cold war zombie

Call of Duty, un leaker rivela nuovi dettagli di Cold War Zombie

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Cold War Zombie – Grazie alle recenti scoperte di un leaker di Call of Duty abbiamo potuto vedere in anteprima assoluta alcune nuove immagini che riguardano l’attesissimo Black Ops Cold War.

Il nuovo titolo Activision era già stato protagonista sulle pagine di Powned questa mattina, quando attraverso un contenuto speciale (che potrete trovare cliccando qui) abbiamo visto i primi dettagli su alcune delle nuove mappe in arrivo come Miami, Mosca o Crossroads ed anche 3 originali modalità che andranno ad arricchire la nostra esperienza in multiplayer.

Quanto scoperto da Tom Henderson, questo il nome del leaker protagonista, è però legato ad un’area molto specifica di Cold War, ovvero la modalità Zombie. Secondo quanto riportato da Tom, nella nuova modalità gli Zombie nazisti presenti all’interno di una base nucleare riusciranno ad infettare molti dei soldati e scienziati sovietici che erano impegnati sul sito, scatenando una nuova epidemia nel bel mezzo della Guerra Fredda.

Questa cosa ci obbligherà quindi a dover fronteggiare sia gli zombie Nazi che quelli dei soldati russi.

Pare anche confermato che nella modalità saranno ancora disponibili le armi della Seconda Guerra Mondiale mentre per quanto riguarda i protagonisti pare che questi siano completamente nuovi, anche se (come tutte le informazioni trapelate sopra del resto) il tutto va come sempre preso con le dovute pinze.

Il teaser della modalità Zombie

Cosa ne pensate community?
Noi non vediamo l’ora di provare il nuovo titolo di Activision!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701