Activision manda offline CrazyAim ed annuncia: “significativa la quantità di contenuti post lancio di Vanguard”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nel corso della recente Earnings Call relativa al secondo quadrimestre dell’anno, gli sviluppatori di Activision Blizzard hanno avuto modo di spiegare agli investitori quali sono i loro principali piani per il futuro dei maggiori titoli.

Molto tempo è stato dedicato alla delicatissima situazione in Blizzard, ed a quello che dovrebbe essere il futuro di titoli come Hearthstone, WoW o Overwatch 2 (troverete qui tutti i dettagli), mentre lato Activision si è tanto discusso del prossimo titolo in uscita…il già celebre Vanguard.

Per prima cosa è stato chiarito che l’uscita del nuovo gioco ambientato nella seconda guerra mondiale è previsto entro la fine del 2021, e che sempre entro questo termine verrà anche aggiornato il battle royale Warzone sulla base del nuovo Vanguard.

Gli sviluppatori hanno affermato che il tipo di esperienza garantita dal gioco sarà ancor più coinvolgente di quanto non lo sia ora, e che l’integrazione tra il battle royale ed il nuovo gioco sviluppato da Sledgehammer Games sarà ancor più profonda e dettagliata di quanto non lo sia stato con Cold War.

Pare inoltre che al rilascio del gioco seguiranno delle frequenti e significative pubblicazioni di contenuti legati a Vanguard, con i devs che sono quindi ormai convinti che i giocatori preferiscono un ambiente di gioco sempre aggiornato, originale e che possa garantire un’esperienza “fresca” e coinvolgente.

Sbloccato il problema alla nuova e fortissima CX-9 (Loadout consigliato all’interno) di Warzone

Ecco le esatte parole usate dal COO e Presidente della compagnia Daniel Alegre: “In addition to launching a great seamless experience for both current and next-gen console players, we are focused on continuing to integrate Warzone and engaging our direct relationship with our player base through even deeper content integration between the premium and free experiences and substantial innovation coming within Warzone itself”.

La lotta ai cheater

Nelle ultime ore è stata poi confermata una grandissima notizia, ovvero la definitiva chiusura del sito CrazyAim, che per tanto tempo ha rifornito imbroglioni e giocatori incapaci di divertirsi in modo sano con cheat sempre nuovi e, purtroppo, anche non eccessivamente costosi.

Il sito è ormai offline da diverse ore, cosi come il canale Discord ed ogni altro tipo di link collegato a questa realtà. Non abbiamo ancora notizie sul sistema anti-cheat, ma in questo caso è d’obbligo un “GG” ad Activision per aver assestato questo durissimo colpo ai cheater di tutto il mondo.

Cosa ne pensate community?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati:

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701