League Play (forse) in arrivo su Cold War

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Cold War – Nuove ed importanti informazioni ci giungono dalla popolare beta di Call of Duty Black Ops Cold War, svelate recentemente dai dataminers ed in particolare riguardo il probabile ritorno di una celebre modalità di gioco.

Stiamo infatti parlando della League Play, modalità che non vediamo in azione da Black Ops 2 ma che sembra destinata a tornare proprio per il prossimo CW. La League Play altro non è che la modalità competitiva e classificata di Call of Duty, che a questo punto dovrebbe materializzarsi nuovamente a Novembre, insieme (o poco dopo) al lancio ufficiale del nuovo Black Ops.

L’informazione è stata rilasciata da una delle fonti più autorevoli tra i vari leaker della community, ed è quindi da ritenere un contenuto quasi certamente in arrivo nel nuovo titolo di Activision. A riprova di questo, ricordiamo che è stato lo stesso David Vonderhaar di Treyarch ad ammettere che “tutti i titoli di Black Ops hanno sempre avuto una loro mode competitiva” e che questa cosa proseguirà anche con il nuovo titolo.

Sempre dalla beta però, giungono notizie poco positive per quel che riguarda i problemi ed i glitch riscontrati durante le partite…ad esempio il fatto che in diverse situazioni pare sia possibile sparare attraverso i muri, una situazione che dovrebbe comunque trovare una rapida soluzione entro e non oltre le prossime ore.

Ecco i post che ci mostrano le difficoltà riscontrate da alcuni players.

Post #1

Guy Using an Inside-Wall Exploit on Armada from blackopscoldwar

Post #2

Wall glitch spot on Moscow from blackopscoldwar

Articoli correlati: 


League Play (forse) in arrivo su Cold War
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701