60 mila cheaters bannati da Warzone: Activision è finalmente intervenuta!

60 mila cheaters bannati da Warzone: Activision è finalmente intervenuta!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Cheaters Bannati – La notizia che tanti (o forse tutti) i giocatori di Call of Duty Warzone attendevano con trepidante ansia è stata finalmente confermata: Activision si è decisa ad intervenire per arginare la presenza dei cheaters sul battle royale, e lo ha fatto con una certa durezza.

Secondo quanto riportato nell’update ufficiale sono infatti ben 60 mila gli account di gioco che solamente ieri sono stati disabilitati dai devs, che se si sommano con quelli già esclusi raggiungono quota 300 mila permaban. Al contempo, Acti ha anche annunciato un severo potenziamento per “cercare e distruggere” gli account degli imbroglioni, con aggiornamenti settimanali e più regolarità nella comunicazione cosi da rendere sempre noto a tutti  che punto ci troviamo nella lotta contro i cheaters.

Speriamo che questo possa aiutare nella guerra contro i cheaters, che da ieri si trovano ormai sotto al fuoco incrociato dato che anche Facebook Gaming ha annunciato che bannerà tutti gli account degli imbroglioni.

Ecco il post ufficiale:

We have zero tolerance for cheaters across Call of Duty and Call of Duty: Warzone™. Our focus is to combat both cheaters and cheat providers. Today we banned 60,000 accounts for confirmed cases of using cheat software in Warzone, bringing our total to date of more than 300,000 permabans worldwide since launch.

We are also continuing our efforts to identify and address cheat providers at the source, who distribute unauthorized third party software for modding or hacking.

We are committed to delivering a fair and fun experience for all players. This is a dedicated focus for our security, enforcement and technology teams.

Since launch we’ve taken a number of dedicated actions:

·      Weekly backend security updates

·      Improved in-game reporting mechanisms

·      Added 2-factor authentication, which has invalidated over 180,000 suspect accounts

·      Eliminated numerous unauthorized third party software providers

·      Increased dedicated teams and resources across software development, engineering, data science, legal and monitoring

In addition, we’re increasing our efforts and capabilities in these key areas.

·      Enhancements to our internal anti-cheat software

·      Additional detection technology

·      Adding new resources dedicated to monitoring and enforcement

·      Regular communication updates on progress; more two-way dialogue

·      Zero tolerance for cheat providers

·      Consistent and timely bans

The security and enforcement teams have additional measures coming – both preventative and enforcement – throughout this year to root out both cheaters and cheat providers.

We know cheaters are constantly looking for vulnerabilities, and we continue to dedicate resources 24/7 to identify and combat cheats, including aimbots, wallhacks, trainers, stat hacks, texture hacks, leaderboard hacks, injectors, hex editors and any third party software that is used to manipulate game data or memory.

Our ongoing security and enforcement efforts are franchise wide across WarzoneModern Warfare® and Black Ops. For Warzone communications, the Warzone development team at Raven Software will take the lead on sharing updates going forward. We will provide monthly updates at a minimum, and when possible, weekly updates to the community. Please give them a follow here: @RavenSoftware. For the latest security and enforcement policy details, please visit: https://support.activision.com/warzonepolicy.

There’s no place for cheating. We’re committed to this cause. We are listening and will not stop in our efforts.

Thank you.

 

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Censor senza filtri sul prossimo Modern Warfare 2: “è uno schifo”

Censor senza filtri sul prossimo Modern Warfare 2: “è uno schifo”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Nel corso degli ultimi mesi abbiamo sentito solo opinioni entusiaste rispetto al prossimo Modern Warfare 2. Pur non avendo ancora mai visto neanche un video gameplay, molti giocatori ed esperti confidano sulla buona riuscita del titolo.

Il perchè è presto detto: l’ambientazione “moderna” è sicuramente quella preferita dei giocatori.

Tra le tante voci ed opinioni riguardo MW2, abbiamo però anche sentito quelle del noto Censor, che sono state decisamente in controtendenza rispetto a tutte le altre.

Per chi non lo conoscesse, Censor è uno tra i più seguiti e rispettati giocatori del competitivo di Call of Duty. Talento leggendario in forze ai New York Subliners, Censor non ha mai nascosto il proprio entusiasmo nei riguardi dei nuovi titoli in arrivo di Call of Duty.

Questa volta però, Censor dice di  voler essere molto più “cauto”, e di non volersi slanciare troppo in proclami sensazionalistici. Il perchè? Perchè secondo le sue fonti il gioco sarebbe uno “schifo”.

Censor sul nuovo COD: “questa volta voglio essere cauto con l’entusiasmo”

In realtà Censor, riferendosi al nuovo COD, ha esplicitamente parlato di “merd*“, feedback di cui si è convinto dopo aver sentito il parere di svariate sue fonti. Chiaramente non è noto chi siano le sue fonti, e visto l’attuale stato di segretezza in cui si trova il nuovo Modern Warfare, sono stati molti i fan a mettere in dubbio le parole del pro.

Molti altri si sono però detti “preoccupati” della cosa, ed hanno anzi chiesto a Censor di essere più specifico rispetto a quelli che dovrebbero essere i problemi principali che gli sono stati segnalati.

Questa è la prima volta che sentiamo qualcuno “parlar male” di MW2, anche se condividiamo con gli osservatori che hanno notato la troppa superficialità con cui è stato rilasciato questo commento.

Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Activision annuncia un nuovo Call of Duty Mobile: ecco Project Aurora

Activision annuncia un nuovo Call of Duty Mobile: ecco Project Aurora

Profilo di Stak
 WhatsApp

Call of Duty Mobile – Si chiama Project Aurora uno dei nuovi titoli in sviluppo del franchise di Call of Duty!

Questo nuovo gioco andrà ad occupare una specifica fetta di mercato: quella mobile, presentandosi ai giocatori come il “nuovo volto” di COD sui dispositivi portatili come tablet e smartphone.

La fase dello sviluppo è in realtà abbastanza avanzata, dato che il gioco è già disponibile per una ristretta cerchia di fortunati tester nell’alpha chiusa.

I devs di Activision hanno comunque anticipato che presto approfondiranno la questione e ci sveleranno molti più contenuti legati a questo nuovo titolo. Inoltre, non appena sarà possibile metteranno a disposizione di un numero maggiore di giocatori di COD la prova del nuovo Project Aurora.

Andiamo a leggere il loro comunicato ufficiale:

Call of Duty Mobile – Project Aurora – Note ufficiali

L’obiettivo di Project Aurora, nome in codice del nostro nuovo titolo mobile, è di unire in una community globale e inclusiva amici, famiglie e persone di tutto il mondo, grazie a un’esperienza Battle royale intensa, precisa e di qualità che offra un nuovo modo di giocare.

Potreste aver già sentito parlare di Project Aurora su Reddit o in qualche video su YouTube, ma non abbiamo rivelato ancora nulla ufficialmente. Il gioco è ancora in sviluppo e siamo nel mezzo dei primi test di gioco con l’Alpha chiusa di Project Aurora.

Con l’Alpha chiusa, di dimensioni limitate, stiamo semplicemente cercando di iniziare a rifinire il gioco, eseguire stress test delle partite, identificare e correggere bug e raccogliere opinioni su tutti gli aspetti del gioco con l’aggiunta progressiva di nuove funzionalità.

I partecipanti all’Alpha chiusa non condivideranno dettagli pubblicamente, ma inizieremo a pubblicare qui degli aggiornamenti. La frequenza degli articoli andrà di pari passo con il ritmo dello sviluppo. Per ora, ecco quanto possiamo condividere:

COD Project Aurora – Domande/Risposte

D: Posso iscrivermi all’Alpha chiusa di Project Aurora?   

R: No, l’Alpha chiusa è disponibile solo a un numero ristretto di partecipanti invitati. Tuttavia, aggiungeremo altri giocatori nel corso dell’Alpha chiusa e oltre quando raggiungeremo determinati obiettivi di sviluppo. Tenete d’occhio le novità su questi articoli o comunicazioni future sull’annuncio ufficiale del gioco.

D: Perché l’Alpha chiusa non è disponibile per tutti i giocatori?

R: Dato che Project Aurora è ancora in sviluppo, in questa fase necessitiamo di un numero ristretto di partecipanti per raggiungere i nostri obiettivi.

D: Quando sarà disponibile per tutti Project Aurora?

R: Credeteci, non vediamo l’ora di offrire quest’emozionante esperienza ai giocatori di tutto il mondo, ma non ne abbiamo annunciato ufficialmente neanche il gioco e al momento non abbiamo alcuna data di uscita da condividere. Prima di allora pubblicheremo molti aggiornamenti e articoli e, quando sarà decisa, annunceremo con piacere la data di uscita.

D: Cosa devo fare se ho bisogno di aiuto durante l’Alpha chiusa?

R: Il supporto tecnico sarà limitato durante l’Alpha chiusa, ma in gioco ci sono dei canali su cui fornire feedback e renderemo disponibili regolarmente patch e aggiornamenti per avvisare i giocatori di problemi noti, correzioni e altro.

D: Scenari e personaggi dell’Alpha chiusa saranno inclusi nella versione finale del gioco?

R: I contenuti dell’Alpha chiusa di Project Aurora non sono definitivi e possono variare. Al momento stiamo semplicemente valutando le dinamiche Battle royale su vasta scala del gioco sui dispositivi mobile.

D: L’Alpha chiusa è già completamente ottimizzata?

R: No, lo scopo dell’Alpha chiusa di Project Aurora è di continuare a ottimizzare e rifinire il gioco con stress test di partite, migliorare prestazioni e fedeltà e trovare e correggere bug durante lo sviluppo.

D: L’Alpha chiusa include tutti i contenuti che saranno disponibili in gioco?

R: Neanche lontanamente. È solo una parte di quanto abbiamo in serbo. A tempo debito vi sveleremo quali emozionanti contenuti vi aspettano in Project Aurora.

D: I progressi compiuti nell’Alpha chiusa saranno trasferiti nella versione finale del gioco?

R: No, tutti i dati e i progressi effettuati durante l’Alpha chiusa saranno azzerati e possono essere eliminati o azzerati in qualunque momento. Ovviamente, quando il gioco sarà completo e disponibile internazionalmente, i progressi verranno salvati.

Stiamo lavorando sodo per creare la miglior esperienza possibile per i giocatori di tutto il mondo e siamo lieti di condividere quest’avventura con voi, perciò continuate a seguirci qui per aggiornamenti futuri.

 

Cosa ne pensate di questi aggiornamenti community? Siete curiosi di sapere altre informazioni sul nuovo Call of Duty Mobile? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

COD Mobile, anteprima Stagione 5: nuove Armi, nuovi Perk, Veicoli e tanto altro!

COD Mobile, anteprima Stagione 5: nuove Armi, nuovi Perk, Veicoli e tanto altro!

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Essendo ormai alle porte del quinto mese dell’anno, questo può significare solo una cosa: l’aggiornamento n°5 dell’anno 2022 per Call of Duty Mobile è ormai dietro l’angolo. Sebbene per ora non ci sia ancora troppa chiarezza riguardo l’aggiornamento, vediamo insieme tutte le novità confermate.

Prima di tutto la data d’uscita. Sebbene non sia ancora stata fornita una data d’uscita certa per la Stagione 5 di COD Mobile, sappiamo benissimo la data in cui finirà il Pass Battaglia attuale, ossia il 2 Giugno. Superata questa data l’arrivo dell’aggiornamento sarà solo questione di ore.

Di seguito andiamo invece a vedere insieme quali esattamente saranno le novità ”balistiche” del gioco, ossia le nuove armi, e le novità tecniche, ossia quelle relative al gameplay.

COD Mobile, svelate le novità della prossima Stagione 5

Prima grande aggiunta è la nuova arma. Un fucile d’assalto potente, ma con una bassa cadenza di fuoco per la categoria che tuttavia ci permetterà di essere molto precisi anche dalle lunghe distanze. Il nome che gli è stato dato per ora è ODEN e CLICCANDO QUI potrete vedere un estratto di gameplay.

All’appello sarà presente anche una nuovissima granata, la Granata Eco. Dalle fattezze simili ad una flashbang classica, questo nuovo tipo di esplosivo tattico ci permetterà per un brevissimo lasso di tempo di vedere la posizione dei nemici attraverso le pareti sfruttando la tecnologia di eco-localizzazione.

Dai Server di test arrivano novità anche per i PERK. Persistenza è stato aggiustato, eliminando l’opzione che raddoppiava il costo delle ricompense uccisione, dividendole ora in tre tier e dando la possibilità ai player di scegliere una sola ricompensa per tier, senza necessità di cambi di prezzo.

Insomma, cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli correlati: