caldera pacific

Caldera Pacific: ecco i fantastici POV della nuova mappa di Warzone!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Pochi minuti fa gli sviluppatori di Sledgehammer Games hanno pubblicato alcuni nuovi interessanti dettagli che riguardano la nuovissima mappa di Call of Duty Warzone Caldera Pacific, chiamata a sostituire il prossimo 8 Dicembre l’attuale Verdansk.

La nuova mappa introduce ben 15 nuovi punti d’interesse principali (al cui interno ve ne sono svariati altri più piccoli), ognuno dei quali rappresenterà una vera e propria zona della nuova Caldera Pacific. Avremo un aeroporto, un villaggio, delle miniere e poi anche una città che fungerà da capitale, un gigantesco resort che farà da sfondo alle nostre battaglie e tanti, tantissimi altri posti di cui potrete godere le anteprime poco sotto.

Al momento sembrano invece assenti (ma stiamo pur parlando di una visione ancora approssimativa della mappa) dei veri e propri corsi d’acqua che possono collegare il mare con dei punti più interni di Caldera Pacific, ma staremo a vedere quali saranno le novità il giorno del rilascio ufficiale, la prossima settimana.

Oltre alla presentazione ufficiale di Caldera Pacific, gli sviluppatori di Activision ci hanno anche deliziato con alcune interessantissime novità relative al bilanciamento ed al prossimo meta di Warzone, ne abbiamo parlato più specificatamente in uno speciale apposito (lo troverete cliccando qui).

Ecco di seguito l’anteprima di Sledgehammer Games sulla nuova mappa:

Benvenuti in paradiso — Warzone Pacific inizia con la Stagione 1 di Vanguard

“Quelli erano tempi più semplici, ma il lavoro non finisce mai.” — Capitano Butcher, Call of Duty: Warzone Pacific

Il 24 agosto 1984, dopo essersi occupata di Stitch, la migliore task force della CIA ha scoperto nelle profondità di Verdansk, un bunker tedesco della Seconda Guerra Mondiale.

Dopo aver seguito i suoni prodotti da un possibile intruso nelle gallerie, la squadra ha trovato un bunker contenente informazioni di un’era passata e la voce familiare del capitano Butcher, che si è fatto beffe degli uomini della task force per la loro scarsa discrezione.

A capo dello Special Operations Executive (SOE) britannico durante la Seconda Guerra Mondiale, Butcher ha creato diverse Special Operations Task Forces (S.O.T.F.), inclusa l’Avanguardia originale (S.O.T.F. 001) per provvedere all’eliminazione totale delle forze dell’Asse fuggite dopo la guerra. Adler, Woods, Mason e Hudson hanno ascoltato la sua storia, che ricorda da vicino la loro missione di eliminare per sempre la minaccia di Perseus…scoprendo che tutto ha avuto inizio nel Pacifico.

L’8 dicembre, la vostra leggendaria avventura in Warzone Pacific inizierà con la Stagione 1 di Call of Duty: Vanguard e Warzone Pacific.

Con una nuova mappa realizzata ascoltando le esperienze della community, Warzone Pacific segna l’inizio di una nuova era di intensi combattimenti su vastissima scala. La prima stagione di Warzone Pacific inaugura un altro anno di contenuti gratuiti, incentrati sull’epica lotta all’ultima resistenza dell’Asse, con una playlist dedicata con nuovi veicoli e armi di Vanguard.

Benvenuti in paradiso: la nuova casa di Warzone Pacific conosciuta come Caldera.

Dove entrerete in azione? I dettagli sulla nuova mappa Caldera di Warzone Pacific

L’8 dicembre, i possessori di Vanguard avranno 24 ore di accesso esclusivo a Caldera, la nuova mappa di Warzone Pacific. Durante questo periodo, i giocatori di Warzone potranno giocare su Rebirth Island. Dopodiché dal 9 dicembre, Caldera e Rebirth Island saranno accessibili a tutti i giocatori.

Caldera è composta da 15 enormi aree da esplorare e in cui combattere dopo l’inizio di Operazione: Vulcan. Ci sono anche centinaia di punti di interesse minori da esplorare e utilizzare a proprio a vantaggio.

Preparatevi a esplorare Caldera con la nostra ricognizione, procedendo da nord verso sud, di questo vulcano dormiente:

Naval Arsenal

Composta da un ampio cantiere navale e da un avamposto, l’area nord-occidentale di Caldera offre diverse possibilità di combattimento all’interno e all’aperto, nonché alcune insolite posizioni tattiche come i bacini di carenaggio.

Procedendo verso l’interno troviamo un gruppo di grandi edifici (centro di comando, struttura amministrativa, caserma, campo di addestramento e poligono di tiro), con spiagge e un piccolo sistema radar a est dell’arsenale principale.

Industrial Docks

Questo vasto scalo industriale, gestito un tempo dalla Ocean Freight Company, include cinque enormi gru arrugginite, un enorme hangar navale, la sede centrale abbandonata della compagnia e un intero deposito di spedizione.

L’area collega anche diversi punti di interesse: serbatoi, contenitori di fosfato, raffinerie di Mines e Peak, una base militare con capanni Quonset nei pressi dell’arsenale e un intero villaggio di pescatori con abitazioni in bambù vicino alle giungle vergini di Runway.

Runway

L’aeroporto principale e la pista di Caldera Terminal a sud-ovest gestiscono la maggior parte del traffico aereo, ma nell’angolo nord-orientale di Caldera c’è una pista secondaria per chi è stazionato a Beachhead o al complesso navale. In quest’area parzialmente celata dalla giungla dovrete spostarvi tra abitazioni isolate, fattorie in rovina e contrafforti di roccia per arrivare alla pista sterrata sul promontorio costiero. Più in profondità nella giungla c’è un centro di comando militare che cela alcuni segreti.

Rovine

A nord del villaggio sul fiume e a ovest dell’ampio complesso di miniere, questo sito archeologico intoccato contiene i resti di alcune strutture megalitiche, apparentemente risalenti al dodicesimo secolo, dalle colonne che ricordano formazioni vulcaniche naturali. Nei pressi c’è un corso d’acqua dalle rapide correnti mentre più a est, oltre una giungla, troverete rovine più grandi all’interno di boschi collinari. Altre sorprese includono una serie di bacini d’acqua a più livelli e verdeggianti sorgenti calde.

Phosphate Mines

Una massiccia operazione di scavo, raffinazione e trasporto di fosfati si traduce in sentieri tortuosi, enormi macchinari, funivie minerarie dalla gola principale al porto, piccoli impianti e ripidi terrapieni, una conformazione che offre possibilità di ingaggio di tutti i tipi. Gli operatori possono anche esplorare un grande impianto di produzione, indagare sulle miniere e imbattersi in [[OMISSIS]] con tanto di [[OMISSIS]], oppure esplorare le aree esterne in cerca di altri macchinari, sistemi di deflusso, nastri trasportatori, aree di scarico, bacini di contenimento e perfino in un distributore automatico e in un negozio di alimentari.

Peak

Qui si sale di quota. Al centro della mappa torreggia la cima del vulcano dormiente da cui l’isola prende il nome. La posizione sopraelevata che si ottiene atterrando qui e la struttura militare in costruzione dell’Asse sono bilanciati dall’ambiente esposto. Gli affioramenti rocciosi possono offrire riparo in caso di presenza nemica, così come la stazione della funivia che collega Peak a Runway, o la camera magmatica e le costruzioni compiute durante il suo periodo dormiente…

Testa di ponte

Oltre le dune sulla costa nord-occidentale dell’isola, una rete di trincee si stende sotto un centro di comunicazione, un sistema radar, caserme e un vasto complesso militare, tutti costruiti in previsione di uno sbarco nemico. Più a sud campeggiano delle batterie di cannoni, adiacenti a un villaggio con case di bambù ai fianchi di una gola fluviale. Nella zona ci sono molte strade, sentieri sterrati, percorsi e macchie di giungla percorribili in tutte le direzioni.

River Village

Oltre ai resti di una nave da carico e le recenti armi posizionate tatticamente ai piedi delle colline a ovest di Peak, qui troverete le capanne in bambù di un piccolo villaggio, ponticelli, risaie e pendii scoscesi in attesa di essere esplorati. Proseguendo a sud ed est si trova la strada principale asfaltata che circumnaviga l’intera Caldera. Ai suoi lati si stendono zone selvagge punteggiate da piccoli complessi industriali, strutture più moderne degli anni 30 e sobborghi scavati nelle colline. In zona troverete anche postazioni antiaeree costruite per coprire l’area dell’aeroporto adiacente.

Clear Water Lagoon

Un vecchio faro torreggia su una baia dalle acque basse, da cui si ergono vecchie capanne di bambù e le case più recenti di un abitato costiero. Esplorando la laguna potrete scoprirne i suoi segreti, tra cui i resti dell’aereo del capitano Butcher…

Caldera Terminal 

L’aeroporto principale dell’isola non è certo avaro di aerei ed edifici da esplorare. Alcuni esempi sono piccole strutture di supporto per il personale e una torre di controllo con più ingressi. Chi non vuole esporsi sulla pista di decollo e sulle ampie entrate degli hangar può sfruttare la sezione di edifici vicino al villaggio, o il confine costiero meridionale in cui gli alleati hanno allestito la loro base operativa.

Agricultural Center

L’area d’interesse più ampia di Caldera è sicuramente la vasta zona agricola appena a sud del vulcano. Oltre a diverse piccole fattorie, la zona contiene depositi industriali per macchinari agricoli, magazzini, un centro amministrativo, una cisterna, stalle e altri punti d’interesse identificabili esplorando questa zona dal territorio ondulato e lussureggiante. Numerose fattorie, silo, laghi, campi di disboscamento, un avamposto militare, una torre di comunicazione e dirupi rocciosi offrono tantissime opportunità di combattimento e percorsi verso tutte le zone meridionali di Caldera.

Shark’s Lair Submarine Pen

La struttura militare più grande dell’isola è la baia per sottomarini dal lugubre soprannome di Shark’s Lair (covo degli squali), ricavata da una grotta naturale lungo la costa orientale di Caldera. Costruita dall’Asse per i suoi U-Boat, l’area ospita ancora un sottomarino ed è un’ampia zona tutta da esplorare. All’esterno è possibile esplorare, alla ricerca di rifornimenti e contratti, diversi edifici e un complesso di bunker con tanto di rete di gallerie.

Caldera Power Plant

Una centrale energetica di medie dimensioni con due ciminiere domina la pianura alluvionale appena a sud dell’aeroporto. L’area si distingue chiaramente dagli scenari verdeggianti, dalle cascate e dalle antiche rovine presenti nel resto della zona. A sud della centrale troverete una grande antenna radio e una stazione radio civile.

Caldera Capital City

La città principale di Caldera, collocata su un grande bacino naturale sulla costa meridionale dell’isola, offre diverse strutture storiche di cui prendere il controllo. Tra di esse ci sono il Royal Theater, il Campidoglio e strutture art déco come la caserma dei vigili del fuoco e la centrale di polizia, poste ai lati di un sistema tranviario funzionante. Sul perimetro ovest della capitale, un sobborgo collinare e un faro offrono spazi più ampi ed elevazione maggiore rispetto all’arteria cittadina principale. Tra le strutture costiere a sud figurano un lussuoso club nautico sul litorale e un bar, in cui alcune squadre potrebbero festeggiare anzitempo la propria vittoria nella Battle royale.

Royal Cabana Resort

Spiagge incontaminate, scenario perfetto per il surf, gruppi di bungalow e un imponente hotel erano le attrattive principali per i ricchi clienti del Royal Cabana Resort. Gli operatori che entreranno in azione a Caldera troveranno i resti disabitati del resort e una strada principale che offre un accesso rapido con un veicolo. L’area comprende anche una piccola piazza, una torre dell’orologio, una stazione degli autobus e l’ingresso dell’hotel. La zona del resort è composta da aree ampie e verdeggianti, costellate di basse piscine, felci e palme.

Warzone Pacific — Playlist e contenuti del primo giorno e implementazione del sistema Anti-Cheat RICOCHET

Oltre a Caldera, che i possessori di Vanguard potranno esplorare dall’8 dicembre prima dell’apertura del 3 dicembre a tutti i giocatori, Warzone Pacific offrirà tantissimi nuovi contenuti, inclusi tutti gli operatori e le armi di Vanguard in seguito all’integrazione:

Integrazione di Vanguard: tutti gli operatori, le armi e i contenuti per la personalizzazione in arrivo l’8 dicembre.

 

Cosa ne pensate di tutte queste novità community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

cheater

Un venditore di cheat su Discord: “armi nerfate ai cheater; Activision ci sta trollando”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Cheater – Un’altra meravigliosa storia drammatica giunge oggi a noi direttamente dal popolo dei cheaters di Warzone, più impegnati che mai a cercare di sopravvivere su Caldera e Rebirth all’occhio del nuovo sistema anti-cheat Ricochet.

Questa mattina vi abbiamo raccontato della storia del cheater streamer Jay, e della sua frustrazione quando si è reso conto  che Ricochet aveva disabilitato il funzionamento del suo aimbot, un programma usato dagli imbroglioni per avere sempre una mira eccellente.

La cosa ha generato molta ilarità all’interno della community, ma quanto stiamo per rivelarvi potrebbe essere ancor più clamoroso. All’interno di un Discord frequentato dai cheater, un rivenditore di cheat ha pubblicato un messaggio di annuncio estremamente particolare, che ha gettato nel panico tutti gli imbroglioni presenti.

Per ammissione stessa di un cheat seller (il messaggio è stato postato da SLiCk, ndr), sembra che il nuovo sistema anti-cheat Ricochet non si stia solamente limitando a bannare i cheater, ma starebbe mettendo in atto una serie di azioni grazie alle quali i giocatori onesti potranno prendere il sopravvento sugli imbroglioni.

In particolare, sembra che Ricochet vada a nerfare (e quindi a diminuire in modo drastico) i colpi delle armi dei giocatori che il sistema stesso rileva come “troppo precisi“. Utilizzando i cheat la nostra precisione di tiro raggiungerà vette assolutamente sovraumane, Ricochet se ne accorgerà, ed andrà ad indebolire le statistiche di quel dato giocatore, cosi che possa diventare una facile preda per i giocatori onesti nei dintorni.

Se tutto questo dovesse essere vero (i devs devono ancora commentare la notizia), avremmo una situazione per la quale i cheater, fino ad oggi spina nel fianco di qualsiasi giocatore, diventerebbero delle goduriose “free kill” con cui alzare il K/D, un vero e proprio modo prendersi gioco di imbroglioni e rivenditori di cheat da parte di Activision (non a caso SLiCk ha specificatamente detto “è un modo di Activision per trollarci“).

I venditori di cheat  consigliano quindi di “abbassare” il livello di precisione dei programmi di aimbot e simili, cosi da non finire nella rete di Ricochet…una situazione che inizia ad assumere contorni veramente imbarazzanti (per i cheaters), che nonostante tutto ci divertono e ci strappano una soddisfacente risata.

La cosa più interessante di questa nuova “feature” di cui sarebbe provvisto Ricochet, è che lo stesso principio viene applicato per tutti i giocatori, ivi compresi anche quelli che utilizzano in modo inappropriato dei sistemi esterni al controller, uno su tutti il Cronus (non sai cosa è il Cronus? Clicca qui per approfondire).

Di fatto quindi (sempre se tutto questo discorso dovesse essere confermato da Activision), tutti i giocatori che continueranno con costanza ad avere una mira “sovraumana”, a prescindere da quale sia il software o l’hardware utilizzato per “perfezionare” la loro tecnica di sparo, verranno “nerfati” (a prescindere dall’arma utilizzata) i danni a nostra disposizione.

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Streamer cheater frigna in diretta su Rebirth: “l’aimbot non funziona”; la community, divertita, si gode il momento!

Articoli correlati: 

welgun

Jgod non ha dubbi: “Welgun migliore dell’MP40 per TTK e velocità di movimento”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Welgun e STG44 – Poche ore fa è stata emessa la prima “sentenza” riguardo alla lotta per il ruolo di miglior arma per il meta close range di Warzone.

Il giudice è in questo caso il celebre ed esperto Jgod, che dopo aver studiato fin nei minimi dettagli le statistiche, ed i numeri, delle principali pistole mitragliatrici a disposizione dei giocatori, ha emesso il suo verdetto riguardo all’ormai popolarissima sfida tra l’MP40 e la nuovissima Welgun.

Sono infatti tantissimi i giocatori ancora dubbio se continuare a giocare con la loro mitragliatrice tedesca, o se, visti i recenti nerf, non sia il caso di provare qualcos’altro, in questo caso l’ultima SMG aggiunta dagli sviluppatori su Warzone…la Welgun appunto.

Secondo Jgod, la nuova SMG riesce ad essere anche migliore dell’MP40 in almeno due dei tratti caratteristici delle armi a distanza ravvicinata: ovvero nella velocità, e soprattutto nel TTK (o Time to kill, il tempo che un’arma impiega a killare un personaggio avversario).

Se per Jgod la versione migliore di questa pistola deve essere caratterizzata dalla presenza della canna Gawain da 120mm, altri noti giocatori (tra questi  TheKoreanSavage and MrGodz) della scena hanno invece preferito optare sulla canna SA da 320mm.

Andiamo di seguito a vedere tutti i dettagli sul come accessoriare questa nuova potentissima arma:

Loadout consigliato da Metaphor per STG44 – BEST AR del Meta
Loadout consigliato per WELGUN – (TTK e velocità migliori dell’MP40)
Loadout “alternativo” per LAPA SMG

Come avrete notato, tra i loadout allegati qui in alto abbiamo anche inserito una recente versione dell’STG44 proposta dal celebre Metaphor. Metaphor è certamente tra i giocatori più autorevoli e competenti della scena globale.

Se lui afferma che un’arma rappresenta il vertice di una determinata categoria, potete star certi che potrete disporre tra le vostre mani di un fucile affidabile, immobile ed assolutamente letale. Rispetto ai loadout già molto popolari di questo fucile, in questo caso vediamo la presa anteriore Carver, i caricatori a tamburo ed un perk del tutto “originale” per i soliti utilizzi che vengono fatti per l’STG44.

Invece del “solito” perk Vitale, Metaphor opta per Nervi d’Acciaio, un perk che ci aiuterà ad avere una mira più stabile e precisa sotto stress, ovvero mentre subiamo i colpi dei nemici.

Infine, sempre tra i loadout allegati sopra troverete anche una versione particolarmente originale della LAPA, altra storica e piccola SMG dell’epoca di Black Ops che pare disporre di una ritrovata letalità, almeno utilizzando il loadout proposto in questa circostanza su TikTok dal noto itsJBB.

Endi_red vince una SOLO su Warzone con la Cooper Carbine a lunga gittata: “arma paurosa! da provare”

Speriamo che almeno una di queste versioni possa tornarvi utile per le vostre sessioni di gioco, e vi ricordiamo che non appena disponibili provvederemo a pubblicare altre nuove classi nella nostra “LISTA LOADOUT“.

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

cooper carbine

Endi_red vince una SOLO su Warzone con la Cooper Carbine a lunga gittata: “arma paurosa! da provare”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Cooper Carbine – Nuova ottima performance per l’italiano Endi_red, che riesce a portare a termine una prima posizione in modalità solo su Warzone, firmando al contempo anche 25 solidissime kill.

Uno degli aspetti forse più interessanti di tutto il video dedicato alla partita, è certamente la scelta delle armi per la classe principale da usare su Caldera…il content creator italiano ha infatti preferito tenere l’MP40 nello slot dedicato alle armi da usare in close range, mentre si è totalmente affidato alla Cooper Carbine per i tiri a lunga gittata.

Come noto entrambe queste armi hanno ricevuto degli interventi di bilanciamento la scorsa settimana, con l’MP40 che è certamente risultata l’arma più “colpita” (in senso negativo) tra quelle nerfate. Nonostante questo, sono ancora tantissimi i giocatori che continuano a preferirla alla Sten, alla PPSH o alla Welgun (altre 3 spaventose armi da usare a distanza ravvicinata), ed Endi_red è evidentemente tra questi.

Gli interventi della scorsa settimana non hanno avuto lo stesso impatto su tutte le armi, tra queste menzioniamo ad esempio la Cooper Carbine, ovvero l’altra grande protagonista della sfida in SOLO di Endi_red, che dalla recente patch di bilanciamento sembra essere ancor più forte e stabile.

Endi, come tanti altri esperti di Warzone, ha quindi preferito la Cooper in modalità long range, una vera e propria “sentenza” per tutti i bersagli a distanze superiori di 30 metri. Al momento questa versione sembra migliore finanche dell’STG44, certamente l’AR che ha più goduto dei buff nel corso della passata settimana.

Andiamo a vedere come ha scelto di completare la classe per la Cooper (all’interno della pagina loadout troverete anche il video della partita di Endi):

Loadout per Cooper Carbine Long Range di Endi_Red

Cosa ne pensate di questa versione community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: