drdisrespect

DrDisRespect al suo rientro in streaming: “il ban da Twitch è avvolto ancora nel mistero”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Una situazione surreale quella descritta dal celebre DrDisRespect durante la sua prima trasmissione in streaming dalla piattaforma di You Tube.

Il noto streamer è infatti tornato in live dopo un assenza di circa due mesi, ovvero da quando Twitch decise di bannare (di oscurare o di cancellare) in modo permanente il suo canale ufficiale, senza neanche comunicarlo al diretto interessato.

Nella prima live su You Tube, la star trentottenne ha spiegato di non aver ricevuto alcun avviso da parte di Twitch prima del ban…e che questa punizione è stata presa apparentemente senza motivo, di colpo, lasciando sia il DOC che tutto il suo staff sostanzialmente attoniti davanti alla decisione ormai irrevocabile.

DrDisRespect è talmente sicuro “dei fatti suoi” da aver ammesso che la questione riguarda ormai solamente i canali legali, e che essendoci molti soldi in ballo nell’intera vicenda il suo interesse sarà quello di vederci chiaro rispetto alle motivazioni (lo streamer ha più volte ribadito di essere totalmente innocente, sotto ogni potenziale punto di vista) che hanno spinto Twitch a bannarlo, ma anche di calcolare l’eventuale danno economico che gli è stato, secondo lui ingiustamente, arrecato.

A distanza di mesi questa storia, pur essendosi sviluppata in qualche modo, appare sempre più incomprensibilmente confusa: per quale ragione Twitch dovrebbe “omettere” o addirittura “inventarsi” (senza nemmeno comunicarli) delle ragioni per bannare qualcuno? E perché dovrebbe poi andarlo a fare su di una vera e propria star che garantisce un’afflusso costante di centinaia di migliaia di persone ogni giorno sul network?

#Video 1

 

#Video 2

Allo stesso modo però, non capiamo perchè DrDisRespect dovrebbe mentire con cosi tanta foga in pubblico, annunciando anche lo schieramento dei legali a sua difesa (è chiaro quindi che il DOC si sente del tutto estraneo alla vicenda)? Per il pochissimo numero di informazioni reperibili queste due domande restano al momento ancora senza risposta…chissà che Twitch non decida di rispondere all’ennesimo attacco pubblico che gli è stato lanciato da DisRespect.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701