Analisi dei nerf di Warzone: quali armi sono ancora giocabili e quali vanno lasciate in armeria (per il momento)

Analisi dei nerf di Warzone: quali armi sono ancora giocabili e quali vanno lasciate in armeria (per il momento)

Profilo di Stak
 WhatsApp

NERF Warzone – Nel corso della serata di ieri gli sviluppatori di Activision hanno pubblicato una nuova, ennesima, tornata di bilanciamenti per le armi di Warzone, e come spesso è accaduto in questi ultimi mesi, un elevato numero di giocatori si è nuovamente trovato “senza armi” con cui giocare su Verdansk e Rebirth Island.

Purtroppo la patch è stata tra l’altro pubblicata a pochi minuti dal rilascio della nostra “classifica delle armi”, che è stata comunque aggiornata rispetto a quelli che dovrebbero essere le nuove forze in campo. E’ bene inoltre chiarire che quello odierno sarà un giorno di transizione, durante il quale verranno provate le varie armi di Warzone prima di capire, dati alla mano, quali saranno le nuove più consigliate da giocare nelle partite.

Per chi si fosse perso l’aggiornamento in questione (ma troverete tutte le note complete dei nerf di Warzone cliccando qui), ci sono da segnalare dei nerf (un intervento del tipo “NERF” è quando un’arma viene depotenziata) per la Bullfrog, il GALLO SA12, ed i fucili d’assalto XM4 e AK47…inoltre, potrà sembrare incredibile ma i devs hanno anche deciso di potenziare (e quindi di applicare dei “buff”) al celebre Krig.

Ma in cosa consistono questi nerf di Warzone? 

Anche se hanno generato molto “rumore”, questi bilanciamenti non dovrebbero avere un impatto troppo negativo su queste armi. Iniziamo dalla Bullfrog, per questa piccola smg abbiamo degli interventi che dovrebbero ridurre in modo quasi impercettibile la velocità con cui si entra in modalità mirino. Una modifica certamente importante, ma che non dovrebbe tuttavia preoccupare troppo gli utilizzatori di quest’arma…la Bullfrog dovrebbe continuare a restare un’arma decisamente consigliata ed utilizzabile.

Passiamo a XM4 e AK47, due fucili d’assalto che ultimamente stavano trovando molto spazio all’interno della scena. Entrambe sono infatti presenti anche nella classifica che abbiamo pubblicato ieri, anche se la loro situazione è decisamente più delicata rispetto a quella della Bullfrog. Questo perché entrambi gli AR hanno visto nerfate le loro canne, che ora sono semplicemente più difficili da controllare.

Se sui colpi a distanza ravvicinata non dovremmo neanche percepire la differenza, è probabile che sui colpi a bersagli oltre i 40 metri queste modifiche potrebbero effettivamente rendere le nostre XM4 e AK47 leggermente più instabili e “selvagge”. Il problema vero è che il controllo del rinculo è stato nerfato in modo duplice, sia sui movimenti verticali che l’arma solitamente fa in fase di sparo, sia su quelli orizzontali e questo preoccupa in parte alcuni tra gli estimatori di entrambe le armi.

Al momento vogliamo quindi “sospendere” il giudizio su entrambe, in attesa di scoprire quanto davvero questi nerf andranno ad incidere sulla performance delle armi di Warzone. Questo non dovrebbe essere tuttavia un grande problema visto che, a prescindere dai nerf di ieri, vi sono tante altre valide alternative su cui puntare, sia come AR che come LMG (ad esempio il C58 o la Stoner).

Un’arma che invece potrebbe essere stata davvero pesantemente nerfata è invece il Gallo, che in pratica ha visto diminuita la distanza a cui possono arrivare i suoi danni. L’arma non ha quindi perso “potenza”, considerato che i danni che infligge a 5 metri sono gli stessi di prima ad esempio…ma ha indubbiamente perso capacità di fuoco su ogni bersaglio che si trova appunto oltre i 5 metri.

L’intenzione dei devs nei confronti del GALLO era chiara: “Riducendo il suo raggio di danno effettivo, il fucile a pompa Bravo (BOCW) inizierà a sembrare più un fucile a pompa e meno un cecchino“…quindi in pratica ora il Gallo fa semplicemente meno danno ai bersagli leggermente più lontani…una modifica che potrebbe avere un effetto molto negativo sull’arma.

Dal KRIG al JAK12, quali armi giocare ora? 

Dopo il rilascio dei nerf di ieri, tutti i giocatori armati di Gallo potrebbero optare per lo shotgun JAK12, a questo punto certamente l’arma più consigliata della categoria (insieme al Model 680, che però è certamente un’arma più difficile da usare rispetto al JAk12 – qui lo speciale se siete interessati). Nella classifica di ieri avevamo già menzionato questo fucile, che ha sempre rappresentato una valida alternativa al devastante Gallo di Cold War.

Se doveste trovarvi male con il “rinnovato” Gallo, una prova con il JAK12 è davvero molto consigliata.

Infine, vogliamo parlare del KRIG, fucile d’assalto che dopo svariate tornate di nerf ha infine ricevuto un buff, unico fucile del gioco ad aver effettivamente avuto un potenziamento invece di un nerf. Come per l’AK47 e l’Xm4, anche le modifiche al KRIG sono state dirette verso le canne, in particolare la 19.7” Takedown, la 19.7” Ranger, la 15.5” Contour e la 15” CMV Mil-Spec, che vedono aumentato il loro controllo del rinculo di circa un punto percentuale ognuno.

Warzone, la classifica delle armi migliori: l’MG82 tra quelle TOP del momento! (Aggiornato post nerf)

Non sappiamo se questa modifica effettivamente basterà per rendere l’arma nuovamente consigliata all’interno del gioco ma, trattandosi di una modifica al rinculo e non ai suoi danni, la percezione del  “buff” potrebbe essere variabile da giocatore a giocatore.

In linea di principio possiamo affermare che una prova con il “nuovo” Krig è sicuramente consigliata, ma che comunque, come per Xm4 e Ak47, vi sono svariate altre opzioni al momento decisamente più consigliate rispetto a questo fucile.

Cosa ne pensate community? Voi con quale arma state giocando al momento? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Warzone, Marco 5 Akimbo la classe con il TTK migliore; in long range però, al TOP una vecchia conoscenza di MW

Warzone, Marco 5 Akimbo la classe con il TTK migliore; in long range però, al TOP una vecchia conoscenza di MW

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Marco  5 – Grazie ai dati svelati da Sym.gg, possiamo farci una rapida idea di quella che è la situazione TTK al momento su Warzone.

Ricordiamo che per TTK intendiamo il “time to kill“, ovvero il tempo necessario che un’arma impiega per abbattere un bersaglio nemico. Più è basso questo TTK, maggiore sarà la potenza di fuoco a nostra disposizione.

Quando parliamo di armi migliori per TTK, bisogna però tenere in considerazione almeno un dato importante: un’arma che ha un TTK competitivo, non sempre è anche un’arma “facile” da gestire e controllare. In questo caso però, l’arma con il TTK migliore in assoluto al momento su Warzone è la Marco 5. La Marco 5 non è solamente nota per l’elevato numero di danni a disposizione, ma anche e soprattutto perché è una SMG stabile, precisa ed estremamente letale.

La Marco 5 raggiunge una straordinaria performance quando viene usata in Akimbo, e raggiunge il clamoroso risultato di 385ms di TTK quando si spara verso il busto. Quando usata in singolo, l’arma si attesta comunque ad un TTK di 539 ms.

La seconda immediatamente dietro la Marco 5 in classifica è poi una vecchia conoscenza dei giocatori di Modern Warfare. Stiamo parlando della LMG Finn, potente arma della prima ora di Warzone in grado si scaricare decine di colpi su bersagli a lunga distanza. Pensate che la Finn ha al momento un TTK di 660ms oltre i 30 metri… Un risultato straordinario per una delle armi meno giocate di tutto il BR.

