Dopo Battlefield 2024 cade l’ennesimo rivale di Warzone: la fine del progetto HyperScape annunciata da Ubisoft

Dopo Battlefield 2024 cade l’ennesimo rivale di Warzone: la fine del progetto HyperScape annunciata da Ubisoft

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

HyperScape  – A partire dal prossimo 28 Aprile i server del noto Battle Royale nato per conquistare un posto nell’Olimpo del gaming e deporre l’attuale ”regnante” del genere, ossia Warzone, chiuderanno per sempre.

L’annuncio, diventato nelle scorse ore virale su Twitter, è stato dato direttamente dagli sviluppatori di casa Ubisoft, che dopo mesi e mesi di lavoro passati a cercare di attirare giocatori, si sono dovuti arrendere all’evidenza ed hanno infine deciso di cessare del tutto i lavori.

Nel brevissimo comunicato stampa si legge tutta la frustrazione di un team che comunque, nel bene e nel male, ha messo cuore ed anima in un progetto che era nato per distaccarsi da tutto ciò che potremmo considerare ”tradizionale” nel giovane settore del gaming.

La fine di HyperScape raccontata dalle parole degli sviluppatori

‘Contendenti, abbiamo preso la difficile decisione di terminare lo sviluppo di Hyper Scape e chiudere il gioco a partire dal 28 aprile. Abbiamo deciso di creare un’esperienza sparatutto verticale, ravvicinata e frenetica e siamo estremamente grati alla nostra community per essersi unita a noi nel nostro viaggio. Porteremo gli insegnamenti chiave di questo gioco nei prodotti futuri.

Alla community di Hyper Scape, grazie per la tua passione e dedizione al mondo di Neo Arcadia sia all’interno che all’esterno del gioco. La tua devozione al gioco che abbiamo costruito sarà sempre apprezzata.”

Difficile ora come ora capire il come ed il perché questo titolo sia finito così prematuramente. Alcuni hanno dato la colpa del fallimento ad una campagna di lancio troppo frettolosa e male organizzata, che ha finito per allontanare i giocatori, anzichè avvicinarli.

Insomma, cosa ne pensate di questa notizia? Avete mai provato questo titolo uscito nell’ormai lontano 2020? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli Correlati:

Cheater scoprono delle nuove skin di Warzone a tema Football Americano

Cheater scoprono delle nuove skin di Warzone a tema Football Americano

Profilo di Stak
 WhatsApp

SKIN Future? – Alcuni cheater di Warzone sono riusciti a mettere le mani su delle nuove skin ancora non rilasciate, che aprono ad un’ipotesi crossover del tutto nuova per il BR Activision.

Alcuni cheater riescono a manomettere lo shop di gioco garantendosi l’accesso, gratuito, a tutti gli oggetti presenti nel negozio. Si tratta chiaramente di un “furto” il cui bottino, in alcune situazioni, può anche contenere oggetti ancora non disponibili nello shop.

E’ questo il caso relativo ad alcune nuove skin a tema “football americano“, che pare siano in arrivo prossimamente su Warzone. Si tratta del primo crossover di questa tipologia per Warzone, che per un momento si allontana da Godzilla, King Kong e Terminator per rivolgersi al pubblico appassionato di football.

Un evento del genere è stato già trasmesso su Fortnite, che in passato sviluppò un’importante partnership direttamente con la NFL per una serie di SKIN dedicate alle iconiche squadre del campionato.

Osservando lo screen pubblicato su Reddit, sembra evidente che si tratti di una skin dedicata a questa disciplina… Oltre alle scarpe con i tacchetti, nella skin che vediamo su Reddit si segnala anche la presenza di un caschetto tipico da football, con una divisa nera e oro.

Leak su Warzone: l’immagine della nuova skin a tema football americano

Troverete qui il dettaglio su questo particolare modello.

Al momento non è stata ufficializzata da alcuna parte l’aggiunta di skin simili nel negozio, ma si tratta certamente di un contenuto autentico. Vedremo in cosa si tradurrà, fattivamente, un evento dedicato alla NFL su Warzone.

Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Warzone, la UMG8 e l’AS44 tra le consigliate in long range: luce sulle armi migliori del momento!

Warzone, la UMG8 e l’AS44 tra le consigliate in long range: luce sulle armi migliori del momento!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Armi migliori di Warzone – Negli ultimi giorni ci siamo voluti principalmente dedicare alla parte del meta dedicata agli scontri a fuoco ravvicinato (o in close range)… Oggi vogliamo invece porre l’attenzione su quelle che sono le migliori scelte su cui optare per i tiri lunghi, a partire proprio dall’NZ41.

Come abbiamo anche riportato in un precedente update, per quanto l’NZ sia al momento l’arma di vertice del meta è probabile che venga nuovamente colpito da una tornata di nerf. La ragione è molto semplice: secondo i devs, l’NZ fa troppi danni per quanto è facile da usare.

Al netto del fatto che l’NZ è ancora l’arma TOP tra quelle per i tiri lunghi, andiamo a vedere di seguito quali sono, al momento, le migliori “alternative” su cui puntare…

Tra i loadout selezionati troverete una classe dedicata all’STG44, certamente una delle armi più affidabili da scegliere. Se l’STG non rientra troppo nel vostro stile di gioco, potreste provare in alternativa il Vargo 52 di Black Ops, arma molto potente munita di soli 5 accessori.

Anche il BAR rientra ancora tra le armi consigliate, cosi come l’AS44, una delle “scoperte” di questo primo scorcio di Season 4. L’AS è infatti dotato di un TTK estremamente valido, e si presta alla perfezione per le partite giocate nella piccola Fortune’s Keep.

I loadout consigliati per le migliori armi di Warzone

Infine, andiamo a vedere una classe per la nuova LMG UMG-8, arma che il noto IceManIsaac ha definito “laser” (oltre che “no recoil”) e che si candida ufficialmente ad uno dei posti di vertice del meta.

Andiamo a vedere tutti i dettagli:

Loadout consigliato da WhosImmortal per AS44
Loadout consigliato da WhosImmortal per BAR
Miglior loadout per STG44 di WhosImmortal
Loadout consigliato da WhosImmortal per Vargo 52
Loadout consigliato da IceManIsaac per UMG8

Cosa ne pensate di queste versioni community? Quale ha catturato la vostra attenzione?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Streamer di Warzone con milioni di fan accusato di cheating da un ex-compagno

Streamer di Warzone con milioni di fan accusato di cheating da un ex-compagno

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Streamer accusato di Cheating – Quella dei cheater su Warzone continua ad essere una presenza spesso molto fastidiosa, anche se certamente sono stati fatti dei passi in avanti rispetto alla situazione che c’era nel 2021.

Grazie a Ricochet, buona parte dei cheater viene o bannata o nerfata, attraverso un fitto sistema di contromisure che trasformano i cheater in delle “easy kill” per i giocatori onesti. Oltre a tutti questi sistemi “automatici”, su Warzone continua ad essere fondamentale il sistema del reporting, la migliore delle “armi” a disposizione della community.

L’episodio di cui stiamo per parlarvi trae origine proprio da questo, un “report” fatto da un giocatore ai danni di uno tra i più noti content creator della scena oceanica di Warzone. Stiamo parlando del noto SideLogic, streamer che vanta ben 143 mila follower su Twitch. Pensate che Side è divenuto cosi celebre da aver abbondantemente sfondato il muro dei 2 milioni di follower su TikTok.

SideLogic è quindi certamente una personalità affermata, che ha fatto dell’entertainment e dello streaming il suo lavoro a tempo pieno. Lo scorso 25 Giugno, attraverso un tweet pubblicato direttamente dal suo account ufficiale, il giocatore  Velixray ha però mosso delle accuse molto gravi nei riguardi di SideLogic.

Presentandosi come “ex compagno di squadra di Side“, Velixray ha dettagliatamente spiegato tutti i modi in cui uno streamer può riuscire a “mascherare” l’utilizzo di cheat, muovendo delle accuse dirette proprio nei riguardi di SideLogic.

Side avrebbe quindi sfruttato l’attivazione e la disattivazione dei cheat a partite alternate per “confondere” gli spettatori,

La “debole” risposta dello streamer di Warzone SideLogic alle accuse

Dal canto suo SideLogic ha risposto con una brevissima nota. In questa ha spiegato che “Solo perché qualcuno faceva parte della mia vita, non significa che qualsiasi cosa affermino sia vera. Non ci sono prove che io abbia mai utilizzato cheat in tutte queste accuse che mi vengono lanciate. Ci sono sempre due lati in una storia, e parlerò presto della parte che mi riguarda“…

Con una risposta del genere è difficile pensare che tutto si risolverà in uno dei tanti casi di accuse “illegittime”. Quasi certamente quindi, avremo un “seguito” nei prossimi giorni.

Non appena saranno disponibili nuovi e più dettagliati sviluppi sulla vicenda, non esiteremo a riportarli qui su Powned.

Articoli correlati: