EVC 2020: Clash Royale power rankings

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dopo mesi di silenzio, di attesa e di cambi radicali del meta, è arrivato finalmente il momento: il 24 di febbraio inizia l’ Esl Vodafone Championship 2020.

Questa edizione dell’ EVC per quanto riguarda Clash Royale è molto più particolare delle precedenti: dai talenti indiscussi pronti a farsi valere, ai rookie che cercano di crearsi un nome in questo settore, ai grandi ritorni di player precedentemente ritirati, ma tornati in carreggiata.

Ecco a voi quindi una previsione finale per lo Spring Split 2020:

Primo posto: Bazaar

Non è una bugia: Eslem “Bazaar” Sayadi dopo il ritiro annunciato lo scorso settembre, è tornato a competere e si qualifica per l’EVC con un solo scopo : vincere.

Il giocatore dei Mkers vanta la presenza competitiva italiana sin dal 2018 con la prima edizione dell’ EVC più un’ esperienza internazionale nella Superliga Orange con la maglia dei Tenerife Titans.

Il giocatore italo-egiziano dunque incute timore solo con il suo nome e sembra pronto a spazzare via chiunque con il suo mastino lavico, carta con qui è temuto maggiormente.

 

Secondo/terzo posto: lotta tra Rob e Chief Keef

Al secondo posto si trovano a parimerito due giocatori che soprattutto lo scorso split hanno dimostrato di essere due giocatori talentuosi e temibili che punteranno ai Playoff per poi contendersi il titolo.

Chief Keef (dei Totem Esports) ha concluso il Winter Split 2019 con un primo posto condiviso con  Mattiaa, che gli ha permesso di qualificarsi ai playoff, ma nonostante quello non è riuscito ad alzare la coppa.

 

Rob invece, pupillo dei Cyberground Gaming, viene da una stagione da incorniciare: dopo i playoff ottenuti del Summer Split 2019, è riuscito a strappare la vittoria a Mostema nel nel Winter Split e diventare campione italiano.

Questo per Rob è sicuramente un punto d’appoggio, ma non deve abbassare la guardia se vuole puntare alto questo 2020.

Quarto posto: Filo Rambo

Il giocatore dei Samsung Morning Stars è sempre stato costante durante la sua carriera competitiva, arrivando sempre tra le prime posizioni di tutti i tornei a cui ha partecipato, tuttavia non sempre questo basta: infatti nonostante le varie presenza ai playoff Filo non ha mai agguantato la coppa, e quest’anno se vorrà aggiudicarsela dovrà faticare molto di più.

Quinto posto: Fizzo

Fizzo è un giocatore che competitivamente è conosciuto nelle leghe più basse da circa un anno, ma nel suo split di esordio  all’EVC non ha né brillato particolarmente, né ha neanche espresso il suo massimo potenziale, quindi un posto sulla metà della classifica è per ora il risultato che ci si aspetta da parte sua.

Sesto posto: Solterino

Il giocatore delle Manguste è famoso in territorio locale per una grande costanza nella ladder in gioco e per qualche comparsata qua e là nel competitivo.

Nessuno si aspetta niente da lui e salvo qualche performance inaspettata, probabilmente si piazzerà nella metà bassa della classifica.

Settimo/ottavo posto: lotta tra Luigi e Kapo

Entrambi i player competitivamente parlando non hanno nessuna esperienza alle spalle e non si hanno informazioni specifiche su di loro.

Ma nonostante siano abbastanza sconosciuti questo non vuol dire che occuperanno per forza le ultime posizioni della classifica anzi: ci si augura fortemente che riescano ad esplodere nel panorama competitivo italiano.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701