Andiamo a vedere di seguito quali sono i loadout più consigliati per queste due versioni citate:

Best TTK Close Range – Marco 5 AKIMBO
Best TTK Long Range – LMG Finn

Cosa ne pensate community? Quale di queste proverete nella vostra prossima sessione di gioco?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

La Marco 5 si consolida al vertice del close range; anche MP40 e Blixen tra le “altre” consigliate

La Marco 5 si consolida al vertice del close range; anche MP40 e Blixen tra le “altre” consigliate

Profilo di Stak
 WhatsApp

MP40 & altre – Con il passare dei giorni si va sempre più a consolidare la presenza nel meta delle armi di Warzone della nuova smg Marco 5. La piccola pistola mitragliatrice ispirata all’italiana Franchi è infatti ormai la scelta “numero 1” per la stragrande maggioranza dei giocatori del BR.

Pensate che la sua popolarità è schizzata quasi fino all’8% di pick rate. Più usata della Marco 5 al momento è solo l’NZ41, AR che al momento è ritenuto il “migliore” tra tutte le armi a disposizione (e, per questo, verrà presto anche nerfato).

Se invece andiamo a guardare la classifica delle armi per K/D, notiamo che la Marco 5 scende dietro l’NZ41, l’H4 Blixen e la UMG8, altra nuova arma di Warzone di cui non a caso abbiamo parlato già questa mattina, dedicandogli uno speciale apposito.

La Marco 5 è quindi un’arma di vertice, che nonostante l’elevatissimo utilizzo riesce a restare ancorata anche alle prime posizioni della classifica dedicata al K/D. Come vediamo da questo ranking però, l’H4 Blixen resta ancora una versione pesantemente consigliata su Warzone.

In questo caso vogliamo andare a vedere la versione proposta dal celebre Booya, convinto che questa sia la classe migliore del momento per la Blixen. Da non sottovalutare assolutamente anche la piccola MP40 (in questo caso vediamo la versione del noto TcTekk), ed il FFAR, da poco rientrato nella “parte alta” del ranking delle armi.

Ricordiamo infatti che con l’ultimo bilanciamento questo AR, da sempre prediletto in funzione “close range”, ha visto risalire moltissimo le sue quotazioni, merito di un buff che ne ha sostanzialmente migliorato le qualità. Andiamo a vedere tutti i loadout per queste armi:

Loadout consigliato da Booya per H4 Blixen
Loadout consigliato da TcTekk per MP40
Loadout per FFAR 1 consigliato da Swagg

Cosa ne pensate di queste versioni community? Quale di queste proverete alla vostra prossima sessione di gioco?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati:  

Cheater scoprono delle nuove skin di Warzone a tema Football Americano

Cheater scoprono delle nuove skin di Warzone a tema Football Americano

Profilo di Stak
 WhatsApp

SKIN Future? – Alcuni cheater di Warzone sono riusciti a mettere le mani su delle nuove skin ancora non rilasciate, che aprono ad un’ipotesi crossover del tutto nuova per il BR Activision.

Alcuni cheater riescono a manomettere lo shop di gioco garantendosi l’accesso, gratuito, a tutti gli oggetti presenti nel negozio. Si tratta chiaramente di un “furto” il cui bottino, in alcune situazioni, può anche contenere oggetti ancora non disponibili nello shop.

E’ questo il caso relativo ad alcune nuove skin a tema “football americano“, che pare siano in arrivo prossimamente su Warzone. Si tratta del primo crossover di questa tipologia per Warzone, che per un momento si allontana da Godzilla, King Kong e Terminator per rivolgersi al pubblico appassionato di football.

Un evento del genere è stato già trasmesso su Fortnite, che in passato sviluppò un’importante partnership direttamente con la NFL per una serie di SKIN dedicate alle iconiche squadre del campionato.

Osservando lo screen pubblicato su Reddit, sembra evidente che si tratti di una skin dedicata a questa disciplina… Oltre alle scarpe con i tacchetti, nella skin che vediamo su Reddit si segnala anche la presenza di un caschetto tipico da football, con una divisa nera e oro.

Leak su Warzone: l’immagine della nuova skin a tema football americano

Troverete qui il dettaglio su questo particolare modello.

Al momento non è stata ufficializzata da alcuna parte l’aggiunta di skin simili nel negozio, ma si tratta certamente di un contenuto autentico. Vedremo in cosa si tradurrà, fattivamente, un evento dedicato alla NFL su Warzone.

Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: