cheat console

Ancora cheat su console, un programmatore avverte: “presto la situazione potrebbe sfuggire di mano”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Quante volte in passato abbiamo pensato che giocare su console fosse una garanzia rispetto alla totale assenza di cheater? Fino a qualche settimana fa, alla notizia relativa alla pubblicazione di un software malevolo per Warzone su console, erano ancora in molti a gridare al “complotto”, sicuri del fatto che non fosse assolutamente possibile l’introduzione di cheat nel gioco attraverso la PS o la Xbox.

Qualche giorno dopo però, quando si è sparsa la notizia che una preoccupatissima Activision interveniva prontamente per cancellare dalla faccia della terra il lavoro del gruppo di hacker, anche i più convinti hanno iniziato ad allentare la presa…appariva a tutti evidente che quello dei cheater anche su console non era solamente uno spauracchio, ma una solida minaccia.

Oggi torniamo a parlare dell’argomento ancor più preoccupati, visto che un programmatore ha pubblicato un video in cui mostra un cheat che lui stesso ha prodotto per la versione console del multiplayer. Il cheat in questione garantirebbe dei colpi sempre registrati sul nemico semplicemente sparando nei pressi della sua sagoma, una sorta di “aiuto” alla mira che corregge i nostri piccoli errori di fase di puntamento.

Il programmatore ha anche riconosciuto di non essere affatto un esperto di IA, e che per l’intera realizzazione di questo sistema ha impiegato circa 5 ore di lavoro: praticamente un nulla se si  considera che tipo di disturbo può arrecare qualcosa di simile in gioco.

Sempre sjas0a32, questo il nome del protagonista, ha spiegato di non essere un amante dei cheat e che quindi questo suo software non vedrà mai la luce (se non per la prova documentata nel video).

Il problema però rimane, perchè come sempre sjas0a32 ha suggerito, delle contromisure sono ovviamente disponibili ma sono spesso complicate e molto dispendiose, alcune delle quali richiederebbero lo sviluppo di hardware, come i joypad, che siano predisposti a non “ospitare” cheat o altri programmi di questi tipo.

Il Perk Ghost non sempre funziona su Warzone

A prescindere da questo (si tratta di considerazioni molto tecniche, che speriamo di approfondire prossimamente con chi di competenza), preoccupa e non poco il fatto che il rischio, effettivamente, ci sia, e che quindi neanche le console potrebbero più fungere da muro di contenimento per cheaters ed imbroglioni di varia natura.

Speriamo che Activision non si faccia trovare impreparata.

Il post su Twitter

Cosa ne pensate community?  La discussione, come sempre, è assolutamente aperta! ù

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701