Alvaro Morata ed i suoi 5 consigli per giocare a Call of Duty Blackout

Alvaro Morata ed i suoi 5 consigli per giocare a Call of Duty Blackout

Profilo di Stak
 WhatsApp

Attraverso una nuova partnership gli addetti stampa di Activision hanno avuto la possibilità di chiedere al celebre Alvaro Morata alcuni consigli per i nuovi giocatori di Call of Duty.

Per chi non lo conoscesse, Alvaro Morata è un calciatore professionista che milita tra le fila della Juventus. Di ruolo attaccante classe 1992, lo spagnolo ha quindi fatto sapere di essere un grande appassionato di Call of Duty: Mobile, al punto che è arrivato a suggerire 5 “tips” a tutti i novizi intenti a provare Blackout.

In occasione del secondo anniversario e del lancio della season 8 per la versione mobile, gli sviluppatori hanno deciso di rilanciare la prima mappa BR di questo titolo, la nota Blackout. E per “festeggiare” l’avvenimento, Activision ha chiesto a Morata in persona quali sono le basi fondamentali che nessun operatore di COD deve mai dimenticare…a partire ovviamente dallo stare attenti a dove si sceglie di atterrare, essendo questa la prima importante azione da terminare con successo di ogni nostra partita.

LE 5 TATTICHE DI ALVARO MORATA PER AVERE SUCCESSO IN CALL OF DUTY: MOBILE

Call of Duty: Mobile ha appena celebrato il suo secondo anniversario e lo ha fatto lanciando una nuova stagione, Season 8: 2nd Anniversary, attraverso la quale i giocatori hanno la possibilità di riesplorare la prima mappa Battle Royale di Call of Duty: Blackout.

Inizialmente disponibile in Call of Duty: Black Ops 4, Blackout è stata la mappa più grande della storia di Call of Duty, che include parti di altre mappe multiplayer come Estate, Nuketown, Construction Site e molte altre. Oltre a Blackout, l’esperienza Battle Royale è stata aggiornata e migliorata.

Per celebrare un anniversario così importante Activision ha coinvolto il celebre calciatore Álvaro Morata. Scopri anche tu le cinque tattiche che Morata utilizza per avere successo nella modalità Call of Duty: Mobile Battle Royale.

Non posso credere che Call of Duty: Mobile sia già al suo secondo anniversario, il tempo passa davvero in fretta.” ha dichiarato Morata. “Adoro giocare a Call of Duty e averlo sul mio cellulare mi permette di portarlo ovunque e giocare quando voglio. I momenti in cui Call of Duty Mobile diventa insostituibile sono sicuramente i lunghi viaggi con la squadra e quando aspetto mia moglie che va a fare shopping! A parte gli scherzi, è davvero bello far parte di una community globale di gioco così grande e appassionata che è nata intorno a COD Mobile negli ultimi due anni.

  1. Fai attenzione a dove atterri. La prima decisione da prendere è dove atterrare. Questo influenzerà il resto della partita. Se si scelgono luoghi periferici si possono incontrare meno nemici ed è possibile raccogliere il bottino con più calma, tuttavia, i luoghi più popolari tendono ad offrire bottini più consistenti.
  2. Usa la mappa a tuo vantaggio. Blackout mette a disposizione grandi spazi e una moltitudine di opportunità di ingaggio. Esplora e cerca le migliori posizioni per sfruttare appieno la tua arma. Ricorda sempre il tipo di arma e le munizioni che hai a disposizione, prima di entrare in uno scontro.
  3. Prendi un veicolo. Blackout non è una mappa piccola e spostarsi a piedi può essere uno svantaggio per te e la tua squadra. I veicoli ti permettono di muoverti più velocemente, evitando possibili imboscate o aree inaccessibili.
  4. Rimani vigile. Andare in confusione può portarti alla sconfitta. Devi essere consapevole di ogni movimento sullo schermo e usare tutte le informazioni disponibili per identificare dove sono i nemici. Che si tratti di sconfiggerli o di sopravvivere, non puoi mai abbassare la guardia.
  5. Non dimenticare di divertirti. La frustrazione è qualcosa che tutti abbiamo sperimentato giocando contro qualcuno. Tuttavia, è importante non dimenticare mai la cosa più importante: divertirsi.

