DMR

Activision elimina il problema DMR/Type 63 bannando i fucili tattici dal competitivo

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

DMR – Activision ha da poco pubblicato il volume 1.1 delle nuove regole per la scena competitiva del 2021, e ci sono delle incredibili novità che riguardano le armi che saranno assolutamente proibite.

Come segnalato sul sito ufficiale infatti, è finalmente visibile una prima lista di contenuti che non saranno consentiti all’interno delle partite ufficiali (questa è una nota di Activision che va direttamente nel regolamento 2021, e non ha nulla a che vedere con le armi “bannate” dai giocatori professionisti nel Gentleman’s Agreementtipo l’Ak-47 di cui abbiamo parato in un altro update).

Tra queste, troviamo quindi tutti i fucili tattici (quindi Type 63, M16, AUG e DMR 14), tutte le light machine gun (quindi Stoner 63, RPD e M60) e poi anche tutte le Shotgun (Hauer 77 e Gallo SA12), i lanciatori (Cigma 2 e RPG-7) ed anche l’M79.

Oltre a queste armi citate saranno proibiti anche alcuni allegati, ovvero il laser SWAT 5mw Laser Sight e l’Ember Sighting Point e non saranno consentite ovviamente nemmeno le Dual Wild. Per quanto riguarda gli oggetti tattici, restano fuori dai giochi Stimshot e Decoy mentre per quelli letali sono proibiti il C4 ed il Tomahawk.

Come sempre, vi saranno anche diversi Perk e Scorestreaks eliminati dal competitivo, in particolare Paranoia, Forward Intel e Tracker per il primo tipo, e Combat Bow, Spy Plane, Counter Spy Plane, Care Package, Sentry Turret ed  Air Patrol per il secondo tipo.

Infine, i devs hanno reso noti i dettagli riguardo le modalità e le mappe che saranno giocate nel competitivo, ed in particolare queste saranno:

  • Hardpoint: da giocarsi su Checkmate – Crossroads – Garrison- Moscow – Raid
  • Search & Destroy: da giocarsi su Checkmate – Miami – Garrison- Moscow – Raid
  • Control: Checkmate – Garrison- Raid

Cosa ne pensate di tutte queste novità?
Ritenete corretta l’eliminazione dei fucili tattici e delle LMG dal competitivo di COD?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Questo articolo è stato realizzato in collaborazione con la community FB CALL OF DUTY ITALIA – Fan Community.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701