Annunciato un nuovo torneo di Warzone (e modifiche alla CDL)

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone CDL – Attraverso una serie di comunicati ufficiali sono stati resi noti i dettagli di una lunga serie di novità che riguardano la scena competitiva di COD.

Infatti, molto presto vedremo degli interessanti aggiornamenti per la Call of Duty League, a partire dal fatto che in finale andranno tutte e 12 le franchigie e non solo le prime otto. Questa decisione è stata presa in risposta ai recenti problemi e disagi (nonchè interruzioni) causate dalla pandemia di Covid-19, che ha fortemente pregiudicato il prosieguo della stagione.

Inoltre, prima dell’inizio delle sfide ufficiali ed a partire dalla prossima tappa di Seattle (che si giocherà dal 22 al 24 Maggio), ogni evento della Call of Duty League sarà preceduto da un torneo di Warzone a cui dovranno partecipare tutte e 12 le squadre del campionato con un roster da 4 (per un totale di 48 giocatori).

Il torneo avrà in palio ben 10 mila Dollari per ogni sua singola tappa.

Oltre a questo, giungono poi delle interessanti novità riguardo le ricompense ottenibili guardando la Call of Duty League su You Tube…ricompense come Emblemi e Spray oltre al resto. Ancora non sappiamo con precisione quando e come saranno disponibili queste ricompense, ma siamo sicuri che molte nuove informazioni verranno rilasciate nei prossimi giorni (prima dell’evento di Seattle).

Warzone CDL – Post ufficiale

Throughout the past few months, popularity for Call of Duty: Warzone has exploded, with millions of fans and our very own CDL pros jumping in. Since Warzone’s launch, the League has expanded its broadcast offerings to include dedicated events, such as the Live From Warzone Warstream, featuring Call of Duty League pros, athletes, and celebrities from around the world.

Today, the League is proud to announce CDL Warzone Weekend, presented by Metro by T-Mobile – the first-ever private-lobby match in Warzone’s history. CDL Warzone Weekends are exclusive for Call of Duty League teams, pitting 12 four-person teams (quads) against each other on the same map in a $10,000 winner-take-all competition.

The first-ever CDL Warzone Weekend broadcast will take place on Sunday, May 24, at 3 p.m. ET/12 p.m. PT, as a lead-in to the CDL Sunday final four bracket at the Seattle Surge Home Series. The broadcast, airing exclusively on the CDL’s Youtube channel, will showcase the best moments from the pre-recorded competition among the world’s most elite Call of Duty players.

Team rosters for CDL Warzone Weekend will be composed of at least three players from each organization (either starters or substitutes). Each team will have the option to round out its four-player roster with either another member from its Call of Duty League squad (starter or substitute) or to invite a special guest non-CDL player from the Call of Duty community to join in the action.

In future CDL Warzone Weekend competitions, teams may be composed of a mix of rosters from across the League and broader Call of Duty community. Updated roster rules will be announced ahead of future events.

call of duty league

La Call of Duty League finalmente avrà degli show esport di altissima qualità

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Call of Duty League – Gli organizzatori della massima competizione del mondo di Call Of Duty, hanno infinte siglato un attesissimo accordo con Esport Engine che ufficializza la partnership che porterà l’esport di Call of Duty e la sua trasmissione in diretta, finalmente ai livelli che avrebbe sempre meritato.

Negli accordi è ovviamente saltato fuori anche il nome di Adam Apicella, una figura sicuramente non nuova agli OG di COD che ricorderanno il suo prezioso apporto alla realizzazione dei videogiochi di casa Activision e l’addio nel 2019 dopo ben 16 anni di lavoro.

Dopo l’addio ad Activision ed MLG, Apicella ha continuato a sviluppare i propri progetti in Esport Engine, a partire da ieri partner ufficiale dei servizi broadcast di tutto il circuito competitivo della Call Of Duty League.

Il tutto è stato annunciato durante la conferenza stampa di ieri, nella quale tra le altre cose sono state annucniate diverse nuove feature che dovrebbero regalare a tutti i fan di Call Of Duty un’esperienza esportiva decisamente molto più al passo coi tempi, in qualche maniera simile a quanto già occorre su titoli del calibro di League of Legends.

”Questi servizi nuovi includeranno anche un migliorato pre-show che avrà luogo prima di ogni giornata di competizione, telecamere POV dei giocatori e feed in tempo reale che verranno mostrati sull’HUD proprio nel bel mezzo delle partite e molto altro. Gli studi in Ohio, inoltre, verranno utilizzati per trasmettere le competizioni più importanti dal vivo.”

