nadeshot

Nadeshot sullo slot in Call of Duty League: “costato quasi 30 milioni di Dollari”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nel corso di un recente podcast dedicato alla Call of Duty League, il boss dei 100 Thieves Matthew “Nadeshot” Haag ha svelato un dettaglio davvero molto interessante riguardo alle franchigie ed ai costi che queste devono affrontare per avere uno slot nel campionato.

Senza troppi giri di parole Nadeshot ha infatti affermato che per permettere ai 100 Thieves di vantare un posto in Call of Duty League (in questo momento i 100 Thieves sono una delle due squadre che rappresentano la gigantesca città di Los Angeles, ndr) sono stati spesi circa 27 milioni di Dollari.

Nadeshot, considerato da tantissimi esperti come uno dei più grandi giocatori di Call of Duty di tutti i tempi, si è ritirato nel 2015 e ha fondato la sua organizzazione, i 100 Thieves, nel corso del 2016. Il progetto dei 100 Thieves è stato cosi vincente da aver convinto personalità del calibro di Drake ad investire nell’organizzazione, che ora nella sua proprietà vanta anche l’owner dei Cleveland Cavaliers Dan Gilbert.

Per fare un paragone con la scena competitiva di un altro titolo, sappiamo che durante lo scorso luglio lo Schalke 04 Esports ha venduto il suo posto nella LEC (il campionato europeo di League of Legends) per circa 31,5 milioni di dollari.

E proprio in merito all’acquisto di uno degli slot disponibili sembra che i Chicago Optic, squadra che secondo le indiscrezioni dovrebbe essere ormai prossima a fondersi con i Dallas Empire, stiano per vendere il loro slot ai Washington Justice, squadra attiva nella Overwatch League.

In questo modo i proprietari dei Justice avrebbero sia una rappresentanza su Overwatch che su Call of Duty, andando quindi a coprire il vuoto creato dagli Optic (che, lo ripetiamo, dovrebbero essere prossimi alla fusione con gli Empire) nella città di Chicago.

Al momento sono solo indiscrezioni, ma non appena disponibili provvederemo a pubblicare nuovi e più dettagliati aggiornamenti sulla questione.

Quello che invece sembra ormai certo è il nuovo straordinario roster dei Seattle Surge, che nel corso del campionato 2022 schiereranno il quartetto composto da Lamar ‘Accuracy’ Abedi, Mackenzie ‘Mack’ Kelley, Daunte ‘Sib’ Gray e Amer ‘Pred’ Zulbeari.

Ai due esperti Accuracy e Mack andranno quindi ad aggiungersi due giocatori che hanno invece maturato zero esperienza sui palchi della COD League, con il rookie Pred proveniente dalla scena competitiva australiana e con SIB che è invece a tutti gli effetti una delle superstar dell’Academy del FaZe Clan, entrambi chiamati alla loro prima importante promozione nel campionato più importante dedicato allo sparatutto di Activision.

Il post dei SURGE

Cosa ne pensate di queste informazioni? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 


Nadeshot sullo slot in Call of Duty League: “costato quasi 30 milioni di Dollari”
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701