Cosa ne pensate dei consigli dell’attaccante spagnolo? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Shroud diventa il nuovo vicino di Kanye West con la sua nuova casa da 10.000.000 $

Articoli correlati: 

Modern Warfare 2, cresce il numero dei detrattori dello SBMM

Modern Warfare 2, cresce il numero dei detrattori dello SBMM

Profilo di Stak
 WhatsApp

Dopo i primi giorni di prova sulla beta di Modern Warfare 2, sono cresciuti a dismisura i commenti negativi relativi allo SBMM, il matchmaking di Call of Duty che divide i giocatori delle lobby per “abilità”.

Grazie allo SBMM, ogni volta che entreremo in una partita nel nuovo multiplayer verremo inseriti in un gruppo di giocatori del nostro stesso livello di abilità. Questa cosa serve per evitare che i giocatori più inesperti finiscano in lobby infernali in cui non riuscirebbero nemmeno ad uscire dallo spawn point.

La stragrande maggioranza dei giocatori medio bravi, diciamo quelli che godono di un K/D uguale o maggiore a 1, trova però che lo SBMM estremizzi troppo il concetto di competitività nelle partite, che risultano cosi tutte “difficili” e “sudate”.

La soluzione secondo molti esperti (tra cui DrDisRespect e Courage, tra gli altri), sarebbe ovviamente quella di “dividere” le partite del multiplayer in due tipologie. Ancora una volta torniamo a parlare di classificate, nelle quali certamente lo SBMM sarebbe “essenziale” oltre che obbligatorio, con le partite “unranked” che dovrebbero invece essere destinate ad un pool misto di giocatori, a prescindere dal loro livello di abilità.

In svariati titoli è presente la possibilità di poter giocare una semplice partita “rapida” contro uno o più avversari totalmente casuali, cosi come è anche possibile avviare delle partite ranked con avversari del proprio livello.

Falsare lo SBMM per abusare del matchmaking

Pur essendo disponibile ancora da una manciata di giorni, nella beta di Modern Warfare 2 sono già stati segnalati numerosi giocatori beccati ad “alterare” il proprio rating cosi da finire in lobby più semplici.

Come? Questi giocatori semplicemente si limitano a “perdere” ed a giocare male, cosi da confondere lo SBMM che li andrà a matchare con giocatori più scarsi.

Tutto questo si potrebbe risolvere rapidissimamente con l’aggiunta delle ranked, secondo il nostro punto di vista.

I post “critici” sullo SBMM

Voi cosa ne pensate community? Lo SBMM è secondo voi un punto cruciale di discussione relativamente a Modern Warfare 2? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook – Instagram)

Articoli correlati: 

Activision vuole che COD venga giocato da Joystick: anche su Modern Warfare 2 l’AIM Assist è “overpowered”

Activision vuole che COD venga giocato da Joystick: anche su Modern Warfare 2 l’AIM Assist è “overpowered”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Modern Warfare – L’Aim Assist è stata argomento di discussione per tanti mesi su Warzone, e pare proprio che continuerà a generare flame sui social ancora per un po’…

Dalla beta di Modern Warfare 2 giungono infatti delle clip che mostrano tutta la potenza garantita dall’assistenza alla mira anche nel nuovo titolo. La cosa ha lasciato straniti molti giocatori di Call of Duty… Andiamo a vedere il perchè…

Per chi non lo ricordasse, l’AIM Assist è un aiuto che il gioco fornisce a tutti i player armati di joystick. Questo aiuto altro non fa che “incollare” il mirino della nostra arma al bersaglio cosi da tenere il punto di fuoco nonostante le “sbavature” e gli scossoni tipici in fase di combattimento. L’Aim Assist va quindi a “compensare” tutte quelle lievissime “smirate” che farebbero altrimenti “sfarfallare” la nostra mira.

Di fatto, l’Aim Assist è un “aimbot” molto leggero, e negli scontri a fuoco ravvicinati rappresenta un vantaggio devastante per i giocatori da PAD rispetto a quelli con Mouse.

La maggior parte degli esperti ha in più occasioni fatto notare che l’aim assist era troppo “pesante” su Warzone, e si sperava quindi che i devs cambiassero (almeno in parte) rotta in vista del nuovo Modern Warfare 2. Al momento però, sembra che l’Aim Assist sia decisamente sgrava anche su MW2.

Maxiq sull’Aim Assist di Modern Warfare 2: 

A riportare questo feedback è il content creator Maxiq, che su Twitter ha affermato: “davvero mi spiace per i giocatori di COD da mouse, mi spiace per loro”. Subito sotto a questo post, Maxiq ha poi pubblicato una clip spiegando: “contesto del video: per passare da un bersaglio all’altro non ho letteralmente toccato la levetta… Era tutta Aim Assist…“.

Alla cosa ha risposto anche il celebre Huskerrs, che con non poca delusione ha avvisato il collega: “È una causa persa fratello. Il 99,9% della base dei giocatori non comprende nemmeno quale sia la complessità del problema, e pensa che stiamo solo cercando di convincere i devs a rimuovere la mira assistita“…

Voi cosa ne pensate community? Siete d’accordo con la decisione di Activision di confermare un aim Assist molto potente anche su Modern Warfare 2? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook – Instagram)

Articoli correlati: 

Modern Warfare 2: trovato il modo per ricaricare lo Sprint! Il “Bunny Hop” sostituirà lo Slide Cancel?

Modern Warfare 2: trovato il modo per ricaricare lo Sprint! Il “Bunny Hop” sostituirà lo Slide Cancel?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Modern Warfare & Bunny Hop – Con una mossa per molti inaspettata, i devs di Infinity Ward hanno deciso di limitare in modo sostanziale la presenza dello Slide Cancel nel prossimo Modern Warfare 2. Lo Slide Cancel, lo ricordiamo, è una funzione di movimento che se spammata, garantisce il rapido ripristino dello scatto tattico.

Avete un personaggio che corre per la maggior parte del tempo con lo Scatto Tattico rappresenta un chiaro vantaggio: muoversi più velocemente rende più complicata la fase di mira per i nostri avversari, e ci permette di prendere alla sprovvista i giocatori più “lenti”.

Per un giocatore che si vuole impegnare in competitivo, lo slide cancel è stato quindi fino ad oggi “imprescindibile“.

Con la sua rimozione (anche se non è stato del tutto rimosso, semplicemente è molto più “macchinoso” attivarlo) i devs sperano di proporre un gameplay più lento e meno esasperato, ma alcuni esperti potrebbero aver già trovato una soluzione.

Sembra infatti che per garantirsi uno Scatto Tattico costante e prolungato non si deve obbligatoriamente passare dalla specialità “Double Time“… Basterà solamente alternare gli Scatti tattici con dei movimenti in bunny hop (salto del coniglio, ndr) per avere perennemente carico lo Sprint.

Come funziona il Bunny Hop su Modern Warfare 2? 

Per chi non lo sapesse, per bunny hop di intende il doppio salto laterale che anticipa l’apertura del fuoco sui nemici. Andiamo a vedere un video che ci mostra chiaramente come funziona il Bunny Hop:

Non sappiamo ancora se prima del rilascio ufficiale del 28 Ottobre verrà “fixato” questo glitch, o se per il momento resterà cosi come si presenta oggi. I devs non si sono ancora espressi sulla “scoperta”, ma ci sembra abbastanza chiaro che questa va in netta controtendenza rispetto a quanto desiderato dai devs con la rimozione dello Slide Cancel.

Ricordiamo che MW2 e Warzone 2.0 condividono lo stesso engine, di conseguenza, se una funzione è presente nel primo sarà certamente replicabile anche nel secondo.

Voi cosa ne pensate community? Conoscevate il trucchetto del bunny hop? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: