Il valore TTK delle armi dietro ai buff ed ai nerf di Black Ops

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

TTK – Il celebre Lead Game Designer di Treyarch Tony Flame è recentemente tornato a parlare sui social in merito alla recente tornata di buff/nerf che ha colpito molte delle armi di Call of Duty Black Ops Cold War.

Lo sviluppatore, evidentemente attento all’enorme mole di feedback che sono giunti a seguito della patch di bilanciamento, è quindi intervenuto per fare un po’ di chiarezza riguardo al perchè determinate armi vengono indebolite, e di conseguenza anche il perchè alcune altre vengono potenziate.

Flame ha quindi chiarito che dietro ogni decisione di bilanciamento degli sviluppatori vi è il TTK, ovvero il “Time to Kill“, un indicatore che serve a Treyarch per determinare quali armi sono eccessivamente forti e quali, al contrario, troppo deboli.

Il TTK è il “Re”, il parametro primario da monitorare per assicurarsi che le armi funzionino in modo giusto e non sbilanciato: per “Time to Kill” si intende infatti il tempo che una determinata arma impiega ad uccidere un personaggio avversario dal momento in cui fa fuoco.

Il TTK su Black Ops secondo Tony Flame

In questo caso è quindi evidente che l’Mp5, il FFAR1 e l’M16 avessero dei valori TTK troppo bassi (minore è il valore TTK di ogni arma, minore è il tempo che l’arma impiega per abbattere un nemico), e per questo sono stati applicati dei nerf alle armi.

Cosa ne pensate di questa faccenda? Ritenete che la situazione delle armi su Black Ops sia bilanciata? O trovate che anche dopo i recenti nerf non sia ancora stato raggiunto un chiaro equilibrio nel gioco?
La discussione, come sempre, è aperta!

Questo articolo è stato realizzato in collaborazione con la community FB CALL OF DUTY ITALIA – Fan Community.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701