cheater call of duty

Aspirante PRO di Call of Duty si tradisce in diretta: è solamente un cheater

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Cheater Call of Duty – Come abbiamo detto e ribadito in più occasioni, essere un cheater significa di base essere delle persone poco sveglie e particolarmente scarse, a cui manca sostanzialmente la voglia di migliorarsi.

Dei giocatori anche “pigri” quindi, che fortunatamente, nella stragrande maggioranza dei casi, si limitano ad usare i cheat solo nelle partite non competitive e “normali”. Ma cosa accade quando un giocatore scarso e poco sveglio, cerca di addentrarsi nel mondo competitivo degli esports attraverso i cheat?

Questa è la storia del giocatore yyyunggg, un aspirante professionista della scena di Call of Duty che grazie alle sue statistiche ed al suo stile di gioco stava fattivamente progredendo all’interno della scena competitiva del multiplayer di Black Ops Cold War, fino ad arrivare a giocare in lobby con professionisti blasonati come Trei ‘Zer0’ Morris dei London Royal Ravens o il giocatore dei Connect David ‘Dqvee’ Davies.

Durante la giornata di ieri però, mentre yyyunggg era impegnato in una diretta streaming, alcuni utenti hanno iniziato ad incalzarlo perché incuriositi dai suoi strani movimenti in game. Nella chat in molti hanno iniziato a mettere in dubbio le capacità del giocatore, e mentre yyyunggg cercava di giustificarsi e di inventare scuse su quelle che diceva essere “delle false accuse”, riduceva ad icona il gioco lasciando in bella vista un programma di hacking utile per vedere la posizione dei giocatori dietro i muri: yyyunggg si è praticamente tradito da solo in diretta, venendo immediatamente investito da un’ondata di sdegno da parte di tutta la scena.

A rendere pubblica la vicenda è stato il noto giornalista esportivo Brice, che ha registrato e pubblicato il video in questione su Twitter.
Osservando il secondo piccolo monitor in alto a sinistra infatti, si può notare come yyyunggg possa chiaramente vedere la posizione dei nemici ed anche quanta vita hanno i loro singoli personaggi.

Il post denuncia di Brice sul cheater di Call of Duty yyyunggg

Al momento yyyunggg  è scomparso dai radar della scena, il suo account Twitter è stato cancellato ed il suo account Twitch non ha più i video con le prove schiaccianti del fatto che è solo un imbroglione.
Una buona notizia per tutta la scena quindi, visto che c’è un aspirante professionista hacker in meno con cui avere a che fare, che però dimostra anche che gli hacker sono ancora attivi su Call of Duty

Sono passati ormai diversi giorni dalla notizia relativa alla prima ondata di ban (a cui ne è seguita anche una seconda), e siamo ancora in attesa di capire come Activision imposterà la guerra ai cheaters anche senza usufruire delle segnalazioni degli utenti (o dei casi di “auto-denuncia” come questo della news).

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Fonte copertina: Google

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701