La notizia questa mattina é prevedibilmente stata rimbalzata da una parte all’altra del web e delle principali reti social dedicate a Call of Duty, dove é stata accolta con un certo entusiasmo sia dai player comuni, sia dai professionisti, che hanno spiegato come questa notizia renderà il tutto molto più eccitante durante la stagione 2022.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli correlati: 

call of duty playstation

Call of Duty su PlayStation con una scadenza: nuovi rumor sull’acquisizione “dell’anno”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Call of Duty PlayStation – Torniamo a parlare dell’argomento certamente più caldo della settimana, l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft, riportando alcune nuove indiscrezioni che stanno rapidamente facendo il giro del mondo.

Dopo le dichiarazioni che hanno stemperato i toni da “console war” di Phil Spencer, CEO di Microsoft Gaming, un noto insider è tornato a parlare dell’argomento svelando la presunta “scadenza” che avrebbe il contratto di partnership tra Activision e Sony.

Come molti di voi sapranno prima Sony, e poi appunto Phil Spencer mediante un post su Twitter, hanno entrambi chiarito che nel futuro di PlayStation e dei suoi giocatori continueranno ad esserci i nuovi titoli di Call of Duty.

Questo perchè c’è un contratto in essere tra Sony ed Activision, per il quale il noto publisher statunitense è obbligato a servire i suoi titoli di Call of Duty per la console giapponese, anche in futuro.

Il problema è che non si sa per quanto ancora il contratto sia valido, e non sappiamo quindi se una volta “concluso” sarà interesse di Xbox e di Microsoft proseguire questo tipo di strada, o se al contrario inizieranno a proporre titoli in esclusiva per le loro specifiche device.

Sulla questione è quindi intervenuto il noto insider e leaker Colt Eastwood, che su Twitter ha affermato che questo contratto dura solo fino al 2024.

Il post, rapidamente retwittato da molti altri appassionati, resta pur sempre un post di speculazioni, ma se questa dovesse essere la verità, ci ritroveremmo in una situazione per la quale, riguardo Call of Duty, potrebbero esserci ancora uno/due nuovi titoli in arrivo su PlayStationWarzone escluso ovviamente (che quasi certamente resterà un gioco “multi-platform” negli anni a venire).

I progetti in arrivo per il mondo Xbox. Fonte: Souls Ninja

Cosa ne pensate community? Ancora una volta, la discussione è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

activision playstation

Phil Spencer getta acqua sul fuoco: “onoreremo gli accordi di Activision con PlayStation”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Activision PlayStation – Nel corso della notte si è tornato ancora una volta a parlare delle potenziali esclusive che potrà vantare Microsoft a partire dal 2023, e più in particolare di quella che sarà la situazione relativa ai giocatori PlayStation di Call of Duty.

A rivelare la preziosa informazione che riportiamo qui è Phil Spencer, CEO di Microsoft Gaming che ha recentemente condiviso su Twitter alcuni dettagli che sicuramente la playerbase della console Sony apprezzerà.

Mediante un post Spencer ha quindi rassicurato: “negli scorsi giorni ho avuto diverse chiamate positive con i dirigenti di Sony. A loro ho confermato che è nostra intenzione onorare tutti gli accordi che erano già stati firmati prima dell’acquisizione di Activision Blizzard (si riferisce agli accordi che avevano Activision e Sony in merito alla pubblicazione dei titoli futuri di COD – troverete qui altri dettagli)”.

Non solo, perché Phil Spencer ha anche aggiunto: “Sony è una parte molto importante del nostro settore, e diamo valore alla nostra relazione“; da queste parole sembra quindi decisamente chiaro che, almeno sul fronte di Call of Duty, non dovrebbero esserci problemi in futuro per i player che lo vorranno giocare da PlayStation.

A gettare ulteriore “acqua” sul fuoco della console WAR tra Xbox e PlayStation è poi finanche l’account ufficiale della console Microsoft, che ha replicato al messaggio del suo CEO Phil Spencer con un cuoricino azzurro, un chiarissimo richiamo al colore dominante che ha da sempre caratterizzato PlayStation.

Si concretizza a questo punto la teoria per la quale Microsoft e Sony non sono mai stati realmente in “competizione” tra loro, dato che l’obiettivo del gigante di Redmond è quello di andare a rivoluzionare l’intero mondo del gaming (ne abbiamo parlato qui), con le console che saranno semplicemente “uno dei tanti device” disponibili per i giocatori.

Speriamo ovviamente che questo tipo di dichiarazioni restino inalterate nel corso dei prossimi mesi/anni, sempre in attesa di scoprire quale sarà la proposta finale di Microsoft per quanto riguarda il Gamepass del futuro…

Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: