavia ricordiamo essere solamente la testimonianza di un giocatore, e non qualcosa di ufficiale rilasciato da Activision.

Continueremo a monitorare la situazione per cogliere eventuali sviluppi, ma fino ad allora potrebbe essere un’ottima idea quella di non usare Overwolf con Windows 11 come sistema operativo.

Il post Reddit su Overwolf

Do not use Windows 11 and Overwolf at the same time from CODWarzone

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 


“Drama” al Symfuhny Showdown: DenxH bannato in diretta!
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701