skin roze

Altro glitch sulla skin di Roze: la testa dei personaggi può diventare invisibile

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La Roze Skin, probabilmente il modello più odiato all’interno di Warzone, torna a far parlare di se…e non in positivo.

Il modello è già finito più volte al centro di dure polemiche all’interno della community, essendo (di fatto) una skin che effettivamente può aiutare chi le utilizza all’interno delle partite di gioco. In più occasioni abbiamo anche riportato la richiesta di molti giocatori di rimuovere del tutto il modello, anche se in merito Activision non si è mai voluta esprimere.

Al momento però, sembra che sia stato scovato un altro problema legato alla skin Roze, un glitch che attraverso il semplice utilizzo del sensore del battito cardiaco fa scomparire la testa dell’operatore che diventa del tutto invisibile.

Inutile dire quanto un bug simile possa alterare il normale equilibrio delle partite di Warzone, specialmente in quelle situazioni in cui la “testa” dell’avversario è anche l’unica parte potenzialmente visibile di tutto il corpo (pensate ad esempio agli avversari che sbucano dai tetti, di cui per l’appunto spesso vediamo unicamente la testa)…

Al momento non è stata comunicata alcuna revisione o alcun intervento hotfix per risolvere il bug, ma non appena disponibili provvederemo a pubblicare nuovi e più dettagliati aggiornamenti. Invitiamo tutti a fare ancor più attenzione nelle partite su Verdansk perché, come dimostra il video allegato in questo articolo, questo glitch potrebbe generare delle situazioni davvero molto frustranti.

Il post che ha reso pubblico il glitch sulla skin ROZE:

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 


Altro glitch sulla skin di Roze: la testa dei personaggi può diventare invisibile
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701