COD Warzone, Pro bannato chiede ad Activision una seconda possibilità

COD Warzone, Pro bannato chiede ad Activision una seconda possibilità

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Un giocatore professionista di Warzone che qualche tempo fa è stato bannato permanente dai circuiti competitivi ufficiali, ha in queste ore chiesto una seconda possibilità ad Activision per tornare in pista ed ottenere un riscatto non solo come giocatore, ma anche come persona.

A Settembre dello scorso anno, lo streamer e Pro-Player Chandler ‘ClutchBelk’ Belk è andato incontro ad un pesantissimo provvedimento da parte di Activision in seguito ad un particolare intervento nei confronti della star dei New York Subliners ”swish”.

ClutchBelk spese parole molto pesanti nei confronti della ragazza proprio mentre si trovava in diretta streaming con centinaia di spettatori di cui molti inorriditi dal comportamento del giocatore nei confronti della collega che hanno immediatamente riportato il tutto ad Activision.

COD Warzone – Anche chi è bannato merita una seconda possibilità?

Da quel momento per lo streamer si è chiuso un capitolo: per lui nessun torneo e/o competizione ufficiale e nessun contratto con nessun team del ricchissimo panorama nordamericano. Come da titolo, tuttavia, l’ex-pro ha chiesto una seconda chance direttamente agli sviluppatori.

ENG:

Would love a timeframe as to when I am eligible to compete again @Activision 2nd chances are a beautiful thing in life. I’ve bettered myself & want a chance at proving I will do better”

ITA:

”Mi piacerebbe sapere da Activision quando potrò tornare a competere di nuovo, credo che le seconde possibilità siano una cosa bellissima nella vita. Ho migliorato me stesso e vorrei una chance per provare che posso fare meglio.”

Insomma, per ora la community di Warzone è letteralmente divisa in due, tra chi supporta l’idea di dare al giovane una seconda chance e chi, invece, crede che difficilmente nell’arco di un solo anno si possa cambiare così radicalmente.

Cosa ne pensate voi? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli correlati: 

Su TikTok una versione NO Recoil dell’NZ41 di Warzone scambiata per un’Aimbot Legale

Su TikTok una versione NO Recoil dell’NZ41 di Warzone scambiata per un’Aimbot Legale

Profilo di Stak
 WhatsApp

Il devastante NZ41 è ormai universalmente riconosciuto come il fucile migliore del momento nel meta di Warzone.

La sua forza è cosi “popolare” da essere stata riconosciuta finanche dai devs di Activision, che non a caso hanno infatti annunciato un nuovo nerf per questo AR. Il problema dell’NZ41 è molto banale: dispone di troppi danni e di troppa precisione, una di queste due cose non va bene e va rimossa.

Pensate ad esempio al Krig o all’Ak47… Il primo è sempre stato uno dei fucili più “stabili” e precisi del gioco, anche se non si è mai contraddistinto (se non per brevi lassi di tempo) per un numero di danni cosi spaventoso.

L’Ak al contrario, è un fucile che ancora oggi dispone di un TTK davvero notevole, soffrendo però un minor controllo del rinculo.

L’NZ41 è sostanzialmente la nemesi delle due armi riportate sopra: è immobile anche su bersagli a più di 60 metri, e riesce comunque ad atterrare il bersaglio con una manciata di colpi. Proprio per questo motivo ci si aspetta almeno un nerf per l’NZ41 già con l’update di questo pomeriggio.

Se però il nerf non dovesse sbarcare, potrebbe essere un’ottima idea optare su una recente versione dell’arma che ha lasciato senza parole i giocatori su TikTok.

NZ41, l’ultimo loadout consigliato per Warzone

Questa versione totalmente zero recoil è stata svelata da cuppajoe5, che non a caso ha parlato di questa come di una classe dotata di aimbot “legale“.

L’aimbot è un cheat che rende perfetta la mira di un player, ed in questo caso il nome viene affibbiato alla classe dell’NZ proprio perché è talmente stabile da sembrare “provvista di cheat“.

Ecco la classe in questione:

Loadout Zero Recoil per NZ41

Cosa ne pensate di questa versione community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Warzone: il celebre SWAGG ha assicurato le sue mani

Warzone: il celebre SWAGG ha assicurato le sue mani

Profilo di Stak
 WhatsApp

Kris ‘Swagg’ Lamberson è certamente uno degli streamer di Warzone più seguiti al mondo. Con milioni e milioni di fan che lo seguono quotidianamente su tutti i suoi account ufficiali, la star del FaZe Clan è perennemente sotto le luci della ribalta, merito anche di un affiatatissimo gruppo di altri noti player che lo accompagna in quasi tutti i suoi show.

Swagg rappresenta quindi un’indubbia eccellenza nel mondo dell’entertainment, ed il merito non è tutto da ricondurre solamente alle sue eccellenti doti da intrattenitore. Swagg è anche un gran bel giocatore FPS/BR, che si è saputo ritagliare un suo spazio molto preciso all’interno della scena competitiva di Warzone.

Le sue mani hanno quindi un ruolo fondamentale per il prosieguo della carriera, al punto che lo stesso Swagg ha deciso di “proteggerle” con una vera e propria assicurazione.

Se dovesse malauguratamente accadere qualcosa alle mani di Swagg, al punto che questo non le potrebbe più usare per lavorare, riceverebbe dalla compagnia assicurativa ben 7 milioni di Dollari come risarcimento. Queste cifre non sono “casuali”, ma ponderate dall’assicurazione in base a tanti fattori come Reddito o beni posseduti.

Questi 7 milioni rappresentano presumibilmente i “mancati guadagni” di Swagg in caso dovesse accadere qualcosa alle sue mani.

A rivelarlo è stato lo stesso Swagg, che ha parlato della questione in una recente diretta su You Tube durante il talk di Bradley Martyn. Ecco il video con l’esatto momento in cui il pro spiega il suo punto di vista sulla questione “Assicurazione“:

Cosa ne pensate community? Chissà quanti altri tra professionisti e streamer hanno deciso qualcosa di simile a Swagg… La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Ancora poche ore al ritorno di Rebirth Island su Warzone! Al via la playlist a 3 mappe

Ancora poche ore al ritorno di Rebirth Island su Warzone! Al via la playlist a 3 mappe

Profilo di Stak
 WhatsApp

Rebirth Island – Con l’aggiornamento di questa sera la community di COD Warzone aspetta con trepidante ansia il “ritorno” della più grande protagonista del gioco dell’ultimo anno…

A partire dalle ore 19 di questa sera verrà infatti introdotta la nuova playlist settimanale, la seconda da quando è stata rilasciata la Season4. In questa nuova playlist, i giocatori avranno la possibilità di scegliere tra tre mappe diverse, invece delle solite due.

Ci sarà ovviamente Caldera, con tutte le sue mode battle royale, ma ci sarà anche Fortune’s Keep che come per la scorsa settimana sarà anche in questa disponibile in tutti e 4 i formati esistenti.

Oltre a queste due, vi sarà poi anche il “Ritorno” di Rebirth Island, che sarà giocabile solo in quartetti.

Per quanto riguarda la piccola isola della Rinascita, non sappiamo se i devs proporranno una versione “rinnovata” della mappa. Ricordiamo che l’ultimo restyling di Rebirth risale a poco più di un mese fa, e non vi è quindi motivo di aspettare imponenti modifiche al suo aspetto.

Insieme alla nuova playlist di Rebirth Island anche una nuova patch? 

Pur non avendone ancora alcuna conferma, è altamente probabile che con l’update di questa sera (ad una settimana esatta dal rilascio della major patch) venga introdotta anche una nuova patch. Nel corso dei giorni passati sono state diverse le segnalazioni riguardo a problemi con LAG e Desync (ad esempio quando spariamo su un bersaglio ma i colpi non vengono registrati, ndr), e chissà che i devs non abbiano in canna degli hotfix dedicati.

C’è poi anche la questione relativa al bilanciamento delle armi, con l’NZ41 che è sempre di più a portata di nerf…

Vedremo tra qualche ora se l’update si limiterà alla sola playlist, o se comprenderà anche altri contenuti.

Non appena saranno disponibili, non esiteremo a riportare nuovi e più approfonditi dettagli.

La playlist dal 30 Giugno

Articoli correlati: