seattle surge

PROTO al posto di KARMA nei Seattle Surge

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

I Seattle Surge hanno già trovato un sostituto per il giocatore Damon ‘Karma‘ Barlow, che ha recentemente annunciato il suo addio dalla scena competitiva di Call of Duty.

A prendere il posto del talentuoso statunitense è stato Nicholas ‘Proto‘ Maldonado, giocatore che va cosi ad unirsi a Sam ‘Octane‘ Larew, Bryan ‘Apathy‘ Zhelyazkov, Josiah ‘Slacked‘ Berry e Casey ‘Pandur‘ Romano nel roster ufficiale dei Seattle Surge.

Proto è un volto noto della scena competitiva di COD, essendo ormai al top delle competizioni da diversi anni, e cercherà di portare quante più positività possibili all’interno dei Surge, una delle squadre messe peggio di tutto il campionato “Call of Duty League“.

Il nuovo entrato in casa Seattle Surge

La squadra infatti non naviga in pessime acque solamente in classifica, visto che è ormai una cosa acclarata il fatto che il team non riesca praticamente più a trovare nessuno per le scrim. Infatti, come rivelato in diretta streaming da Sam ‘Octane’ Larew, sembra che con i professionisti dei Surge nessuno abbia più alcuna intenzione di scambiare delle sessioni di allenamento.

Il motivo di tutto questo andrebbe spiegato da due ragioni: secondo Octane i suoi compagni di squadra non sono troppo professionali (ha deliberatamente detto, parlando in generale, che sono dei “coglioni”) e nelle scrim è capitato in modo frequente che i Surge si presentassero in ritardo (o non si presentassero proprio)…un comportamento superficiale che pare abbia creato un solco tra i Surge e tutte le altre franchigie.

Le dichiarazioni di Octane

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701