streamer mode

Aydan furioso con Activision: “come è possibile che non ci sia ancora una streamer mode”?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Streamer Mode L’inizio della Season 5 di Call of Duty Warzone, merito anche (e soprattutto) dei teaser ufficiali relativi all’ormai imminente sistema anti-cheat, è stato accolto con più positività rispetto alle aspettative, con numerosi giocatori che si sono detti “soddisfatti” di sapere che in Activision qualcosa, finalmente, si sta smuovendo.

Come sempre non sono però mancate le polemiche, alcune delle quali giungono oggi da uno dei volti più autorevoli e “seguiti” di tutta la scena…il fortissimo Aydan. Nel corso di una recente partita su Verdansk, il noto statunitense in forze ai New York Subliners è stato sconfitto da uno stream sniper, quindi da un giocatore che stava “spiando” Aydan sul suo stream per poterlo mandare al tappeto in diretta streaming.

Il fenomeno degli stream sniper è forse ancor più frustrante rispetto ai normali cheater, perchè non si tratta di incappare in un normale “scarsone” privo di ogni tipo di coordinazione e perdere male…ma di una vera e propria “caccia allo streamer“, con squadre di streamsniper spesso organizzate per trasformare in un incubo le sessioni di gioco dei più importanti content creator del mondo.

Rabbia, frustrazioni personali, invidia o semplice mancanza di un obiettivo sono spesso le ragioni essenziali che spingono questi “player” a giocare con il solo fine di disturbare il prossimo, senza che gli streamer dall’altra parte abbiano alcuna arma per potersi proteggere da queste infamanti azioni.

Ed è su questo che ha ruotato il recente post sfogo di Aydan…stufo delle continue incursioni ma soprattutto del fatto che ancora non esiste una modalità streamer, che possa proteggere chi lavora giocando su Warzone da questi imbroglioni senza vergogna.

Il post di Aydan sulla Streaming Mode

Aydan è solamente l’ultimo dei giocatori che soffre il fenomeno dello stream sniping…vi basti pensare ad esempio all’italiano Pow3r, indubbiamente uno dei giocatori più forti della scena (se non IL più forte) che ormai quotidianamente deve fare spesso i conti con i numerosi imbroglioni che provano a disturbarlo.

Al momento non ci sono purtroppo novità da questo fronte, ma c’è anche da considerare che Aydan non è solito a questo tipo di commenti molto poco “morbidi”, ed è praticamente certo che attirerà l’attenzione degli sviluppatori.

Teep polverizza il record di kill di Aydan e sigla un nuovo limite in SOLO Vs Trio

Cosa ne pensate community?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701